Guida prestiti: la cessione del quinto

Il prestito con la cessione del quinto è regolamentato dal D.P.R. legge 180/50. La cessione del Quinto è una tipologia di finanziamento concessa ai lavoratori dipendenti o ai pensionati che prevede che il capitale richiesto venga rimborsato con un addebito diretto sulla propria busta paga o sulla propria pensione.

Tale prestito rientra nella categoria dei finanziamenti garantiti e diventa quindi un “prestito non finalizzato” all’acquisto di un servizio o di un bene determinato; non viene quindi richiesta alcuna informazione sulla destinazione del finanziamento.

Indirizzato a varie classi di lavoratori e diverse tipologie di contratto:
– dipendenti statali
– dipendenti pubblici
– dipendenti aziende private
– ditte individuali
– autonomi (con modello Unico)
– atipici
– tempo indeterminato
– tempo determinato (con durata del prestito non superiore a quella del contratto di lavoro)
– apprendistato o formazione
– pensionati INPDAP o INPS (dalla legge “Finanziaria 2005”)

La convenienza di questo finanziamento consiste nella possibilità di usufruirne senza la necessità di appoggiarsi ad un conto corrente bancario. La cessione del quinto, infatti, si salda attraverso rate mensili a tasso fisso per l’intera durata dell’ammortamento, che non può superare i 120 mesi (10 anni). Queste, come dice il nome stesso del finanziamento, non possono superare un quinto dello stipendio netto o, in alternativa, della pensione. Tali quote includono tutti gli eventuali costi accessori e assicurativi.

Il pagamento della rate, molto semplicemente, si effettua con una trattenuta diretta dalla busta paga che viene attuata dal datore di lavoro. E’ proprio quest’ultimo soggetto che si assume la responsabilità del pagamento a favore dell’ente che ha finanziato la somma.

Per ottenere questo finanziamento è indispensabile che il richiedente abbia maturato minimo da 6 a 12 mesi di anzianità lavorativa, egli dovrà semplicemente fornire il certificato di stipendio alla banca d’appoggio, insieme alla copia dell’ultima busta paga.

Per ridurre al minimo il rischio di insolvenza, il richiedente deve mettere a disposizione il proprio TFR; la cessione del quinto può essere concessa anche ai cattivi pagatori, ai pignorati o ai protestati dal momento che la garanzia del rimborso è chiesta del datore di lavoro.

È bene far notare che la cessione del quinto non conviene per i bassi importi, nei quali il TAEG è tendenzialmente più elevato.

La legge prevede che il prestito con cessione del quinto, su semplice richiesta del richiedente, può essere estinto in via anticipata, recuperando gli interessi non ancora maturati, oppure rinnovato prima dell’effettiva scadenza, ottenendo un nuovo finanziamento, o ancora rinegoziato con uno di importo più elevato.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo