Quantcast
Contratto di mutuo: ecco come stipularlo - BlogFinanza.com

Contratto di mutuo: ecco come stipularlo

Il contratto di mutuo è uno strumento giuridico particolarmente utile, che di fatto ha permesso a tantissime persone e tutt’oggi lo permette, di porre in essere operazioni particolarmente costose anche se non hanno a disposizione la somma necessaria. Si pensi, ad esempio, a chi ha bisogno di acquistare una casa, oppure chi ha intenzione di ristrutturarla, ebbene, in questi casi e in molti altri ancora è possibile richiedere un mutuo in banca.

Tutto questo è possibile perché la banca, attraverso un’apposita istruttoria, concede al richiedente una determinata somma di denaro e quest’ultimo, definito tecnicamente come mutuatario, è obbligato a restituirla maggiorata di interessi entro un determinato lasso di tempo.

Richiedere un mutuo

Oggigiorno è piuttosto semplice richiedere ed ottenere un mutuo. In molti non sanno che ormai non è necessario recarsi fisicamente, di persona, presso gli uffici di una banca. Questo significa, in parole semplici, che è possibile richiedere mutui online su Facile.it o su altri siti web che si occupano di questi particolari servizi. Più precisamente, dopo aver individuato l’istituto di credito al quale rivolgersi al fine di ottenere un mutuo, è possibile presentare la richiesta fornendo i propri dati. Innanzitutto, è di fondamentale importanza comunicare i dati anagrafici e di residenza, la composizione del nucleo familiare e soggetti a carico, la posizione lavorativa e l’anzianità lavorativa, la qualifica professionale, il reddito sia mensile che annuale. Inoltre, occorre presentare i documenti relativi all’abitazione: la superficie totale (comprendente anche le pertinenze), l’anno di costruzione, il numero dei piani e il suo valore. In caso di altri finanziamenti in corso, la banca ha necessità di conoscere anche l’importo e i creditori.

Il parere di fattibilità

In seguito alla richiesta di mutuo da parte di un cliente, la banca effettua una prima analisi controllando la fattibilità dell’operazione e stabilendo, pertanto, se la somma richiesta può essere concessa. L’analisi è condotta tenendo conto del reddito dell’intero nucleo familiare e di eventuali garanzie. In seguito viene considerato anche l’idoneità dell’immobile ad essere venduto (sia da un punto di vista tecnico che da un punto di vista legale).  Dopo aver ottenuto un parere di fattibilità positivo, è necessario presentare tutti i documenti a sostegno di quanto dichiarato, come il cedolino dello stipendio e il CUD, in caso di lavoratori dipendenti, oppure copia del modello “unico” per i liberi professionisti, nonché la planimetria dell’immobile e la promessa di vendita dello stesso. 

Quanto è l’ammontare concesso dalla banca?

In genere, la banca concede mutui per finanziare fino all’80% del valore dell’immobile. Questo significa che, per poter concludere l’operazione economica a cui è finalizzato il mutuo, occorre procurarsi l’ulteriore 20% della somma necessaria. Tuttavia, in alcuni casi, è possibile ottenere un finanziamento a copertura dell’intero valore dell’immobile. Si tratta di un tipo di mutuo più rischioso rispetto ad uno tradizionale, per questo le banche lo concedono a coloro che sono in grado di dimostrare una solidità economica e finanziaria, e generalmente viene concesso solo a soggetti con un’età inferiore ai 40 anni. Il richiedente, inoltre, non deve risultare come cattivo pagatore e spesso viene anche richiesto un garante.

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X
Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.