Quantcast
Aquarius, Salvini chiude i porti Italiani. Malta non interviene! E’ Scontro politico. - BlogFinanza.com

Aquarius, Salvini chiude i porti Italiani. Malta non interviene! E’ Scontro politico.

Il ministro dell’interno Matteo Salvini, chiude i porti italiani all’attracco delle navi di migranti. Conte: Italia da sola. Per la Valletta: Roma viola leggi!

? Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Si tratta di 629 migranti a bordo di cui 123 minorenni, 11 bimbi e 7 donne incinte.

E’ lo stesso premier ad affermare che saranno inviate delle motovedette e dei medici. Ma lo scontro rimane sempre con l’UE la quale fa orecchie da mercantate alle richieste dell’Italia.

La nave Acquarius

Cosa è successo?

Salvini chiude porti italiani a Aquarius con una lettera urgente inviata alle autorità maltesi da parte del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, chiedendo di far approdare alla Valleta la nave Aquarius con 629 migranti a bordo essendo quello il “porto più sicuro”.

In breve, L’Aquarius non è stata autorizzata ad approdare in Italia.

Al premier maltese Joseph Muscat che ho contattato personalmente questa sera ho chiesto chiaramente che si facesse carico almeno del soccorso umanitario delle persone in difficoltà che si trovano sull’Aquarius.

Muscat, pur comprendendo la situazione, non ha assicurato però alcun intervento anche in chiave umanitaria.

Si conferma l’ennesima indisponibilità di Malta, e dell’Europa, a intervenire e a farsi carico dell’emergenza.

Questo viene anche confermato dal premier Giuseppe Conte.

E’ stato disposto l’invio di due motovedette con medici a bordo pronti a intervenire al fine di garantire la salute di tutti gli occupanti dell’Aquarius che dovessero averne necessità.

L’Italia si ritrova ad affrontare in totale solitudine l’emergenza immigrazione. Il problema è stato da me posto anche nel corso del G7 a tutti i partner europei in questi ultimi giorni dove ho anticipato che i flussi migratori devono essere gestiti in maniera condivisa anche per ciò che riguarda tutte le iniziative volte a prevenire le partenza.

Il regolamento di Dublino va radicalmente cambiato.

Il governo di Malta non è né l’autorità che coordina ne ha competenza sul caso della nave Aquarius. Questo viene confermato dal portavoce del governo della Valletta citato dal quotidiano Malta Today in una prima reazione al caso.

Siamo preoccupati per la direzione presa dalle autorità italiane sull’Acquarius, che è in alto mare. Vanno manifestamente contro le leggi internazionali e rischiano di creare una situazione pericolose per tutti coloro che sono coinvolti”. Così il premier maltese Joseph Muscat su Twitter sul caso dell’imbarcazione con a bordo oltre 600 migranti in cerca di un approdo.

L’Italia si sveglia e dice NO!

Da oggi anche l’Italia comincia a dire NO al traffico di esseri umani, NO al business dell’immigrazione clandestina. Il mio obiettivo è garantire una vita serena a questi ragazzi in Africa e ai nostri figli in Italia.

Lo afferma il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Malta non può continuare a voltarsi dall’altra parte quando si tratta di rispettare precise convenzioni internazionali in materia di salvaguardia della vita umana e di cooperazione tra Stati.

Il Mediterraneo è il mare di tutti i Paesi che vi si affacciano e non si può immaginare che l’Italia continui ad affrontare questo fenomeno gigantesco in solitudine. Ecco perché chiediamo al governo di La Valletta di accogliere la Aquarius per un primo soccorso ai migranti a bordo.

Noi continueremo a salvare vite umane, altri restano nel torto.

Sull'autore

Tommaso Piccinni

Lascia un Commento

X
Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.