Guida ai prestiti: prestiti alle banche

In un momento di crisi generale e sistemica come questa, il favorire l’accesso al credito per le banche è sicuramente un fattore molto importante per risolvere, almeno parzialmente, i problemi. Le banche, con questo credito aggiuntivo, riescono ad avere più liquidità e ad erogare più finanziamenti a imprese e privati che, di conseguenza, possono far sviluppare un circolo positivo.

La Banca Centrale Europea, istituto di Francoforte guidato dal nostro Mario Draghi, ha pertanto deciso di rendere più facile l’accedere ai prestiti dello stesso istituto per le banche che appartengono all’Eurozona. La nota, in questione, è la seguente: “Nuove misure per migliorare l’accesso del sistema bancario alle operazioni di rifinanziamento dell’eurozona”.

L’idea della Bce è quella di ridurre la soglia di rating necessario per accedere al credito e modificare i requisiti fondamentali per alcune garanzie. La mossa, ovviamente, è volta a sostenere le economie dei paesi Ue in un periodo, come quello attuale, indubbiamente difficile e difficoltoso.

Questa operazione andrà a favorire, soprattutto, gli istituti di credito spagnoli ed i Mortgage Backed Securities, ossia dei titoli con sottostante in prestiti immobiliari di cui le banche iberiche hanno quantità ingenti, che vengono ormai considerati alla stregua di titoli ‘”spazzatura” dalle agenzie di rating e che non vengono accettati dalla Bce.

Ammessi alle aste di rifinanziamento della Bce come collaterale saranno anche i titoli con sottostante in mutui residenziali (Rmbs), titoli con sottostante in prestiti a pmi, nonché Abs e Cmbs con sottostante in prestiti per l’acquisto di auto, leasing e prestiti al consumo con un rating “second-best” almeno di “tripla B” secondo il sistema armonizzato di valutazione del credito dell’Eurosistema (almeno “Baa3” per Moody’s, “BBB-” per Fitch e S&P, “BBB” per Dbrs).

Questi Rmbs e Abs subiranno un taglio del valore del 26% mentre per i Cmbs l’haircut sarà del 32%. Gli Abs ammessi al rifinanziamento come collaterale con questa decisione dovranno soddisfare, inoltre, ulteriori requisiti che saranno specificati quando l’atto legale sarà approvato il 28 giugno prossimo. Le misure entreranno in vigore non appena l’atto legale avrà effetto.

Migliori Piattaforme di Trading Online

[migliori-broker count='6' broker='forex' hidetitle='true']
[migliori-broker count='6' broker='opzioni' hidetitle='true']

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com