Non solo poveri: la crisi colpisce anche i beni di lusso

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

E’ la rivincita del pane e sardine contro il caviale e champagne. La crisi, infatti, sta iniziando a colpire anche alcuni beni di lusso che, inevitabilmente, rimangono sugli scaffali dei negozi che li propongono alla propria clientela generando un calo delle vendite e dei consumi.

Nei primi sei mesi del 2012, infatti, le uova di storione hanno fatto registrare una riduzione del consumo pari al 37%, si tratta di un record che non si registrava dal 2002. E le bollicine? Sono rimaste nelle bottiglie. Lo champagne francese, infatti, non ha varcato le Alpi, passando da 9 milioni a 2,5 milioni nel giro di dieci anni. Da gennaio a giugno il crollo è stato del 21 per cento.

“Se da un lato le occasioni per divertirsi sono diminuite per la maggioranza che è costretta a affrontare la pesante riduzione del potere d’acquisto determinata dalla crisi – spiega la Coldiretti – c’è per il 90 per cento la volontà di preferire prodotti Made in Italy nella consapevolezza di sostenere la ripresa dell’economia nazionale”.

Non va meglio nel settore delle automobili di lusso; a settembre 2012, rispetto allo stesso periodo del 2011, la Porsche ha perso il 62%, la Ferrari il 51%, la Maserati il 55 e la Lamborghini il 62%.

Nei giorni di festa, abbandonati i ristoranti chic, si è raggiunto il record di permanenza davanti ai fornelli: 69 minuti a famiglia. Cresce il numero di italiani che porta al lavoro il cibo già preparato. Si parla di 7,7 milioni di persone; di queste, 3,7 hanno dichiarato di farlo regolarmente, tanto che molti uffici sono stati attrezzati di luoghi dove scaldare un pasto. E aumentano anche le persone – calcolate in 21 milioni – che preparano da sole in casa yogurt, pane, gelato e conserve.

Il 51 per cento degli italiani ha dovuto rinunciare ad acquistare un vestito, i saldi estivi infatti sono stati un flop. Stessa quota per chi ha rinunciato alla vacanza. Il 47 per cento ha ridotto le spese per il tempo libero, il 34 per cento ha detto no agli acquisti tecnologici, il 30 per cento ha messo da parte il sogno di un’auto o moto nuova. Il 33 per cento, infine, ha ridotto o rinunciato alle attività culturali.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • 100% Azioni – 0 Commissioni
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC / MiFID II
  • A.C. Milan PARTNER
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

X
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.