Quantcast
FI attacca Grasso su Ius soli - BlogFinanza.com

FI attacca Grasso su Ius soli

Il duro attacco sulla legge dello IUS Soli questa volta arriva da IF la quale afferma di aver forzato il voto! La risposta ovviamente non si fa attendere e lo stesso Grasso afferma: non vi è nulla di vero di quanto afferma FI. Ha deciso l’aula!

Cittadinanza: da 13 anni la discussione in Parlamento

? Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Scontro e polemiche dunque sullo ius soli!

Ancora una volta la legge non passa! Purtroppo sono ancora tante le assenze in aula, anche se in Senato si consuma ugualmente lo scontro tra Forza Italia e il presidente Pietro Grasso.

A prendere la parola e partire all’attacco questa volta è il gruppo dei berlusconiani i quali contestano a Grasso la scelta di aver inserito il disegno di legge nel calendario dei lavori dell’aula.

La potremmo definire come una mossa, atta al fine di tentare un blitz prima dello scioglimento delle Camere.

Pietro Grasso: presidente del Senato

Pietro Grasso: presidente del Senato

Il presidente dei senatori berlusconiani Paolo Romani, in una nota infuocata, afferma infatti:

mettere in calendario “un tema controverso e discusso come la radicale modifica delle procedure per ottenere la cittadinanza italiana al termine di una seduta di fine legislatura è prima di tutto da irresponsabili”.

Ma il duro attacco non si ferma solo a questo.

Le dure parole arrivano nel momento in cui Romani dice che Grasso, il fresco leader della sinistra, “tramuta la propria doverosa terzietà in estremismo di parte.

Ha voluto buttare in pasto sulle polemiche di fine anno il diritto fondamentale di uno Stato, come anche della cittadinanza.

Oggi possiamo affermare con ogni probabilità che Forza Italia, per bocca del capogruppo, si opporrà allo ius soli anche nella prossima legislatura.

In questo caso viene chiamato in causa anche Grasso il quale si difende sostenendo di non aver fatto nulla per far esaminare la legge nella seduta incriminata.

Queste la sue parole:

Come il presidente Romani sa bene il calendario dei lavori è stabilito prima in capigruppo e poi confermato da un voto dell’aula.

Nessun intervento del presidente ha alterato quanto stabilito dalla sovranità dell’assemblea.

Ancora una volta Grasso rivendica di essere un sostenitore dello ius soli e questo non placa le polemiche.

Per altro Grasso si dice anche promettente ed afferma che ripresenterà un disegno di legge sulla cittadinanza ai figli degli immigrati direttamente il “il primo giorno della prossima legislatura”.

Sull'autore

Tommaso Piccinni

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.