Quantcast
Manovra bocciata dall'Ue - Conte: la manovra non è ardita! - BlogFinanza.com

Manovra bocciata dall’Ue – Conte: la manovra non è ardita!

Il Governo si dice tranquillo sulla manovra e non ha nessuna paura.

Il presidente del consiglio Giuseppe Conte 

? Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Boccia: Siamo molto arrabbiati e determinati!

La manovra viene descritta ad oggi come una delle più ardite ma in realtà non è così. Queste le parole di Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio:

Prevediamo uno scostamento del deficit molto, molto contenuto. Abbiamo ereditato un rapporto deficit-Pil dell’1,2% ma va considerato anche il peso dell’Iva che è pari a 12,5 miliardi di euro.

Siamo partiti da un 2% nel rapporto deficit-Pil, bisogna parlare di uno scostamento reale dello 0,4%.

Il premier continua il suo discorso rispondendo alla questione Sprea, affermando:

Le misure non cambiano in merito alla manovra e sicuramente se lo spread sale o se comunque si mantiene alto è un problema e quindi dobbiamo augurarci che scenda.

Si devono abbassare i toni. Facciamo sistema affinché ciò avvenga. Stiamo lavorando perché lo spread si abbassi. Vogliamo e dobbiamo mandare un messaggio di fiducia.

Le parole del Vicepremier Luigi Di Maio

Io non credo che si debba parlare di cambiare la manovra sul tema del 2,4% del deficit, per due motivi:

  1. Perché manteniamo le promesse;
  2. Perché siamo uno stato sovrano.

Secondo Di Maio, i mercati non sono preoccupati per la manovra ma lo sono per uno storytelling falso che l’Italia voglia uscire dall’euro e dall’Europa.

Sono fiducioso che nelle prossime settimane lo spread comincerà a scendere perché saranno le settimane del dialogo con la Ue. La manovra sarà efficace perché intende investire nel capitale umano di questo paese.

Le parole di Matteo Salvini

La manovra economica darà serenità e stabilità all’Italia quindi non abbiamo bisogno di aiuti esterni. Siamo qua a parlare di business, di amicizia, di collaborazione, a ringraziare gli imprenditori italiani che resistono alle sanzioni, a tutto e a tutti.

Noi puntiamo sul lavoro, la vita reale. Gli italiani ci hanno votato per intervenire sulla vita reale, sulla legge Fornero, su Equitalia, sulle partite Iva, sull’agricoltura. La finanza seguirà.

Le parole del presidente di Confindustria

Siamo molto arrabbiati e determinati. Io difficilmente mi arrabbio.

Sono molto arrabbiato ma uso la forza del pensiero e non quella dei toni. Più la situazione si rende tesa e più io sono calmo ed è nella mia natura ma siamo arrabbiati.

E’ solo nei toni che non ci mostriamo arrabbiati ma nel merito siamo arrabbiati e molto determinati. Anche se lo diciamo con toni dolci questo non significa che non siamo arrabbiati. Non permetteremo a nessuno di scipparci il futuro.

Sull'autore

Tommaso Piccinni

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.