Renzi: No al premio di maggioranza alla coalizione

E’ proprio il segretario del PD ad affermare con chiare lettere il no al premio di maggioranza.

Il segretario afferma che l’Italicum, non prevede il premio alla coalizione! Infatti, l’ex premier, vuole evitare di andare al governo con un possibile alleato, l’ulivo, frutto di un ammucchiata. Ma vediamo di cosa si tratta.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Renzi si dice pronto a tutti i confronti pubblico e democratici che siano però rispettosi delle regole. Infatti, non manca all’ex premier la voglia di ironizzare, lanciando anche alcune frecciatine ai colleghi del movimento 5 stelle, sul neo-garantismo pro-Raggi e sui loro reggicoda.

matteo-renzi

Non mancano anche polemiche all’interno del PD con gli stessi alleati. Infatti, critica di molto il modo con cui si discute all’interno del PD. Non vi è discussione che non finisce in un’azzuffata. Non ci resta dunque che attendere il 13 Febbraio per dar vita allo show down del PD!

In merito alla questione legata al congresso tanto desiderata da Emiliano, Renzi si dice pronto e apre le porte al congresso. Con grande stupore, per altro il congresso sarà nominato in tempi brevi al fine di far chiarezza nello stesso PD. Terminato tutto questo, si inizi a lavorare seriamente per il bene del paese.

Questo lascia intendere che anche il leader del PD ormai si dice pronto alle prossime elezioni che sicuramente arriveranno entro il mese di Giugno 2017. Questo non solo al fine di porre fine alle resistenze interne in cui verte il sistema politico italiano, ma anche per le stesse condizioni in merito ai rapporti con la UE.

Non ci resta dunque che attendere Lunedì 13 Febbraio, data in cui è stata convocata la Direzione, allargata ai parlamentari e ai segretari provinciali del partito. In sostanza, questa volta si parla di un’assemblea dello stato maggiore democratico, cui Renzi chiederà il voto sulla sua linea.

Chi vota PD non merita questa polemica continua, le minacce di scissione, la lotta costante di chi ogni giorno spara a zero.

Quale sarà la linea scelta da Renzi?

Il segretario è ormai da diversi giorni che si dice pronto al confronto anche a costo di perdere la poltrona di segretario. Ha quindi lasciato mano libera ai colleghi in merito a temi importanti come primarie, scissione, dimissioni del segretario, premio alla coalizione, elezioni a giugno,ecc. Tutti temi che per il segretario di devono concludere entro e non oltre la fine di Febbraio.

in breve oggi all’interno del PD si respira un ‘aria di Tutti contro tutti e tutti contro Renzi.

In seguito agli ultimi dibattiti, in merito ad una possibile modifica dell’Italicum spostando il premio sulla coalizione per altro accolta da una parte del Pd come la pietra filosofale in grado di risolvere ogni problema, Renzi non si sbilancia, ma lascia intendere chiaramente che questo non era previsto dalla legge elettorale, facendo comunque intendere che non è d’accordo su questa proposta.

Solo l’idea di tornare ai pasticciati caravanserragli ulivisti di Prodi, in cui l’ultimo dei partitini è in grado di bloccare qualsiasi iniziativa, sembrano solo un ritorno al passato. Anche Matteo Orfini è dello stesso parere, che sul tema è stato assai duro:

Il ritorno alle coalizioni è il terreno ideale per coloro che coltivano ipotesi di scissione. Tornare a quell’impianto significa negare alla radice le ragioni per cui è nato il Pd: un errore esiziale», dice il presidente Pd.

Si era ipotizzato infine uno scambio, ovvero il  premio alla coalizione. Un premio che per altro piace alla destra e a che piace a Forza Italia, al fine di ottenere il via libera per le elezioni di Giugno da parte del Cavaliere.

Ma nel caso di un possibile allontanamento del voto, Renzi non ha alcuna intenzione di farsi impaniare nella deriva verso il premio di coalizione. Questo infatti, potrebbe essere il momento in cui la sinistra PD potrebbe farsi un partitino in proprio e trattare l’alleanza.

Meglio, dunque seguire la via di Orfini, un premio di governabilità da attribuire al primo partito e quindi il Pd potrebbe misurarsi sul progetto in campagna elettorale.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

etoro

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di social trading

Il modo piu’ intelligente per investire,  copiare automaticamente i trader piu’ esperti.

Questa è la rivoluzione del social trading di eToro.

Condividi sulla community le tue strategie di trading e utilizza la funzione di CopyTrader™.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.

Il 75% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo provider. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.