Sondaggi referendum costituzionale

A poco più di un mese dal referendum costituzionale del 4 Dicembre, lo scontro maggiore sulla vittoria del si e del no, si fa a suon di sondaggi. A pesare sono gli indecisi che come sempre sono considerati come l’ago della bilancia.

Oggi, infatti, la battaglia referendaria la possiamo considerare come uno scontro aperto tra  partiti, ovvero tra le fazioni del SI e del NO.

sondaggi-politici-elettorali-referendum-costituzionale

A tenere banco al momento sono i maggiori partiti politici che infuocano il clima politico. Cosa dicono quindi i sondaggi? chi vincerà? Nonostante tutte le contraddizioni del momento e nonostante il movimento 5 stelle sembra essere in completa rimonta rispetto al PD, quest’ultimo rimane ancora oggi il partito maggioritario a livello di sondaggi. Il problema principale è che non è data per scontata la vittoria del Si visto e considerato che anche all’interno del Partito democratico si cono diverse fazioni e discordanze tra Si e NO.

O scontro decisivo quindi si conclude il 4 Dicembre. Al momento possiamo però affermare che le posizioni del Si sono in rimonta rispetto a quelle del NO che segnavano fino a pochi giorni addietro una netta vitoria.

Oggi invece non è più così scontato come sembra, dato e considerato che vi è un nuovo trend in base al quale i SI sembrano aver recuperato terreno sui No. Cambio di rotta degli Italiani, o strategia politica per dirottare i sondaggi?

Al momento possiamo però considerare che gli schieramene politici maggioritari che contrappongono SI e NO, fanno emergere sostanzialmente 2 linee guida:

  1. la distanza tra i 2 schieramenti resta ampia;
  2. il numero degli indecisi risulta in crescita.

Questi sono dati che non possono essere ignorati e questo lascia intendere che a decidere le sorti saranno proprio gli elettori che ancora non hanno le idee chiare.

Quindi, sulla base di quanto fin qui detto, possiamo dire con certezza che le sorti del referendum, l’esito finale è assolutamente imprevedibile e da oggi al 4 dicembre tutto può cambiare.

In base a quelli che sono i dati sui sondaggi diffusi in questi giorni, è stato possibile notare come vi è una flessione degli astenuti. Quindi coloro che hanno le idee chiare salgono al 60% contro il 40% di coloro che non sanno da che parte schierarsi. Un dato poco confortevole visto e considerato che dal giorno dopo del referendum cambieranno le sorti dell’Italia.

Referendum costituzionale e sondaggio: in crescita gli indecisi

sondaggi-referendumCresce sempre più il numero degli indecisi; questo lascia intendere che la battaglia sarà ancora più serrata ma sopratutto è tutto da decidere. Al momento sono stati presi come punto di riferimento solamente i maggiori partiti politici, come Movimento 5 Stelle, Pd e centrodestra. In pratica, si è scelto di effettuare questi sondaggi sula base di quello che è lo scenario politico italiano.

Stando a questi dati, possiamo notare che vi è un sorpasso dei 5Stelle sui dissidenti del PD ovvero quelli dell’aria DEM; infatti, il partito capitanato da DI MAIO, risulta in vantaggio agli occhi degli elettori e quindi questo potrebbe significare oggi e domani una vittoria dei 5 Stelle a livello nazionale. Anche in caso di ballottaggi, il M5s sembra essere in netta maggioranza rispetto agli altri partiti.

Se notiamo poi, come negli ultimi giorni, ma sopratutto nell’ultima settimana i grillini hanno guadagnato 1 punto percentuale, non risulta difficile notare quale è l’esito delle elezioni e del referendum. Dall’altro lato invece il pd fa segnare anche se leggera, una flessione. Questo lascia intendere che le intenzioni di voto degli italiani sono cambiate rispetto ad un mese fa. Tutto imprevedibile quindi,. Non si possono fare previsioni neanche a breve scadenza con percentuali di errori bassi.

Insomma, a circa un mese dal voto referendario, di circa il 60% dei votanti, ovvero di coloro che si recheranno alle urne, il 27%è ancora incerto su cosa votare. La battaglia e la vittoria del Si o del NO, si basa solo e soltanto su piccoli scostamenti. Il divario tra il NO e il SI e la vittoria di quest’ultimo, si basa solo su 2,9 punti percentuali in più.

Referendum costituzione: Dati alla mano

Per quanto riguarda i dati certi, possiamo confermare al momento un +34,7% dei votanti Si; i votanti No, invece, perdono no 2 decimali ma restano comunque in larga maggioranza e fanno segnare un vantaggio con un +37,6%. Questo lascia intendere che la vittoria del No rispetto al Si è schiacciante.

referendum_elezioni

Come detto sempre in quest’articolo ma anche negli altri inerenti al referendum costituzionale, a fare la differenza sono gli indecisi che si aggirano intorno ad un +27,7% mentre coloro che si asterranno dal voto sono circa il 40,6%.

Per quanto riguarda i dati politici, ovvero dei partiti, possiamo riportare i seguenti dati:

  • il movimento 5 Stelle fa segnare un avanzamento e che secondo i sondaggi oggi si posiziona con un +31,2% con un aumento percentuale su base mensile di oltre 3 punti percentuali;
  • il Partito Democratico invece perde terreno, perde quasi il 3 decimi e si attesta il secondo partito a livello nazionale con un +30,6%; perde per tanto il podio di prima forza politica Italiana.
  • il centro destra unito invece fa segnare un leggero aumento e questo, se unito farebbe segnare la differenza anche a livello politico. I sondaggi infatti lo portano con una percentuale pari al 28,1% con una crescita rispetto al passato di 3 punti decimali. Questo vuol dire che in caso di ballottaggio tra gli altri partiti, una eventuale alleanza consentirebbe una vittoria schiacciante.

Infine, per concludere il nostro approfondimento sui sondaggi politici possiamo vedere come il referendum costituzionale segna un punto di non ritorno. Il fronte del Si o del No vittorioso, farebbe segnare una svolta politica Italiana e la vittoria di un nuovo partito o la riconferma del PD alla guida dell’Italia.

Oggi il fronte del sì e quello del no sono praticamente alla pari; a votare SI saranno circa il 49,5% degli elettori mentre a votare no saranno il 50,5%. Al momento per tanto non possiamo definire un vinto e un vincitore.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • sondaggi referendum costituzionale

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo