Quantcast
Perché le app di investimento sono diventate così popolari? - BlogFinanza.com

Perché le app di investimento sono diventate così popolari?

Negli ultimi anni abbiamo visto un incremento esponenziale degli users delle app di trading online.

Improvvisamente sembra che il trading sia un mondo alla portata di tutti, con possibilità di facile profitto e arricchimento. Al contempo basta fare una ricerca in Internet per vedere quanti additano il trading online unicamente come fonte di truffe e avvertono i risparmiatori dei rischi legati a questa attività.

E purtroppo, i dati raccolti che nei piccoli risparmiatori che cominciano a fare trading una percentuale altissima, vicina al 90%, finisce per perdere tutto e tornare a casa più poveri di prima.

Quindi non possiamo davvero fare del trading anche noi “comuni mortali”? Dobbiamo abbassare la testa e lasciare il campo ai broker di Wall Street?

Digitalizzazione e spirito ludico, la ruota trainante

Innanzitutto occorre precisare che un fattore in particolare è quello che contribuisce maggiormente alla creazione di questo mercato improvvisamente straboccante di – piccoli – trader: la progressiva digitalizzazione della realtà che ci circonda.

Con l’avvento del fenomeno social abbiamo visto cambiare moltissimo il nostro modo di rapportarci con le comunità a cui apparteniamo. Attraverso i nostri cellulari abbiamo la possibilità con un solo click di comprare giochi match 3 come di investire in Borsa, con la stessa semplicità e lo stesso spirito: in fondo, un termine un po’ antico che si usava per definirla era “giocare in Borsa” e malgrado sia un’attività molto seria che coinvolge un impegno di grandi quantità di denaro, la dinamica del gioco al suo interno ha un’importanza fondamentale.

I ferri del mestiere

Sembra banale, ma alcuni anni fa non c’erano proprio le “infrastrutture” – anche se nel nostro caso sono solo app – per poter cominciare a fare trading. E col passare degli anni sono diventate sempre più performanti, ma soprattutto accessibili.

Lungo gli ultimi anni gli sviluppatori di queste app hanno spinto sempre di più per creare piattaforme semplici, intuitive, alla portata anche del tuo vicino di casa. Hanno cominciato a inserire delle feature legate all’entrata in questo mondo: tutorial, interfacce user-friendly, link di referral. Tutte queste nuove caratteristiche hanno contribuito a rendere l’entrata nel mondo del trading molto più facile per il risparmiatore curioso.

Un esempio di come i social abbiano influito in maniera radicale con il modo di approcciare il trading lo troviamo nelle “sottoculture” o per usare il termine tecnico sub all’interno di Reddit, un social media strutturato apposta per creare comunità di persone interessate allo stesso argomento.

Gamestop, un esempio di mass trading

Un esempio lampante di quanto possono essere influenti gli strumenti social all’interno del mondo del trading lo troviamo in uno dei casi più eclatanti degli ultimi anni: il fenomeno di Gamestop.

In breve cos’è successo?

Gamestop era in caduta libera. I broker di Wallstreet, vedendo il trend discendente, hanno cercato di lucrare sul fallimento dell’azienda attraverso la tecnica dello short-selling.

Gli utenti di un sub di Reddit dal nome iconico WallStreetBets però hanno cominciato una specie di “ribellione”. Mettendosi d’accordo, sono riusciti a comprare in massa le azioni di Gamestop riuscendo a portare un grande fondo di investimento al fallimento.

Ecco come la progressiva democratizzazione delle informazioni e degli strumenti del trading abbia creato la possibilità chiunque di cominciare la propria attività di azionista e di influire sul mercato. Che poi questa attività sia remunerativa o solo un buco nell’acqua, è un altro paio di maniche.

Instabilità = opportunità

Gli ultimi anni sono stati costellati da incertezze, difficoltà e contemporaneamente dall’imporsi prepotente di nuove tendenze.

E da una parte questo significa un momento complesso per le persone comuni, che non riescono a sopravvivere con l’aumento dei prezzi mentre il reddito del lavoro rimane stabile e si trovano a dover spendere i propri risparmi per andare avanti.

Dall’altra però, per chi investe in Borsa, e in particolare per chi fa trading di titoli, regola fondamentale del business è proprio quella che collega i fattori macroscopici a possibilità di guadagno incredibilmente più remunerative rispetto a un periodo relativamente “tranquillo”. Infatti nel 2022 gli analisti di Blue Rating si aspettavano un boom delle transazioni. 

Cosa sono i fattori macroscopici? Sono quelle oscillazioni nel mercato che non dipendono da fattori interni, ma dagli eventi a livello globale, che naturalmente finiscono per influenzare anche il mercato.

I rivolgimenti improvvisi portano grosse oscillazioni nel mercato e quindi “alzano la posta in gioco”: si rischia di più, ma si può anche fare jackpot. E i nuovitrader digitali se ne sono resi conto.

BlogFinanza.com
Average rating:  
 0 reviews

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.