Pensioni Usuranti: domande entro il 1° maggio 2019: requisiti e scadenze

Potrai andare in pensione nel 2020 in maniera precoce solo se possiedi uno dei seguenti requisiti:

  • Svolgi lavori usuranti;
  • Svolgi lavori notturni.

Questi sono i due requisiti che ti permettono di anticipare la
pensione. Si devono poi possedere anche alcuni requisiti anagrafici, ovvero
avere un’età di 61 anni e 7 mesi.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Se possiedi tutti questi requisiti puoi inviare la domanda di accertamento dei requisiti all’Inps entro il 1° maggio 2019.

Pensione usuranti, domande entro il 1° maggio: requisiti e scadenze
Pensione usuranti, domande entro il 1° maggio: requisiti e scadenze

Si tratta di una Pensione
agevolata
solo per i lavoratori
impiegati
che svolgono le mansioni usuranti; se sei uno di questi, puoi
inoltrare domanda entro il 1° maggio
2019
per poter dunque accedere alla pensione anticipatamente già a partire
dal prossimo anno.

Questo è quanto stabilito dall’INPS la quale deve svolgere tutti
gli accertamenti del caso.

Non perdere tempo dunque se vuoi usufruire di questa
agevolazione. La scadenza del 1° Maggio per l’inoltro della domanda è vicino. Entro
tale termine se possiedi i requisiti inerenti ai lavoratori usuranti puoi fare domanda all’Inps per anticipare
l’accesso alla pensione.

Tutti i lavoratori che rientrano in questa categoria possono
accedere alla pensione solo se detengono i requisiti suddetti; nel dettaglio,
questi possono smettere di lavorare:

  • All’età di 61 anni e 7 mesi, solo e soltanto se:
    • Hanno maturato
      35 anni
      di contributi e non 20
      richiesti
      per l’accesso alla pensione di vecchiaia.
    • Hanno accesso a Quota 97,6.

Come detto, al fine di accedere alla pensione nel 2020 (con largo anticipo) tutti i lavoratori usuranti come anche tutti coloro che svolgono lavori notturni devono presentare la
domanda di accertamento dei requisiti entro
il 1° maggio prossimo
.

Se non si presenta in tempo la domanda, s potrebbe rischiare
di far slittare la decorrenza della
prestazione
pensionistica ad un momento successivo rispetto a quello attuale
legato all’accertamento del diritto al beneficio.

Se vuoi fare domanda ma non sai come fare, leggi quanto di
seguito riportato. Prima di far questo però è bene fare chiarezza su quali sono
le categorie professionali alle quali si rivolgono queste agevolazioni.

Pensione agevolata usuranti e notturni: a chi si rivolge?

Secondo quanto stabilito dal D.lgs. 67/2011 (non modificato dall’ultima riforma delle pensioni) tutti
i soggetti che sono considerati lavoratori usuranti o che svolgono lavori notturni,
possono anticipare l’accesso alla pensione avendo compiuto l’età di 61 anni e 7
mesi, nel caso in cui abbiano maturato 35
anni di contribuzione.

Si deve notare anche che oltre a questi requisiti si deve necessariamente
aver svolto un’attività usurante per metà
della vita lavorativa
o anche per sette
degli ultimi dieci anni.

Sono considerate usuranti e come tale danno diritto al
pensionamento agevolato tutte le attività che sono state svolte da i seguenti
soggetti:

Lavori usuranti  

Sulla base di quanto stabilito dall’articolo 2 del decreto del Ministero del Lavoro del 19 maggio 1999
sono considerati tali tutti i soggetti che hanno svolto i seguenti lavori:

  • Galleria;
  • Cava o miniera;
  • Lavori ad alte temperature;
  • Lavori in cassoni ad aria compressa;
  • Attività per l’asportazione dell’amianto;
  • Attività di lavorazione del vetro cavo;
  • Lavori svolti da palombari;
  • Lavori espletati in spazi ristretti;

Sono considerati tali tutti i soggetti che hanno svolto anche
uno dei seguenti lavori:

  • Addetti alla linea di catena;
  • Soggetti alle dipendenze di imprese impegnate
    all’interno di un processo produttivo in serie;
  • Soggetti che sono costretti a sottostare ad un ritmo
    determinato da misurazione di tempi di produzione.
  • Lavoratori che svolgono attività caratterizzate
    dalla ripetizione costante dello stesso ciclo lavorativo;
  • Conducenti di veicoli di capienza complessiva
    pari o superiore a 9 posti adibiti al servizio pubblico di trasporto
    collettivo.

In quest’ultimo caso, vale anche il principio secondo cui l’attività
usurante è stata svolta non come subordinato ma come lavoratore autonomo. In questo
caso, il soggetto rientra in una categoria usurante ma deve rispettare un requisito
anagrafico differente: 62 anni e 7 mesi.

Lavori notturni

Tutti i lavoratori notturni, sono soggetti a dei requisiti differenti
per accedere alla pensione in base
al numero di notti lavorate ogni anno. Questi soggetti maturano dunque il diritto
alla pensione all’età di 61 anni e 7
mesi
o 62 anni e 7 mesi se autonomi
se:

  • Dimostrano di aver lavorato per almeno tre ore
    nell’intervallo tra la mezzanotte e le cinque per periodi di lavoro di durata
    pari all’intero anno lavorativo;
  • Lavorano 6 ore a notte per 78 giorni.

Il diritto alla pensione si matura all’età di 62 anni e 7
mesi (63 anni e 7 mesi per gli autonomi) per chi ha lavorato per almeno sei ore a notte per un totale di
giorni compreso tra 72 e 77.

La soglia sale a 63 anni e 7 mesi (64 anni e 7 mesi per gli
autonomi) per i lavoratori notturni con un numero di notti lavorate compreso
tra le 64 e le 71.

Pensione agevolata usuranti e notturni: come fare domanda?

A questo punto, se possiedi uno dei requisiti su richiesti puoi
fare domanda per andare in pensione nel 2020.

Questi requisiti infatti devono essere raggiunti tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020.

In questo caso, puoi presentare la domanda u anno prima
entro il 1° maggio 2019 e presentare
dunque la documentazione necessaria
all’Inps
.

Ai fini del riconoscimento del diritto al pensionamento
anticipato, devi inviare all’Istituto i documenti con i quali certifichi che lo
svolgimento delle tue mansioni sono considerate usuranti e che queste siano
state volte in un determinato periodo di tempo, secondo quanto stabilito dalla
norma, e che sia riscontrabile tramite buste
paga e libretti lavoro.

Questo però non vuol dire che tutti coloro che presentano domanda oltre
questo termine
non avranno diritto. Assolutamente
NO!

Questi soggetti potranno andare in pensione allo stesso
modo, ma in un periodo successivo. Quindi il rischio è quello di slittare la
decorrenza dell’assegno.

Ad esempio, per un ritardo della presentazione inferiore o
pari ad un mese vi sarà un differimento della decorrenza della pensione di un mese.

Se invece si parla di un ritardo superiore a 30 gg, ma
inferiore a 90 gg, lo slittamento è di 60 gg.

La domanda deve essere presentata inviando tutti i documenti
necessari alla competente struttura territoriale dell’Inps e lo si deve fare avvalendosi
della procedura telematica presente all’interno del sito dell’Istituto.

In alternativa puoi sempre rivolgersi ad un patronato in
modo da avere tutto il supporto –
gratuito – di cui avete bisogno.

Ricorda inoltre che
non si tratta di domanda di pensionamento
! Si tratta solo di un semplice accertamento del diritto alla
pensione agevolata.

La domanda di accesso alla pensione, deve essere prodotta in
un momento successivo, ovvero quando l’Inps accerti il diritto al requisito.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Investimenti

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di  trading >>

Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP.

Unisciti alla rivoluzione del social trading di AvaTrade >>

Copia automaticamente gli investimenti dei trader piu’ esperti con  DupliTrade.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading