Non solo poveri: la crisi colpisce anche i beni di lusso

E’ la rivincita del pane e sardine contro il caviale e champagne. La crisi, infatti, sta iniziando a colpire anche alcuni beni di lusso che, inevitabilmente, rimangono sugli scaffali dei negozi che li propongono alla propria clientela generando un calo delle vendite e dei consumi.

Nei primi sei mesi del 2012, infatti, le uova di storione hanno fatto registrare una riduzione del consumo pari al 37%, si tratta di un record che non si registrava dal 2002. E le bollicine? Sono rimaste nelle bottiglie. Lo champagne francese, infatti, non ha varcato le Alpi, passando da 9 milioni a 2,5 milioni nel giro di dieci anni. Da gennaio a giugno il crollo è stato del 21 per cento.

“Se da un lato le occasioni per divertirsi sono diminuite per la maggioranza che è costretta a affrontare la pesante riduzione del potere d’acquisto determinata dalla crisi – spiega la Coldiretti – c’è per il 90 per cento la volontà di preferire prodotti Made in Italy nella consapevolezza di sostenere la ripresa dell’economia nazionale”.

Non va meglio nel settore delle automobili di lusso; a settembre 2012, rispetto allo stesso periodo del 2011, la Porsche ha perso il 62%, la Ferrari il 51%, la Maserati il 55 e la Lamborghini il 62%.

Nei giorni di festa, abbandonati i ristoranti chic, si è raggiunto il record di permanenza davanti ai fornelli: 69 minuti a famiglia. Cresce il numero di italiani che porta al lavoro il cibo già preparato. Si parla di 7,7 milioni di persone; di queste, 3,7 hanno dichiarato di farlo regolarmente, tanto che molti uffici sono stati attrezzati di luoghi dove scaldare un pasto. E aumentano anche le persone – calcolate in 21 milioni – che preparano da sole in casa yogurt, pane, gelato e conserve.

Il 51 per cento degli italiani ha dovuto rinunciare ad acquistare un vestito, i saldi estivi infatti sono stati un flop. Stessa quota per chi ha rinunciato alla vacanza. Il 47 per cento ha ridotto le spese per il tempo libero, il 34 per cento ha detto no agli acquisti tecnologici, il 30 per cento ha messo da parte il sogno di un’auto o moto nuova. Il 33 per cento, infine, ha ridotto o rinunciato alle attività culturali.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Social Trading CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo