Elezioni europee 26-05-2019: risultati partito dopo partito in tutta l’Europa

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Sono i Popolari il primo partito europeo. Vincono anche i verdi in Germania superano la Spd conquistando nel nuovo Parlamento ben 69 seggi contro i 52 pronosticati. I sovranisti anche se crescono non sfondano.

Elezioni europee del 26 Maggio 2019: chi ha vinto e chi ha perso?

Lo scenario politico

Tutti gli euroscettici crescono ma non stravincono; tutte le famiglie politiche tradizionali compresi i Popolari e i socialisti perdono consensi. Allo stesso tempo conquistano nuovi voti i liberali e soprattutto i verdi. Questi ultimi sono quelli che sorprendono in Germania e in Francia.

Secondo i dati ultimi del Parlamento europeo, i Popolari stravincono con ben 179 seggi nel nuovo Parlamento europeo.

I socialisti al pari dei democratici ottengono ben 152 voti.

Ai verdi invece vanno 69 voti, superando di gran lunga le aspettative. Infatti nella passata tornata elettorale avevano ottenuto 52 e 105 seggi all’interno della formazione che raggruppa l’Alde (che da sola aveva 62 seggi nel precedente Parlamento) e l’En Marche di Macron.

Per quanto riguarda invece il gruppo sovranista fondato da Matteo Salvini, conquista ben 60 seggi all’interno dell’Europa delle nazioni e della libertà.

Stesso numero di seggi anche per conservatori e riformisti a cui aderiscono Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.

Chi ha vinto in Italia?

In Italia il primo partito vincitore è la Lega di Matteo Salvini. Si presenta come il primo partito a cui fa seguito poi il partito democratico. Terzo posto invece solo per il Movimento 5 stelle.

La lega dunque stravince come primo partito, conquistando ben il 32%.

Cosa è successo in Germania?

In Germania, invece, l’affluenza alle urne ha superato il 60% ottenendo un risultato definito come il livello più alto dopo la riunificazione del Paese del 1989.

L’unione di centrodestra Cdu/Csu rimane ancora oggi la prima forza politica conquistando il 27,9% dei consensi. Anche se rimane in testa, rispetto alle passate elezioni, perde 7 punti percentuali.

Per i socialdemocratici della Spd il risultato è molto deludente: il 15,6%.

Anche i Verdi vincono oltre tutte le aspettative, conquistando il 21,8%, ottenendo il secondo posto subito dopo i popolari.

L’Afd, ovvero il partito di estrema destra xenofobo, cresce rispetto al voto europeo del 2014 portandosi al 10%.

Elezioni europee in Spagna

Per quanto riguarda la Spagna, invece, i socialisti del premier Pedro Sanchez si apprestano a vincere con un distacco di oltre 10 punti.

Il Psoe ottiene il 28,9% e 18 seggi conquistandone 11 in più rispetto ai popolari, i quali invece crollano come anticipato dalle politiche di aprile scorso.

Il partito di estrema destra, Vox, invece guadagna 4-5 seggi ottenendo il 6.5% dei voti.

Anche in questo paese l’affluenza alle urne è stata del 50%, contro il 34% nel 2014.

Scenario Elettivo in Francia

In Francia il Rassemblement National di Marine Le Pen, stravince con il 23,2% dei voti superando la lista europeista Renaissance di Emmanuel Macron che si attesta al 21,9%.

I socialisti invece si fermano al 7%.

Vincono anche i Verdi che conquistano un buon terzo posto, ottenendo il 13% dei voti.

Cosa succede nel Regno unito?

Nel Regno Unito, invece il Brexit Party di Nigel Farage vince ancora una volta con i laburisti che ottengono solo un terzo posto, superati anche dal partito liberal-democratico.

Crollano invece i conservatori e crescono i verdi come anche gli indipendentisti in Scozia.

Esiti in Croazia

In questo paese vincono invece i conservatori Hdz, con un programma ed un’agendo pro-Europa, ottenendo quattro seggi su 12 al Parlamento europeo. I socialdemocratici, invece, conquistato tre seggi.

Chi vince in Grecia

Il partito del premier Alexis Tsipras, esce sconfitto dalle urne ottenendo appena il 23% dei consensi. Vince il partito dei conservatori: Nuova democrazia conquistando il primo posto con il 33% dei voti.

L’estrema destra razzista di Alba dorata resta invece al 6%.

Cosa succede in Ungheria?

Vince il partito del premier nazionalista Victor Orban, Fidesz, ottenendo il 56% dei voti. I socialisti e la coalizione democratica di sinistra guadagnato invece il 10% ciascuno.

Elezioni europee in Danimarca

Vincono i liberali con il 23,60%. Si registra invece un crollo degli euroscettici del Partito del popolo danese, i quali hanno ottenuto invece solo un quarto posto con il 10% perdendo ben il 16 percento rispetto alle passate elezioni.

Al Partito socialista danese, vanno invece il 13,15% dei consensi. Ottengono invece il 9.4% l’ala più di sinistra del Paese è il 2.9% la Sinistra radicale.

Il Movimento Popolare contro l’Ue invece supera appena la soglia minima ottenendo il 4,10%, dimezzando il risultato ottenuto cinque anni fa.

Risultati delle Elezioni europee negli altri paesi dell’unione

Finlandia

I conservatori del National Coalition Party si attestano al 20,9%.

Ottengono invece un buon secondo posto i socialdemocratici con il 16,7% dei voti anche se perdono il primato ad appena un mese dalle elezioni politiche,

perdono invece i finlandesi popolari, ovvero gli alleati della Lega di Matteo Salvini, che conquistano appena il 13,1%:

Romania

Vince il partito socialdemocratico al governo (Psd) con il 25.8% a cui si affianca anche il principale partito di opposizione, il Pnl (Partito nazionale liberale).

Austria

Vittoria per i popolari dell’Oevp con il 34,5%. Dietro di loro i socialdemocratici con il 23,5% ed al partito di estrema detsra Fpoe, che si ferma intorno al 17,5%.

Slovacchia

Il partito della presidente Zuzana Caputova conquista il 20,1% dei consensi espressi e finora contati. Lo Smer, invece, crolla del tutto perdendo il 24% e attestandosi ad appena il 15,7%.

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central