Quantcast
Prestito Personale Pensionati - BlogFinanza.com

Prestito Personale Pensionati

I prestiti ai pensionati si basano sulla cessione del quinto dello stipendio e sono rivolti a tutti quei lavoratori che sono iscritti presso enti previdenziali (ENASARCO, INPDAP, ENPALS, INPS, INPDAI, EPPI, CNPR, IPOST ecc.).

? Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Il piano di ammortamento viene definito in base alle esigenze del richiedente ma possiede tutttavia alcuni vincoli da prendere in considerazione:
• rata massima erogabile pari al 20% dell’ammontare complessivo della propria pensione (calcolata al netto di ritenute e detrazioni fiscali);
• durata massima del prestito pari a 120 mesi;
• prestito richiedibile tra i 72 e gli 80 anni.

I prestiti per pensionati vengono convalidati per pensioni di vecchiaia, anzianità e reversibilità e non possono essere presentati se si dispone di una pensione di invalidità, o se si beneficia di assegni sociali. Inoltre non è possibile associare pensioni con più titolari ed è richiesta una buona condotta creditizia (non aver subito pignoramenti o more per mancati pagamenti). E’ invece possibile accomunare pensioni intestate al medesimo richiedente purchè non presentino un valore netto (a pensione) inferiore alle 500 euro.

I prestiti personali per pensionati fanno parte della categoria dei finanziamenti non finalizzati, quindi non necessitano di alcuna motivazione e possono essere concessi anche senza valutare l’affidabilità del richiedente (non essere iscritto nel registro dei cattivi pagatori è sempre fonte di maggiori garanzie).
Se si hanno dei prestiti in corso è possibile richiederne un altro solo se è stato rimborsato almeno il 40% delle rate pattuite.

I preventivi online sono del tutto gratuiti e possono essere richiesti in qualsiasi momento, si avalgono di operatori qualificati e di un apposito numero verde per chi volesse avere un contatto diretto. Nel preventivo vengono incluse le eventuali spese di istruttoria e si stabilisce la tipologia di rate e tassi di interesse applicabili.
Infine ogni società o istituto bancario mette a disposizione offerte concorrenziali che facilitano la scelta: rate e tassi fissi, aumento dell’importo richiedibile, annullamento delle spese di istruttoria, tempi minori per l’erogazione del prestito (24 – 48 ore), snellimento dei processi burocratici, addebbito diretto sul proprio conto corrente o recapito di un assegno al proprio domicilio.

La normativa che regolamenta i prestiti per pensionati (ed inerente alla cessione del quinto) è la legge 180/50 consultabile a quest’indirizzo: http://www.lineacredito.net/leggi/legge-180.htm

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.