Scadenze fiscali 2017 : FISCO – TASSE – IMPOSTE – CONTRIBUTI

In questa guida ci occuperemo di illustrarvi passo passo quelle che sono le scadenze mese per mese a cui i cittadini dello Stato Italiano sono soggetti.

Non si tratta solo e soltanto di imposte tasse e contributi inerenti i cittadini italiani, ma anche di coloro che producono reddito in Italia e sono residenti in uno degli stati comunitari. Vediamo di seguito quali le principali scadenze.

In questo approfondimento tratteremo inoltre di tutte le scadenze fiscali 2017, delle novità che sono state introdotte dal Governo Renzi in merito a Spesometro, Iva, tax day, Equitalia. 

scadenze-fiscali-mensili

Le novità maggiori per il 2017 riguardano gli adempimenti Iva, ma anche l’addio definitivo ad Equitalia e al tax day.

Il 2017 presenta novità anche in materia di:

Scadenzario fiscale 2017: news

Le prime news inerenti alle scadenze fiscali 2017  fanno presagire qualcosa di veramente nuovo nel sistema fiscale italiano. Le più importanti scadenze consolidate da anni al 16 giugno, scalano al 30 Giungo come ad esempio i versamenti della dichiarazione dei redditi inerenti al modello Unico. Ma queste sono solo alcune delle novità.

In breve possiamo dire addio già da ora al tax day, in quanto dal 2017 molte scadenze fiscali verranno prorogate in modo strutturale. In sostanza l’obbiettivo del fisco è quello di evitare il caos e l’acculo di scadenze in un dato periodo dell’anno, che non produce altro che emendamenti e proroghe come abbiamo notato nel corso di questi ultimi anni.

In sostanza, le principali novità in merito introdotte dalla legge di stabilità 2017 riguardano:

  1. scadenza dei versamenti della dichiarazione dei redditi tramite modello Unico;
  2. scadenza dei versamenti della dichiarazione dei redditi modello 730;
  3. certificazione unica;
  4. spesometro.

1) Scadenze fiscali 2017 modello unico

La prima scadenza che andremo a trattare e che è stata interessata dalla modifica della legge di stabilità riguarda il la scadenza del versamento della dichiarazione dei redditi dal 16 al 30 giugno.

Per il 2016 le scadenze fiscali del modello unico inerente a versamenti per imposte Irpef, Ires, Irap, è stata il 16 Giungo. Ricordiamo che entro la data del 16 giugno 2016, bisognava versare il saldo per il periodo d’imposta precedente ovvero per il 2015, ed il primo acconto per il periodo d’imposta in corso.

In base invece a quelle che saranno le nuove regole, dal 2017 queste scadenze passeranno al 30 giugno, a prescindere che si tratti di persone fisiche o di società.

2) Scadenza Fiscale 2017: certificazione unica

Un’altra importantissima novità in merito di obblighi ed oneri da parte del datore di lavoro, è la certificazione unica che dal 2017 non prevede più la scadenza al 28 febbraio ma slitta al 31 marzo. Quindi entro il 31 Marzo a partire dal 2017, i lavoratori o pensionati riceveranno la certificazione unica inerente al periodo di imposta 2016.

3) Scadenza Fiscale 2017: modello 730

Anche il modello 730 si rinnova. Come abbiamo visto in questi anni è stato oggetto di varie modifiche, prima con il modello 730 precompilato, ed oggi con la proroga della scadenza fiscale annuale. Infatti dal prossimo anno anche il modello 730 avrà come scadenza il 30 Giugno 

In questo modo, anche la scadenza per la trasmissione del modello, verrà rimodulata; infatti, quest’ano la trasmissione telematica, è avvenuta entro il 7 luglio, mentre con le nuove regole, la scadenza per la trasmissione viene prorogata al 23 luglio per il modello 730 precompilato.

Precisazione:

le nuove scadenze del modello 730 varranno anche per i professionisti e CAF ma solo se questi avranno inviato o trasmesso entro il 7 luglio almeno l’80% delle dichiarazioni.

4) Scadenzario fiscale 2017 : sospensione estiva per il mese di Agosto

In base a quelle che sono state fino ad oggi le regole di scadenze per il mese di Agosto, ricordiamo che queste erano prorogate dal 1° al 22 Agosto. Erano quindi posticipate tutte le scadenze, fiscali e non e non prevedevano moratorie particolari anche in caso di sola risposta ad atti notificati dal Fisco in quel periodo.

La riforma prevede invece, che tutte le scadenze del mese di Agosto siano spostate al 4 Settembre, termine ultimo per inviare i documenti e le informazioni richieste ai contribuenti dal Fisco.

5) Scadenze fiscali 2017 Spesometro e comunicazioni dati IVA

Attenzione alle scadenze IVA e a non fare confusione per gli adempimenti IVA.  Secondo quanto disposto dal Decreto Legge 193/2016, il sistema delle comunicazioni IVA  trimestrale. Questo modello prende il nome di mini dichiarazioni IVA. Il decreto in questione, prevede, che la scadenza della comunicazione trimestrale fissata al momento all’ultimo giorno del 2° mese successivo alla scadenza, passerà:

  • dal 31 agosto al 16 settembre.

Per quanto invece riguarda lo spesometro 2017, solo e soltanto per il 2017, questo non sarà trimestrale ma semestrale con la prima scadenza fissata al 25 luglio 2017 (primo semestre).

Scadenze fiscali Gennaio 2017

A questo punto, una volta che abbiamo esaminato velocemente le principali novità per il 2017 passiamo ad analizzare mese per mese tutte le scadenze fiscali. Iniziamo ad esaminare le scadenze fiscali di Gennaio 2017.

Il mese di Gennaio 2017 vede interessati in particolar modo medici chirurghi, odontoiatri e le strutture sanitarie che si rivedono a fare i conti con le le autorizzate per la trasmissione dei dati al sistema TS – Tessera Sanitaria.

In sostanza, questi soggetti devono recapitare le spese sanitarie corrisposte dai cittadini, utili per il modello 730  precompilato all’Agenzia dell’entrate che deve provvedere poi alla sua predisposizione.

Attenzione: tutti i cittadini che hanno compiuto i 16 anni devono aver dovuto dichiarare la loro disponibilità a rendere disponibili questi dati al fine di recupero una quota parte della spesa.

Scadenze fiscali Febbraio 2017

Il mese di febbraio 2017 è colmo di scadenze. Entro la fine di febbraio, entro il 28 bisogna si deve presentare:

  • dichiarazione Iva annuale inerente al periodo di imposta 2016. Questa è una novità introdotta in via sperimentale per il 2017, il quale, viene staccata dalla dichiarazione dei redditi modello Unico. Non sarà lo stesso invece per il 2018, la quale scadenza viene posticipata al 30 aprile. L’anticipazione della dichiarazione IVA cancella la Comunicazione Dati IVA che non è più prevista.
  • ultimo giorno (28 Febbraio) per ricevere da parte di Equitalia i carichi affidati entro il 31 dicembre 2016 al nuovo ente di riscossione. Tutti i contribuenti potranno entro il 31 marzo valutare se presentare domanda per l’adesione agevolata.

Nel dettaglio abbiamo le seguenti scadenze:

09 Febbraio:

  • tutte le strutture sanitarie, i medici, i veterinari e tutti gli altri soggetti, devono inviare la comunicazione al Sistema TS inerenti ai dati relativi alle spese sanitarie e veterinarie sostenute dai contribuenti nell’anno 2016;
  • si deve adempiere al versamento della rata imposta di bollo assolta in modo virtuale sugli assegni circolari rilasciati in forma libera.

15 Febbraio:

  • Adempimenti contabili da parte di:
    • esercenti commercio al minuto;
    • soggetti della grande distribuzione;
    • ASD;
    • Pro-loco;
    • altre associazioni;
    • soggetti IVA;
  • Ravvedimento per imposte e ritenute non effettuate anche da parte di enti pubblici:
  • Comunicazione:
    • all’agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferiti al mese di Gennaio 2017;
    • comunicazione integrativa da parte degli Operatori finanziari inerenti all’integrazione annuale dell’Archivio dei rapporti finanziari.

16 Febbraio:

  • Versamento dell’imposta sostitutiva delle imposte su:
    • redditi dovuta dalle forme pensionistiche complementari;
    • risultante dal conto unico relativo al mese precedente, sugli interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, sugli utili delle azioni e dei titoli immessi nel sistema di deposito accentrato gestito dalla Monte Titoli S.p.a.
  • Versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, anche in merito a l’incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione;
  • liquidazione e versamento dell’Iva.

20 Febbraio:

  • comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese precedente.

 26 Febbraio:

  •  Sciopero da parte dei commercialisti che potrebbe perdurare fino al 6 Marzo.

27 Febbraio:

Presentazione della comunicazione Intrastat mensile da parte degli Operatori intracomunitari. 

28 Febbraio:

  •  Conguaglio Irpef sostituti d’imposta;
  • Dichiarazione Iva annuale;
  • Carichi affidati Equitalia.

Maggiori dettagli sono disponibili nel nostro approfondimento: Scadenze Fiscali Febbraio 2017: dichiarazione Iva, Equitalia, Irpef, ecc.

Scadenze fiscali Marzo 2017

Il mese di marzo è interessato dall’aumento delle scadenze fiscali. Con l’arrivo della primavera, arriveranno infatti anche tantissimi altri adempimenti per tutti i contribuenti.

  • 7 marzo: si parte dal 7 marzo che vede l’ultimo termine utile per la presentazione della CU certificazione unica ex Cud. Tutti i datori di lavoro, dovranno in quanto sostituti di imposta inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate le certificazioni uniche inerenti i redditi da lavoro dipendente e da pensioni anche questa utile al fine della compilazione del modello 730 precompilato.
  • 16 marzo: scadenza pagamento del saldo annuale IVA. Questo è possibile anche posticiparlo al 30 giugno con una maggiorazione dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese a causa del ravvedimento operoso. Il pagamento del saldo Iva lo si può pagare abbinandolo alle scadenze del modello Unico 2016.
  • 31 Marzo: data di scadenza per i datori di lavoro che devono consegnare ai propri dipendenti o collaboratori la certificazione dei redditi o dei compensi corrisposti durante il 2016. La consegna della Certificazione Unica può anche essere inoltrata da parte del sostituto di imposta in maniera differita fino al 31 marzo.
  • Entro il 31 ancora è possibile presentare domanda di rottamazione delle cartelle di pagamento Equitalia tramite modulo DA1.

Clicca qui per maggiori approfondimenti sulle scadenze fiscali marzo 2017

Scadenze fiscali Aprile 2017

Il mese di parile 2017 prevede 2 importanti date per le scadenze. Lo abbiamo accennato in precedenza e qui di seguito lo analizzeremo. Il mese di Aprile è interessato dalla scadenza inerente lo spesometro annuale relativo al periodo d’imposta 2016. In questo caso le scadenze da ricordare sono 2:

  • 10 aprile per i soggetti che liquidano l’IVA mensilmente;
  • 20 aprile per i soggetti che liquidano l’IVA trimestralmente.

A partire poi dal 15 Aprile è possibile per tutti i contribuenti scaricare direttamente dall’Agenzia delle entrate le dichiarazioni dei redditi modello 730 e modello Unico precompilati.

Maggiori dettagli sono disponibili nel nostro approfondimento: Scadenze Fiscali Aprile 2017

Scadenze fiscali Maggio 2017

La legge di bilancio 2017, prevede nuovi adempimenti Iva per questo periodo.

il 31 maggio, è infatti il termine ultimo per la presentazione e l’invio della comunicazione liquidazioni IVA del primo trimestre 2017. Questa novità riguarda anche lo spesometro trimestrale, che prevede per il solo 2017 e per solo i primi 2 trimestri dell’anno la comunicazione entro Luglio.

Entro il 31 Maggio tutti i soggetti che hanno presentato domanda di adesione agevolata alla rottamazione delle cartelle Equitalia riceveranno le cartelle contenenti gli opportuni conteggi con relativi importi inerenti alle rate da versare.

Il 31 vede anche l’Estromissione agevolata di immobili per il solo 2017 dalla ditta individuale.

Scadenze fiscali Giugno 2017

Anche il mese di Giugno prevede diverse importanti scadenze da un punto di vista fiscale. Le scadenze fiscali di giugno 2017 possono essere suddivise in 2 grandi tronchi:

  • Primo tronco entro il 16, che vede il pagamento dell’Imu e della Tasi;
  • Secondo tronco entro il 30, che vede il versamento dell’Irpef, Ires e Irap, dichiarazione dei redditi tramite modello Unico.

Le scadenze di giugno possono essere così sintetizzate:

  • 16 giugno:
    • acconto IMU e TASI (imposte comunali);
    • assegnazione beni ai soci (solo per il 2017 e 2018);
    • versamento 1° rata imposte inerenti a operazioni agevolate effettuate entro il 30/09/2016;
  • 30 giugno:
    • versamento imposte e versamento primo acconto da Unico (novità);
    • rivalutazione terreni e partecipazioni;
    • devono essere depositate le perizie relative alle quote societarie dei terreni che il contribuente intende rivalutare.
    • versamento dell’imposta sostitutiva dell’8%.

Scadenze fiscali Luglio 2017

L’estate inizia con diverse scadenze fiscali. Il sol Leone del mese di luglio porta con se tantissime scadenze fiscali.

  • 7 Luglio devono essere inviati da CAF e intermediari almeno l’80% dei modelli 730 precompilati inerenti ai propri clienti;
  • 24 Luglio data ultima di invio dei modelli 730 se sono state rispettate le modalità di invio dei modelli entro il 7 Luglio.
  • 31 Luglio, data ultima di presentazione e di invio della comunicazione polivalente (IVA) con fatture emesse e ricevute nei primi 6 mesi dell’anno. Questa è una deroga inerente lo spesometro semestrale valida solo per il 2017.
  • 31 Luglio termine ultimo per l’invio telematico delle certificazioni uniche dei lavoratori autonomi che non sono interessati dalla compilazione del modello 730 precompilato.

In breve il mese di Luglio 2017 prevede le seguenti scadenze:

  • 7 luglio: invio modello 730 secondo quanto specificato sopra;
  • 24 luglio: ultimo termine per invio modello 730 come delineato sopra;
  • 25 luglio: ultimo termine per la presentazione dello spesometro semestrale 2017 perchè poi dal 2018 sarà inviato in con cadenza trimestrale;
  • 31 luglio:
    • imposta da Unico con maggiorazione dello 0,4%, mentre rimane sempre attiva la possibilità di rateizzazione;
    • termine ultimo di presentazione della Voluntary Disclosure (solo 2017);
    • Scadenza canonica per l’invio del modello 770.

Scadenze fiscali Agosto 2017

Tutte le scadenze sono sospese e posticipate al 4 Settembre. Infatti dal 1 agosto al 4 settembre sono sospesi tutti i termini di scadenza tributaria. Una novità introdotta con la legge di bilancio dal Governo renzi. Inoltre sono anche sospesi tutti i termini per le risposte inerenti alle richieste documentali e per i versamenti relativi ai controlli formali.

Scadenze fiscali Settembre 2017

Il mese di Settembre riapre le porte alla tassazione in maniera lieve a differenza di quello che è stato il 2016. Infatti il mese di settembre prevede solo scadenze fiscali limitate alle comunicazioni delle liquidazioni Iva inerenti al secondo trimestre dell’anno.

Le principali scadenze del mese di settembre vedono interessati i seguenti giorni:

  • 16 settembre: ultimo giorno per la Comunicazione trimestrale delle liquidazioni IVA inerente al 2° trimestre 2017;
  • 30 settembre:
    • termine ultimo per l’invio del modello Unico 2017 inerente i redditi 2016;
    • assegnazione beni ai soci (solo 2017).

Scadenze fiscali ottobre 2017

Anche il mese di Ottobre è segnato da poche importanti scadenze. La più importante riguarda l’invio telematico della dichiarazione dei redditi che viene posticipata dal 30 settembre (sabato) al 2 Ottobre (lunedì successivo).

Scadenze fiscali novembre 2017

Le scadenze fiscali per il mese di novembre si limitano solo e soltanto al secondo acconto di imposte e contributi, ovvero saldo Irpef, Ires, Irap, Inps, entro il 30 Novembre.

Le scadenze prevedono:

  • 30 novembre: 
    • assegnazione beni ai soci (solo 2017 – 2018);
    • versamento 2° rata imposte relative alle operazioni agevolate effettuate entro il 30/09/2016;
    • secondo acconto inerente all’imposta derivante da modello Unico;
    • Liquidazione IVA trimestrale relativamente al 3° trimestre 2017.

Scadenze fiscali dicembre 2017

Il mese di Dicembre riporta sotto l’albero diverse scadenze fiscali inerenti all’anno terminato. Troveremo il 16 Dicembre la scadenza di IMU e TASI e l’acconto Iva del 2017 fissata come per il 2016 al 27 Dicembre.

Le scadenze di Dicembre sono così suddivise:

  • 16 dicembre: saldo IMU e TASI;
  • 27 dicembre: acconto IVA.

Scadenze Fiscali 2018: novità

Entro il 28 febbraio 2018 devono essere inviati i dati inerenti al secondo spesometro semestrale e la comunicazione della liquidazione IVA del quarto trimestre 2017.

A questo si aggiungono anche le scadenze IVA mensili, il versamento delle ritenute e dei contributi, gestione delle Casse di previdenza.

Lascia un commento

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com