Caro Mutui aumentano pignoramenti e ipoteche

Il numero di pignoramenti, ipoteche ed esecuzioni immobiliari è in continua crescita in Italia e dovrebbe arrivare entro la fine del 2007 al 19% in più rispetto all’anno precedente.
Questa in sintesi è la denuncia contenuta in un documento pubblicato da Adusbef, l’associazione italiana dei consumatori specializzata nella difesa degli utenti dei servizi bancari e finanziari, dove viene annunciato che la crisi dei mutui subprime americani non ha messo in ginocchio solo i cittadini americani ma anche quelli europei e italiani molto più esposti al rialzo dei tassi.
Adusbef ha preso in analisi tutti i dati ufficiali forniti da otto tribunali di città del centro-nord, compresi Roma e Milano e ha notato che già fino ad agosto sono stati in netto aumento i pignoramenti di case e abitazioni. Se l’andamento dovesse essere confermato anche nell’ultima parte dell’anno, si andrebbe dal +27% di Macerata al +16% di Venezia, mentre Roma e Milano salirebbero rispettivamente del 21 e del 22%.
Questa per ora è solo una stima empirica ma anche i tribunali vanno denunciando da qualche anno l’aggravarsi di questa situazione: il livello di indebitamento degli italiani sta aumentando a livelli pericolosi. E l’indebitamento per la casa è sicuramente quello che pesa di più. Secondo dati di Assoedilizia, i mutui immobiliari coprono l’8% del valore del patrimonio residenziale e il 15% del totale delle abitazioni; con la cifra complessiva di 250 miliardi di euro rappresentano il 17% del Pil.
Il presidente di Adusbef Elio Lannutti chiama si rivolge alle banche e dice: “Questo non accadrebbe se molti italiani non fossero stati costretti a sottoscrivere mutui a tasso variabile quando i tassi di interesse erano ai minimi storici”. I mutui a tasso variabile erogati in Italia sono pari al 91% del totale, sempre secondo Adusbef, mentre nel resto dell’Europa sono il 50%. A sostegno, Lannutti cita dati elaborati dal centro studi Nomisma, secondo cui sarebbero 3,6 milioni le famiglie italiane in difficoltà per il caro casa: di questi 1,7 milioni avrebbero problemi per pagare l’affitto, gli altri 1,9 milioni la rata del mutuo.
Le banche e gli istituti di credito però non ci stanno a sentirsi incolpati e secondo Abi, l’Associazione Bancaria Italiana, “quelle dell’Adusbef sono cifre a noi ignote, che non hanno alcuna relazione con i tassi di interesse sui mutui. Di recente, un’indagine rapida del centro studi dell’Abi, su un campione rappresentativo del 90% delle banche italiane, aveva rilevato
che il livello di rate non pagate si aggira intorno all’1% del totale erogato”.
Abi mette in dubbio anche la veridicità della ricerca dell’associazione dei consumatori dicendo che “bisogna tenere conto che in Italia i tempi per le esecuzioni forzose in caso di insolvenza vanno dai 2 ai sette anni, di conseguenza, i dati dell’Adusbef si riferirebbero come minimo a procedure avviate nel 2005”.
A supporto della denuncia dei consumatori sono invece intervenuti esponenti politici della sinistra. Per il ministro all’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio “l’allarme lanciato da Adusbef non è da sottovalutare”, mentre il vicepresidente di Rifondazione Comunista al Senato Tommaso Sodano e il presidente Giovanni Russo Spena chiedono che in Finanziaria “ci siano gli strumenti per intervenire
sulle banche e mettere in moto meccanismi di protezione per le famiglie”

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
Social Trading CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo