Quantcast
Guida ai mutui: i mutui Inpdap - BlogFinanza.com

Guida ai mutui: i mutui Inpdap

? Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Oggi torniamo a parlare di mutui e lo facciamo introducendo, per la prima volta, le caratteristiche dei mutui Inpdap. Si tratta, in particolare, di finanziamenti ipotecari agevolati che sono riservati ai dipendenti dell’amministrazione pubblica con un contratto a tempo indeterminato, oltre che ai pensionati iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.

Innanzitutto è bene identificare chiaramente quelli che sono i vantaggi e quelli che sono i difetti dei mutui Inpdad. Innanzitutto, ciò che li contraddistingue, sono le condizioni che vengono applicate; il tasso di interesse, in particolare, risulta essere vantaggioso rispetto alle restanti offerte presenti sul mercato.

D’altra parte, il mutuo Inpdap non è consigliato per coloro i quali hanno urgenza di ricevere somme di denaro: i tempi di erogazione arrivano, in alcuni casi, a superare addirittura l’anno dalla richiesta.

Le finalità di un mutuo Inpdap sono, ovviamente, quelle relative all’acquisto della prima casa oppure la portabilità di un mutuo contratto con un qualsiasi istituto di credito, ma sempre riferito alla prima unità abitativa. L’importo massimo finanziabile non può essere superiore al 100% del valore commerciale dell’immobile e comunque non può superare i 300.000 euro.

Il tasso di interesse applicato può essere fisso o misto; in questo secondo caso il tasso fisso sarà per il primo anno, mentre successivamente diverrà variabile ed indicizzato all’Euribor a 6 mesi. Le spese sono pari allo 0,50% dell’importo contratto. La durata, invece, varia tra i 10 ed i 30 anni.

Per poter ottenere il mutuo è necessario essere iscritti, da almeno tre anni, alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali; la casa oggetto del mutuo Inpdap richiesto, poi, deve essere l’unica in proprietà nel nucleo familiare sul territorio nazionale e, poi, non deve presentare caratteristiche di ‘abitazione di lusso’.

La graduatoria finale viene formata quadrimestralmente dagli Uffici Provinciali e Territoriali assegnando un punteggio sulla base di due differenti parametri: la composizione del nucleo familiare ed il reddito familiare imponibile. A parità di punteggio si considera l’anzianità di iscrizione alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.