Quantcast
Rischio procedura d'inflazione sulla Manovra per Italia e Franca - BlogFinanza.com

Rischio procedura d’inflazione sulla Manovra per Italia e Franca

No solo l’Italia, ma anche la Francia rischia la procedura di inflazione se non farà rientrare il Deficit: oltre il 3%.

? Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Tutto ha inizio con la protesta dei gilet gialli, con le problematiche di ordine pubblico che rischiano di provocare una nuova disputa politica fra la Commissione Ue e governi nazionali.

Macron

Macron

Le parole del premier francese Edouard Philippe

avremo conseguenze in termini di spesa [pubblica] e necessariamente implicherà conseguenze in termini di deficit – e sappiamo che ne avranno sul deficit del 2019. A quantificare tale impatto ci ha pensato il ministro dei Conti pubblici, Gerald Darmanin con il nuovo rapporto deficit Pil, stanti le nuove spese, arriverebbe al 3,4%. Una notizia che ha contribuito a riportare lo spread francese, sui Bund, ai massimi dal maggio 2017.

Il problema non è solo di carattere economico ma anche di carattere politico. Infatti la Commissione europea, idi fronte a un deficit previsto al 2,4% dal governo italiano ha immediatamente agitato lo spettro della procedura d’infrazione. Lo dovrà fare ache per la Francia con un deficit al 3,4%. Ma siamo sicuri che questo avverrà?

Al momento però non si è espresso Bruxelles rispetto alle novità del budget francese in quanto non vi è una vera e propria bozza di manovra finanziaria. Le valutazioni sono rimandate a quando il nuovo piano economico sarà definito nel dettaglio.

Le parole del vicepremier Luigi di Maio

In merito alla questione inflazione è intervenuto il vicepremier Luigi Di Maio il quale ha dichiarato che i francesi dovranno per forza aumentare il deficit e si aprirà anche un caso Francia, se le regole valgono per tutti.

Le parole di Giovanni Tria

Il Ministro dell’Economia Giovanni TRIA in merito alla manovra afferma:

Reddito di cittadinanza e pensioni restano ma le misure tecnicamente richiederanno qualche mese per essere realizzate. La manovra non verrà rivoluzionata. 

E’ possibile evitare la procedura di infrazione. Si tratta di prendere decisioni politiche rispetto a varie alternative. Oltre alle risorse che arriveranno dal minor costo del reddito di cittadinanza e di quota 100 sono possibili altri tipi di risparmi e correzioni, che si stanno studiando. Tutto questo può portare a un mutamento dei saldi.

Le parole del Premier Giuseppe Conte

Non andrò a Bruxelles con il libro dei sogni ma con lo spettro completo del progetto riformatore del governo: mi confronterò sui numeri consapevole che la manovra risponde a esigenze del Paese ma entro i vincoli europei.

Siamo nel mezzo di un confronto serrato che confidiamo leale e paritario, nell’auspicio che si possa trovare punto di equilibrio e convergenza. Resto fiducioso del buon esito della trattativa con la Ue perché in gioco in questo momento c’è molto di più dei saldi finali ma l’idea stessa di rappresentanza politica, il senso del nostro ruolo e della nostra missione.

Occorre superare un rigorismo miope che pretende di combattere un’instabilità con misure che finiscono per favorirla. L’Europa deve perseguire un rapporto equilibrato tra riduzione e condivisione del rischio. Al Consiglio europeo si dovrà tenere in considerazione l’orizzonte politico di un’Europa in rapida evoluzione, dove è sempre più chiara esigenza dei cittadini di poter contare su istituzioni sempre più attente all’equità. Per questo puntiamo a una Europa più equa e più sicura.

Sull'autore

Tommaso Piccinni

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.