Renzi in USA: politica e affari dietro il viaggio in California

Non si tratta certamente di una vacanza il viaggio che si è fatto Matteo renzi. L’ex premier si porta il “Richelieu” Marchino nella Silicon Valley. Per parlare di cyber security e big data. In sostanza, il suo intento è quello di stringere un accordo con Google e altri colossi tech Usa.

Matteo Renzi, è volato negli Stati Uniti, e precisamente in California, non per una vacanza, ma per concludere affari privati. Una serie di incontri lo vedono protagonista tenendo un diario sui suoi incontri nella Silicon Valley.

Di sicuro non sarà un a visita per cercare lavoro, altrimenti potrebbe tornarsene in Italia ed essere assunto dal JobsAct! In un suo post sulla sua pagina facebook, si parla di politica, eccellenze italiane nel mondo e patriottismo. Ma come il suo partito si sbriciola, lui perde il posto di segretario, appoggia la campagna elettorale della Clinton, ed ora ama il patriottismo?

La cosa certa è che il suo viaggio è stato organizzato in gran fretta ma sopratutto in gran segreto! Ha forse qualcosa da nascondere?

Per altro tutto quello che Renzi non scrive nei suoi aggiornamenti è che ad accompagnarlo nelle giornate californiane c’è l’amico Marco Carrai, già testimone di nozze, imprenditore rampante e da sempre Richelieu di Matteo.

Per Carrai non è nuovo partire per San Francisco. Per altro da diversi anni ha sviluppato una rete di rapporti imprenditoriali di un certo livello. Pensiate che l’interesse di Renzi siano proprio questi contatti?

Vi è poi anche da sottolineare che tra i viali della Silicon Valley vanno forte le start up israeliane. Tra queste ricordiamo l’imprese di Marchino che per altro detiene intrecci con l’imprenditore di Tel Aviv (ormai trapiantato a Roma) Jonathan Pacifici. Con questo per altro detiene quote nella Cambridge Management Consulting Labs.

Ma le novità non sono finite!

Nella Cmc c’è anche ex Eni e Telecom Franco Berbabè ed il figlio Marco. Pura casualità? A noi sembra sia un incrocio poco trasparente, un incrocio di affari che spaziano nella consulenza strategica all’analisi di apparecchi e sistemi di comunicazioni, tra aziende come ad esempio Wadi Ventures, la Cys4, la Yourfuture o la Cgnal. Queste sono sempre aziende dello stesso settore, che si occupano di sviluppo e vendita di software o semplicemente di analisi dei dati.

Dunque in California era già arrivato Federico Pagani, l’amministratore delegato della Cgnal. A questo si aggiunge anche Marchino e le visite di Vittorio Giaroli, socio d’affari e consulente del gruppo di imprenditori italo/israeliani che sono interessati alla conquista della Silicon Valley.

Dunque l’obbiettivo sarebbe quello di portare a casa un accordo con Google e con gli altri attori dell’imprenditoria all’avanguardia in Usa.

Vi è però anche un’altra grande novità che sfugge agli italiani. DA diverso tempo ormai San Francisco è terra d’affari per gli imprenditori toscani e italiani. Fin qui nulla di male se non fosse che in America, proprio a San Francisco, ci fosse uno dei circoli del Pd più importanti per i sostenitori di Renzi.

Proprio da qui, il referendum dello scorso dicembre, vide vincere il “Sì per le riforme con uno stacco del 60%. Cifre del tutto in controtendenza con la sconfitta in Italia. In questo caso, l’umo di spicco è Rino Bertini, storico esponente dell’associazione Toscani presieduta dallo scissionista e governatore della Toscana Enrico Rossi.

Ricordiamo che Bertini è uno degli animatori del Pd di Renzi. Il suo interesse sarebbe quello di valorizzare il made in Italy, o meglio il made in Toscana, in particolare il made in Lucca, sua città natale.

Se si guardano bene ai dati, nel dicembre 2016 la Fondazione Banca del Monte di Lucca ha sponsorizzato proprio a San Francisco una esposizione di prodotti lucchesi, fra cui proprio il vino “Greo”, un Sangiovese della colline lucchesi.

Dunque il viaggio di Renzi, si svolge tra Vino e cyber security! Un viaggio da sogno! Ma siamo sicuri che gli interessi di Renzi, quelli di quando era al governo e quelli futuri sono nell’interesse dell’Italia e non di pochi suoi stretti collaboratori?

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Fibo Group
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo