Raggi indagata per falso e abuso d’ufficio! La sindaca si dice pronta a chiarire

Ancora una volta la sindaca Raggi nel mirino… nuove polemiche in merito al suo conto. Le accuse sono falso e abuso d’ufficio. Al contrario ancora oggi la Raggi si dice serena e pronta a dare tutti i chiarimenti di cui la procura ha bisogno.

La vicenda scoppia ancora una volta nella capitale, ed è proprio la sindaca Raggi ad essere nuovamente nel mirino per falso e abuso di ufficio. La questione riguarda ancora una volta il caso Marra, stretto collaboratore della Raggi. In questo caso, è stato indagato anche Raffaele, fratello di Renato Marra.

Raggi indagata? La vicenda

Ancora una volta, la bufera si abbatte sulla sindaca Grillina, questa volta indagata per l’inchiesta relativa alla nomina a capo del Dipartimento turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele ed l’ex capo del personale del Comune poi arrestato per corruzione. A seguito di questo scandalo, la nomina fu revocata.

Su questo, la procura di Roma, aveva già aperto un inchiesta per Abuso di ufficio e falso in atto pubblico. Queste al momento le ipotesi contestate alla sindaca.

Virginia raggi dovrà comparire all’interrogatorio, Lunedì prossimo, ovvero il 30 Gennaio.

Stessa accusa va a Raffaele Marra, attualmente detenuto nel carcere romano di Regina Celi, il quale risulta indagato in concorso per abuso d’ufficio nell’inchiesta sulla nomina del fratello.

Ad incastrare i 2 fratelli sarebbero state le chat tra di loro e la conversazione tratta da Telegram in cui la Raggi si lamenta con Raffaele di non aver saputo dell’aumento di stipendio del fratello Renato. Chat presenti per altro nell’indagine che ha poi portato il 16 dicembre dello scorso anno all’arresto di Marra per corruzione.

Le accuse mosse

Le accuse che sono state mosse contro la sindaca riguardano la falsità che ella avrebbe detto alla responsabile anti corruzione del Campidoglio in merito alla vicenda. Inoltre non avrebbe impedito a Raffaele Marra di partecipare alle procedure di nomina del fratello Renato.

Raggi, in sostanza è accusata ed indagata per falso! Questo perché avrebbe detto al responsabile anti corruzione che per la nomina avrebbe agito in piena autonomia. Questo però non è avvenuto!

Per quanto riguarda invece l’abuso d’ufficio si contesta il fatto di non aver fatto una comparazione dei curriculum, non impedendo per altro a Raffaele Marra di partecipare alle procedure di nomina del fratello. Un’accusa molto grave per chi si professa a favore della legalità. Tale accusa per altro è già stata mossa nei confronti dell’ex capo del personale.

La difesa di Raggi su Facebook

La sindaca chiarisce tutte le polemiche su Facebook, dicendo:

Oggi mi è giunto un invito a comparire dalla Procura di Roma nell’ambito della vicenda relativa alla nomina di Renato Marra a direttore del dipartimento Turismo che, come è noto, è già stata revocata.

Ho informato subito Beppe Grillo e adempiuto al dovere di informazione previsto dal Codice di comportamento del Movimento 5 Stelle.

Sono molto serena, ho completa fiducia nella magistratura, come sempre. Siamo pronti a dare ogni chiarimento.

La difesa del M5S

Il movimento 5 stelle, si dice molto fiducioso nei confronti della Raggi, affermando di aver appreso la notizia della sindaca a comparire dalla Procura. La notizia non ha suscitato stupore, in quanto, non è la prima volta che questo succede.

La notizia che oggi fa più discutere è proprio il fatto che chi opera nella legalità viene indagato, mentre chi per anni ha rubato al comune di Roma, se la passa liscia. Qualcosa che dovrebbe veramente far riflettere e che indigna molto non solo i romani, ma l’Italia intera.

Il M5S si dice ancora cosciente del fatto che tutta la vicenda verrà chiarita e che tutto si risolve con un buco nell’acqua. Si dicono ancora fiduciosi nell’operato della Sindaca e non hanno dubbi sul suo operato.

La maggioranza va avanti ancora più convinta! Questo almeno quanto affermato dal capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Comune Paolo Ferrara e di seguito riportiamo le sue parole:

Raggi ha ammesso l’errore di essersi fidata della persona sbagliata, ma per quanto riguarda la nomina di Renato Marra non si tratta di denaro pubblico, o di scelte che inficiano un diritto dei cittadini.

Si tratterebbe di firme sbagliate, di una nomina sbagliata la quale è stata immediatamente revocata.

Anche Alessando Di Battista, intervistato su La7 è intervenuto in favore di Virginia Raggi affermando e commentando la notizia:

Al Comune di Roma un dirigente su quattro è indagato. E’ molto complicato, chiediamo tempo. Raggi ha sbagliato a mettere una firma? Si vedrà! Ma non sarà la prima volta che un amministratore Cinque Stelle commetterà un errore.

Secondo quanto disposto dal nuovo codice di comportamento dei Cinque Stelle, per altro votato online lo scorso 3 gennaio e che ha segnato una svolta verso posizioni più flessibili del movimento, stabilisce che la ricezione, da parte del portavoce, di ‘informazioni di garanzia o di un’avviso di conclusione delle indagini non comporta alcuna automatica valutazione di gravità.

PD: si rispetti la presunzione d’innocenza

Suonano quasi come una battuta scherzosa, le parole dell’ex premier Matteo Renzi, dal quale arriva la solidarietà alla sindaca.

Renzi infatti afferma che secondo quanto affermato nella nostra costituzione, tutti i cittadini sono innocenti fino a sentenza passata in giudicato. (Noi ci aggiungiamo anche che per fortuna almeno questo non si è cercato di modificarlo con la riforma costituzionale).

Questo vale per tutti a prescindere dalla linea politica di appartenenza e vale nei confronti di tutti i cittadini.

Il segretario del partito si rivolge dunque a tutto il Pd, affinché rispettino la presunzione di innocenza e a non rincorrere polemiche.

Dal lato suo, la Raggi faccia il suo lavoro, al quale i cittadini di Roma hanno riposto la fiducia. Mostri quello che è in grado di fare se ne è capace. Su facebook, Renzi ha anche aggiunto:

lo so, lo so: qualcuno di voi adesso mi dirà che i cinque stelle usano 2 pesi e 2 misure e il loro atteggiamento è ingiusto e contraddittorio.

Ok, vero, avete ragione. Ma questo cosa cambia? Se loro sbagliano, dobbiamo sbagliare anche noi? Dimostriamo che siamo davvero diversi. Non cerchiamo scorciatoie giudiziarie, non cediamo all’odio per l’avversario, non attacchiamo Virginia Raggi oggi.

Ha avuto un avviso di garanzia? Ok, auguriamoci che sia innocente. Per lei, per Roma, per chi crede nella politica.

Commenti in merito

Speranza afferma:

Garantismo 5S a corrente alternata! Quella nei confronti del sindaco di Roma, è una iniziativa legittima della magistratura e come tale va rispettata.

I 5 Stelle dovrebbero stare attenti quando queste cose capitano agli altri partiti. Io sono garantista, non basta un invito a comparire per esprimere giudizi.

Ma certo non si può più dire che si fa finta di nulla quando arriva a un sindaco, I Cinque Stelle non abbiano più 2 pesi e 2 misure.

Queste le parole di Roberto Speranza a Tg Zero, su Radio Capital, secondo qui il garantismo di Beppe Grillo è a corrente alternata. E’ garantismo solo quando conviene. Non si devono mai più usare gli avvisi di garanzia al fine di insultarci a vicenda.

Come sempre le sentenze arrivano alla fine e saranno loro a decidere. Il lavoro della magistratura deve essere sempre rispettato!

De Luca afferma:

Ha diritto a lavorare fino a sentenza. Dobbiamo comportarci da persone civili e fino a quando non c’è sentenza la Raggi ha diritto di lavorare!.

Questo almeno quanto affermato dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca il quale risponde in diretta alla notizia tramite radio Kiss Kiss Napoli. Se guardiamo dal lato amministratrice, allora vi posso dire che è un discorso completamente a parte ed ha concluso che sulle questioni giudiziarie non spetta a noi decidere: Questo è quanto vale per tutti i cittadini, per tutte le persone civili. Non ci resta dunque che attendere l’esito della magistratura.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Social Trading CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo