Prestiti per le ferie e per il dentista

L’estate è finalmente arrivata su tutta la penisola italiane e con lei aumenta la voglia di partire. Le vacanze, però, in un periodo di crisi economica come questo rischiano di rimanere un miraggio per molte famiglie italiane. Sono sempre di più coloro i quali decidono di partire ugualmente, magari facendo ricorso ad un prestito rivolgendosi a banche o finanziarie per ottenere un’erogazione di qualche migliaia di euro.

I dati mostrano che il finanziamento per le vacanze viene restituito, mediamente, in almeno 48 mesi in modo da poter ridurre il più possibile la rata, ma trovandosi a dover pagare fino all’estate del 2017 la vacanza fatta nell’estate del 2013. La richiesta media è di 5mila euro, con un rimborso a 140 euro al mese. I più bisognosi di ferie sono i residenti nel Nord Italia, la zona geografica che vanta le maggiori richieste.

Un cittadino su due si mette in coda per chiedere e ottenere un prestito. Il Centro Italia è al secondo posto con il 30 per cento delle richieste, al Sud solo il 20 per cento ha bisogno di un finanziamento per pagarsi la vacanze. In totale, i prestiti per le ferie sono aumentati del 13%.

A crescere sono anche i finanziamenti per il matrimonio, addirittura schizzati del +41% in due anni. Questa volta, però, è il Sud a farla da padrone con il 50 per cento e oltre delle richieste di prestiti per uno splendido ricevimento di nozze.

Nelle spese mediche, invece, primeggiano i finaziamenti per il dentista o per il ritocchino estetico. Si va dai 4 ai 10 mila euro. Il 23%, secondo i dati forniti dall’Eurispes, chiede il prestito per pagare il conto dal dentista.

I trattamenti di bellezza, le operazioni di chirurgia estetica, gli impianti di ortodonzia per sé e per i figli, le terapie di lunga durata: nei tempi di crisi, la liquidità serve soprattutto per queste cose. La richiesta media è di circa 6.600 euro, da restituire in 56 mesi, quasi cinque anni. L’età media della richiesta è di 44 anni.

Le richieste più numerose arrivano dalla Toscana (1,36%) e dall’Abruzzo (1,33%). Sono ai minimi in Puglia e in Sardegna (0.,34%). Gli importi più alti vengono richiesti dal Piemonte (9.400 euro), dalla Liguria (8.800) e dal Lazio (7.800). Quelle più basse le troviamo al Centro-Sud: Umbria (4.500) e Basilicata (4mila).

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com