Quantcast
M5S: Di Maio candidato premier VS  Fico: è il premier ma non è il capo del movimento - BlogFinanza.com

M5S: Di Maio candidato premier VS  Fico: è il premier ma non è il capo del movimento

Ancora una vota tensioni alle stelle all’interno del movimento.

? Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Questa volta è Roberto Fico a gelare Luigi Di Maio il giorno dopo incoronazione alla kermesse ‘Italia5Stelle’.

“Oggi il candidato premier è il capo della forza politica, ovvero è riferito alla legge elettorale e non è capo della vita politica generale del movimento.

queste sono le parole pronunciate dal presidente della commissione Vigilanza Rai.

Luigi Di Maio: premier del movimento 5 Stelle

Luigi Di Maio: premier del movimento 5 Stelle

Questa è una grande distinzione afferma ancora una volta Fico, parlando con alle telecamere della Rai che lo attendevano davanti al suo albergo.

Davide Casaleggio invita a fare squadra

Un grosso in bocca al lupo a Di Maio arriva anche da Casaleggio.

Afferma anche che lo dovremo aiutare tutti assieme perché dobbiamo essere una squadra di volontari ignoti.

Queste le sue parole pronunciate dal palco di Italia 5 Stelle.

Dobbiamo aiutare il M5S a cambiare l’Italia senza cercare qualcosa subito ma per cercare di cambiare questa nazione.

Ancora prosegue Casaleggio e ribadisce come su Rousseau saranno fatte le scelte più importanti per “creare una smart nation, una nazione intelligente”.

Le parole di Di Maio

Di Maio parla direttamente dal palco della Fiera e anticipa qualche punto del suo programma:

“Il 3% deficit/Pil non è un dogma, così potremo ridurre il debito pubblico.

Se non facciamo nuovi investimenti, anche un po’ in deficit, il debito non lo ridurremo mai”.

Parla anche di Sicilia.

“Possiamo liberare la Sicilia dai vecchi partiti, diamo il massimo sostegno a Cancelleri.

Non dobbiamo utilizzare le elezioni in Sicilia per grandi dinamiche nazionali, sono importanti per i siciliani.

In Sicilia abbiamo tutti partiti contro ma tutta la gente onesta è con noi”.

Di Maio candidato premier

Secondo Beppe Grillo Di Maio sarà un ottimo premier. Di Maio al suo ingresso in fiera è stato accolto con un coro da stadio da parte di tutti i suoi attivisti, segno di un cambiamento radicale in cui crede l’Italia.

Ad attendere il fondatore del movimento, vi è anche un gruppo di sostenitori che sventolano bandiere, palloncini e striscioni.

E’ ancora una volta Di Maio a farsi avanti e a stringere le mani a tutti, non tralasciando una frecciatina contro la stampa:

“I nostri nemici sono certa gente…” dice.

Ancora, Di Maio distribuisce delle finte banconote compresi i giornalisti ironizzando e affermando che darà 1000 € a chi mi fa una vera domanda.

Infine, nella chiusura della festa di Rimini fa un rapido giro dei gazebo salutando i militanti.

“E’ bellissimo, e c’è continuità”

Questa la replica a chi gli chiede come si senta nel primo giorno da “non” capo politico del M5S.

Anche Grillo, alla fine della festa di Rimini ha fatto un rapido giro dei gazebo salutando i militanti.

Non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti dal movimento, per capire quelle che saranno le linee guida da intraprendere per andare alle prossime elezioni.

Sull'autore

Tommaso Piccinni

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.