Guida ai prestiti: il Loan-to-Value (LTV)

Eccoci nuovamente qui a descrivere un concetto molto importante nell’ampio mondo dei finanziamenti interessante soprattutto per chi si appresta a chiedere un mutuo. Questa volta, però, dobbiamo fare ricorso all’inglese: il termine in questione è il Loan-To-Value (LTV). Noi lo potremmo tradurre, in modo meno poetico ma senza dubbio efficace, in: Rapporto tra Mutuo e Valore dell’immobile.

A parte la lingua alla quale affidarsi per definire questo concetto, il suo significato ha una notevole rilevanza nel mondo dei finanziamenti, ed in particolare in quello dei mutui. È facilmente immaginabile che, maggiore sarà il valore dell’immobile a garanzia rispetto al mutuo e meglio la banca si sentirà appagata e garantita.

Ma cos’è, nello specifico, il Loan-To-Value? Sostanzialmente questo concetto può essere definito come il rapporto fra la somma richiesta per il mutuo ed il valore commerciale dell’immobile.

Da questo, come vedremo, c’è la disponibilità di istituti di credito a praticare tassi minori alla clientela che richiede prodotti di finanziamento contenuti rispetto al valore del bene da ipotecare; in particolare possiamo definire tre soglie.

La prima soglia di LTV definita dalle banche e dagli istituti di credito si attesta tra il 50 ed il 60%; chi richiederà un mutuo in questa proporzione tra somme richieste e valore commerciale dell’immobile potrà godere di una ‘passatoia rossa’: il tasso applicato al finanziamento sarà il migliore possibile.

Il secondo livello è posto di solito intorno all’80%. A questa clientela è riferita l’offerta standard. Salendo ulteriormente troviamo, sempre più raramente, mutui con un LTV del 95-100%; in questo caso, però, bisognerà accettare un tasso di interesse decisamente meno favorevole visto la rischiosità insita in un finanziamento che vede, come oggetto, un ammontare così alto di somme.

Nel corso degli ultimi mesi, ma anche degli ultimi anni, si può notare un trend di costante calo del LTV; con la stretta creditizia adottata dalla banca e gli elevati tassi di interesse applicati su prodotti di questo tipo, i clienti sono costretti a chiedere sempre meno per poter acquistare un immobile.

Mutui.it, in particolare, ha analizzato oltre 12mila richieste di finanziamento presentate in Italia da ottobre 2011 ad aprile 2012 e, per la prima volta nella storia recente, l’importo medio concesso dalle banche sui mutui prima casa scende al di sotto della prima soglia individuata: quella del 50% attestandosi, per essere precisi, al 49%.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito Licenza CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC -CONOSB Conto demo
Opinioni 24Option
20€ gratis coupon Licenza CySEC - CONSOB - BaFin Conto demo
Opinioni eToro
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20$ bonus Cash senza deposito Licenza CySEC - CONSOB - ASIC Conto demo
Opinioni XTrade
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
10.000 $ CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC Conto demo
Opinioni BDSwiss
Conto demo CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni FaceOption

Luca M.

Lascia un commento

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com