Guida ai prestiti: prestiti senza banca e social lending

Parlando di prestiti, finanziamenti e mutui generalmente si associa una banca, un istituto di credito o una finanziaria. Tuttavia non è sempre così: questi crediti si possono ottenere anche senza l’intervento diretto di uno dei soggetti sopraesposti. Oggi vi parliamo di due modalità alternative: prestiamoci.it ed il social lending.

Grazie a prestiamoci.it è possibile richiedere un finanziamento flessibile che verrà erogato con una tempistica minima; come primo step è necessario iscriversi alla community ed inserire i dati ritenuti obbligatori. Sarà così possibile valutare il progetto che si intende finanziare.

Prestiamoci.it avvierà una fase di analisi interna valutando il progetto; qualora l’esito dovesse essere positivo, questo viene pubblicato ed il richiedente può, consultando il sito, comprendere lo stato della procedura di finanziamento. Al raggiungimento dell’importo il richiedente ottiene l’erogazione tramite bonifico e rimborsa il debito con rate mensili.

I vantaggi di prestiamoci.it è che il tasso è unico ed è indipendente dal tipo di progetto da finanziare; questo tasso è fissato al 7%. La rata può essere calcolata direttamente online sul loro sito. L’importo investito da parte del prestatore può variare da un minimo di 500 Euro ad un massimo di 25.000 Euro, mentre la durata massima del prestito non può essere superiore ai 36 mesi.

Discorso diverso e poco più complesso per il social lending; con questo termine si è soliti intendere un network di persone che si conoscono e che si prestano soldi. Questo meccanismo porta ad una riduzione dei costi di intermediazione. Ai finanziamenti possono accedere tutti i membri che fanno parte della community.

Il fenomeno del social lending sta, seppur lentamente, prendendo piede in Italia. I finanziamenti erogabili sono rivolti tanto ai privati cittadini quanto ai liberi professionisti e sono un’allettante alternativa ai finanziamenti più classici dove il richiedente deve ‘fare i conti’ con la banca o la finanziaria che erogherà le somme.

La durata dei prestiti tramite social lending varia tra i 12 ed i 36 mesi e l’importo massimo finanziabile è di 25.000 euro. Il tasso applicato, invece, varia dal 6 al 7% ed è uguale sia per i prestatori di soldi che per i richiedenti di tali somme.

I prestiti peer-to-peer vanno all’assalto di Wall Street, la roccaforte della finanza mondiale. L’ultimo ad essere stato folgorato è John Mack, ex presidente ed amministratore delegato di Morgan Stanley. Non uno qualunque quindi.

Mack, chiamato “Mack coltello” per i tagli effettuati in otto anni alla guida della società, ha deciso infatti di partecipare a un progetto di finanziamenti da privato a privato. John Mack da poco entrato nel gruppo di private equity Kkr ed è consulente di China Investment Corp., il potentissimo fondo sovrano di Pechino che nel 2007, apporfittando della crisi dei subprime, ha acquisito il 9,9% della stessa Morgan Stanley.

Il banchiere di Wall Street, come aveva anticipato il Financial Times lo scorso 13 aprile 2012, è destinato ad entrare anche nel board di Lending Club, una delle maggiori società di social lending degli Stati Uniti specializzata in microfinanziamenti scambiati attraverso una community di privati online e senza alcuna intermediazione di un istituto di credito.

Questa rappresenta la vera consacrazione per il peer-to-peer. Lending Club, nata nel 2007 in Usa e cresciuta su Facebook, ha superato il miliardo di dollari di richieste di fondi ed ha erogato prestiti per, almeno, 589 milioni di dollari. Gli interessi, quasi del 10%, sono stati pari a 59 milioni di dollari.

Forbes ha incoronato la società come la più promettente del 2012.

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com