Quantcast
Guida ai prestiti: i finanziamenti revolving - BlogFinanza.com

Guida ai prestiti: i finanziamenti revolving

? Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Solo pochi giorni fa abbiamo trattato il tema delle carte di credito; tra queste c’è un prodotto finanziario molto interessante per chi si appresta a richiedere un finanziamento che, nel corso degli ultimi mesi, sta prendendo sempre più piede anche nel nostro Paese. Stiamo parlando dei finanziamenti revolving.

Il motivo è sempre lo stesso: la peggiorata situazione economica ha ridotto la percentuale di risparmio delle famiglie che, per poter mantenere lo stesso tenore di vita degli anni scorsi, si trovano costretti ad indebitarsi.

Il finanziamento revolving, come molti altri, di fatto viene considerato nella categoria dei prestiti personali; si tratta di un prestito fondamentalmente ricaricabile la cui gestione è affidata totalmente e completamente al richiedente.

Ma chi chiede un finanziamento revolving perchè lo fa? Innanzitutto sono presenti delle esigenze di liquidità o, magari, spese improvvise che devono essere soddisfatte. La gestione di questo finanziamento non differisce molto da quello delle carte revolving. Ciò che distingue le carte revolving dai finanziamenti revolving è che questi ultimi richiedono l’apertura di un vero e proprio fido bancario.

Ciò che caratterizza le carte revolving, invece, è la disponibilità completa del credito che si ricarica mano a mano che il richiedente rimborsa la rata. Il principio è assolutamente identico anche per il finanziamento revolving.

Tramite un sistema di rimborso con rate mensili il cliente è tenuto al rimborso del debito che viene contratto con l’istituto erogante; ad ogni utilizzo il credito disponibile diminuisce, ma si ristabilisce prontamente con il versamento della rata.

Ma allora perchè puntare su un finanziamento revolving? Molto semplice: quando si vuole disporre di un credito utilizzabile in modo completamente autonomo e secondo la propria voglia. I prestiti revolving si caratterizzano per la loro flessibilità, per la loro autonomia, per la libertà che concedono al richiedente.

In molti casi, poi, gli istituti eroganti offrono anche la possibilità di modificare la rata durante il prestito; il cliente, così facendo, potrà controllare al meglio la propria situazione finanziaria e rendere il finanziamento sempre più in linea con le proprie esigenze.

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.