Guida ai prestiti: le diverse categorie di mutuo

Oggi torniamo a trattare l’argomento dei mutui e lo facciamo analizzando le varie categorie nelle quali, questi prodotti di finanziamento, possono essere suddivise; i mutui possono essere divisi in base alla finalità, alla modalità di erogazione, alla presenza o meno di ipoteche oltre che alla valuta presa come riferimento.

Una prima distinzione che è possibile effettuare è quella tra mutui fondiari da una parte e mutui edilizi dall’altra; entrambi sono correlati alla disciplina del credito fondiario.

Mutuo Fondiario: si tratta di un finanziamento in un arco temporale a medio o lungo termine che viene concesso per l’acquisto di un immobile già costruito o in fase di ultimazione; viene erogato in una soluzione unica e non può superare l’80% del valore commerciale dell’immobile. La garanzia, presente, è di primo grado e viene iscritta sul bene immobile oggetto del contratto di finanziamento.

Mutuo fondiario edilizio: si tratta di un finanziamento rivolto esclusivamente alle imprese edilizie al fine di agevolare la costruzione di immobili; può altresì essere destinato per la ristrutturazione, la trasformazione, il restauro. L’erogazione dell’importo avverrà in più fasi e seguiranno lo stato avanzamento dei lavori. La garanzia, anche in questo caso presente, è un’ipoteca iscritta sul terreno dove verranno costruiti gli immobili. Il mutuo edilizio, una volta completata la costruzione, verrà suddiviso in diverse quote ripartibili sui vari immobili edificati.

Una seconda classificazione ci consente di distinguere tra mutuo ipotecario e mutuo chirografario.

Mutuo ipotecario: si tratta di un finanziamento che si caratterizza per la presenza di una garanzia ipotecaria alla somma prestata, iscritta sull’immobile oggetto di contratto.

Mutuo chirografario: è un finanziamento nel quale non c’è la presenza di un’ipoteca; la garanzia è personale del richiedente o di terzi. Tale finanziamento, proprio per questo motivo, presenta caratteristiche diverse: durata massima di 5 anni ed importo massimo finanziabile pari a 25.000 euro.

Un discorso a parte lo merita, invece, il mutuo in valuta estera; questi mutui possono essere concessi in qualunque valuta (euro, dollaro, yen, ecc ecc). Il vantaggio è quello tipico di un tasso di cambio più favorevole. In caso di peggioramento del valore dell’euro, in rapporto alla valuta identificata, il costo del mutuo sarà superiore rispetto a quello previsto inizialmente.

Il mutuo in valuta estera, oltre al rischio di cambio, prevede oneri ulteriori: bisogna aprire un conto corrente nella stessa valuta e, per ogni operazione di cambio, la banca richiede il pagamento di una commissione per tale ‘cambio valuta’.

Il mutuo in valuta, un pò inusuale, è indicato per chi ha un’alta propensione al rischio e per chi non è soggetto al rischio di cambio perchè, ad esempio, percepisce redditi in altra valuta.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Fibo Group
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo