Conti correnti ed usura: come riconoscerla?

Ieri sera la trasmissione televisisa “Le Iene” ha portato a conoscenza tra il pubblico di massa un fenomeno decisamente increscioso; si tratta dell’usura bancaria. Per proteggere i cittadini da questa pratica ci sono delle vere e proprie leggi che ci tutelano dal tentativo degli istituti di approfittarsi del loro potere a discapito delle tasche dei loro clienti.

tasso_soglia

Iniziamo a definire l’usura; ai sensi dell’articolo 644 del Codice penale e della legge n.108 del 7 marzo 1996 sono stati stabiliti dei parametri oggettivi che limitano l’ambito di applicazione del reato di usura.

In ambito bancario, questo tipo di violazione implica che la banca addebiti ai propri correntisti dei tassi più alti rispetto a quelli stabiliti dalla legge attraverso commissioni, remunerazioni, ecc. che incidono in maniera cospicua sul conto corrente di ciascuno.

Il comma 3 dell’articolo 1 della legge 108/1996 recita infatti: “Per la determinazione del tasso d’interesse usurario si tiene conto, delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all’erogazione del credito”.

A cadenza trimestrale la Banca d’Italia stabilisce il Tasso effettivo globale medio, meglio noto come tasso soglia, che ciascuna banca applica nel momento in cui un cliente si rivolge ad essa per chiedere un prestito, un mutuo o un fido.

Si legge sul sito Bankitalia: “Il Tasso effettivo globale medio indica il valore medio del tasso effettivamente applicato dal sistema bancario e finanziario a categorie omogenee di operazioni creditizie (ad esempio: aperture di credito in c/c, crediti personali, leasing, factoring, mutui, ecc.) nel secondo trimestre precedente. Ai sensi della legge il calcolo del tasso deve tener conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all’erogazione del credito. I tassi rilevati sono pubblicati trimestralmente in Gazzetta Ufficiale. Il tasso effettivo globale medio risultante dall’ultima rilevazione e relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso, aumentato della metà, determina la soglia oltre la quale gli interessi sono sempre usurari sulla base della legge n. 108/96. Le banche e gli intermediari finanziari sono tenuti a pubblicizzare nei locali aperti al pubblico il TEGM”.

La conseguenza è semplice: se le banche applicano un tasso di interesse maggiore di quello stabilito da TEGM, si rendono colpevoli di comportamenti usurari e, secondo la legge, devono restituire ai correntisti l’importo dovuto.

Sempre dal sito della Banca d’Italia: “Si rammenta che la legge 108 / 96 prevede il reato di mediazione usuraria nel caso in cui gli oneri sostenuti “avuto riguardo alle concrete modalità del fatto e al tasso medio praticato per operazioni similari, risultano comunque sproporzionati rispetto […] all’opera di mediazione”.

Come conoscere il tasso soglia? “Ogni trimestre le varie banche sono tenute a pubblicare e a far conoscere ai propri correntisti il TEGM relativo al periodo di riferimento”.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Social Trading CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Bonus speciali Central Bank of Ireland Conto demo
Opinioni AVATRADE
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo