Il mattone italiano piace all’estero: ecco il rilancio dell’immobiliare

Gli italiani che comprano casa sono sempre meno. Gli stranieri che si affidano al mattone nostrano, invece, sono sempre di più. Scenari Immobiliari, in un report, certifica che nel 2012 sono state 4.600 le famiglie estere ad aver acquistato un immobile ad uso residenziale in Italia, contro le 3.000 del 2005. Un incremento del 53% che porta all’insu anche l’importo medio, passato dai 245.000 euro del 2005 agli attuali 455.000.

La quota più consistente di investitori arriva dalla Germania (dal 36% del 2011 al 39% del 2012), seguita da quella inglese con una fetta del 18%. “Le regioni più gettonate – spiega Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari – sono la Puglia con una quota pari al 22% dello stock complessivo degli acquisti esteri, seguita dal Lazio con il 21%, dalla Toscana con il 16% e dalle Marche con il 15%”. Continua peraltro la crescita degli acquisti da parte delle famiglie russe che dal 2% del 2005, quest’anno spuntano un consistente 13%.

I russi – spiega Paola Gianasso, responsabile mercati esteri di Scenari Immobiliari – sono generalmente dotati di elevate risorse economiche. Se negli scorsi anni, in molti casi, si orientavano verso immobili di lusso in Sardegna, negli ultimi tempi hanno concluso un buon numero di affari nelle località turistiche più rinomate della Liguria e della Versilia”.

I russi inoltre hanno concluso trattative nella capitale, sulla Costiera Amalfitana e nell’Umbria. Alcuni acquisti sono stati effettuati anche vicino ai laghi lombardi e sulle Dolomiti: nella maggior parte dei casi, si tratta di investimenti importanti, anche perché la ricerca si orienta in particolare su immobili di grandi dimensioni, come ville ed attici. Nel 2005 il 30% degli investimenti immobiliari stranieri aveva come destinazione la Toscana, ma l’alto livello delle quotazioni ha determinato uno spostamento del flusso di acquirenti esteri verso regioni limitrofe più convenienti come le Marche e il Lazio settentrionale.

Gemma Bruce, di Casa & Country Italian Property (un’agenzia che copre quasi tutta la Toscana) segnala che nel 2012 si è comunque registrato un miglioramento del mercato immobiliare di alta gamma della regione, grazie anche a un calo delle quotazioni che nell’ultimo triennio sono scese di circa il 15%-20%. In grande crescita il mercato immobiliare della Puglia che unisce mare, campagna e piccoli borghi. Dal 2005 sono praticamente triplicate le compravendite immobiliari estere nella regione (dal 7% al 22%).

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com