Eurispes: il 35,7% degli italiani ha chiesto un prestito negli ultimi 3 anni

Non è certo rallegrante il Rapporto Italia 2013 realizzato da Eurispes dove viene mostrato che il disagio economico delle famiglie, nei dodici mesi del 2012, si è decisamente acuito; il 70% degli italiani afferma di stare peggio rispetto al 2011. Tre italiani su cinque, inoltre, non riescono a coprire la quarta settimana del mese con stipendi ed altre entrate, dovendo fare ricorso ai risparmi di una vita.

Il 79,2% non riesce a risparmiare nulla. E questo, in Italia – patria dei soldi sotto il materasso – è l’indice massimo della crisi. In totale, l’80% degli italiani vede la situazione nel 2012 peggiorata rispetto al 2011; di questi, il 61,5% la vede nettamente peggiorata. Il barlume di speranza arriva da questo dato: il 10,9% pensa che la situazione sia migliorata, contro l’1,4% del 2012.

Il 52,8% degli italiani, comunque, resta fermamente convinto che anche nel 2013 la situazione economica dell’Italia peggiorerà ancora; il 27,9% pensa che rimarrà stabile, mentre un italiano su dieci dice che migliorerà. La categoria più pessimista è quella degli imprenditori (65,5% vede un peggioramento).

Torniamo sul discorso prestiti e risparmi; il 60,6% degli italiani si dice costretto, negli ultimi giorni del mese, ad intaccare i risparmi per concludere il periodo. Il 62,8% ha grandi difficoltà con la quarta settimana e, di conseguenza, quasi otto italiani su dieci non riescono a risparmiare. Il 30% è convinto di non riuscire a risparmiare neanche nel 2013, il 36,7% ci mette l’avverbio “probabilmente”.

Un terzo del campione ha chiesto un prestito bancario negli ultimi tre anni (35,7%, +9,5% rispetto alla precedente rivelazione). Le categorie più bisognose sono i lavoratori con contratti a tempo determinato, in particolare con partita Iva (44,2%), poi quelli subordinati a tempo indeterminato (35,2%). Il 62,3% dei prestiti è stato chiesto per pagare debiti accumulati, il 44,4% per saldare altri prestiti.

Infine, il 27,8% di chi chiede un finanziamento lo fa per acquistare casa, il 22,6% per coprire le spese mediche, il 5% per una vacanza, il 13,1% per un matrimonio, una cresima o un battesimo.

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com