Cosa sono i grafici?

Indicatori e grafici, sono una delle componenti più importanti quando parliamo di analisi tecnica. Oltre all’esperienza, la freddezza e la psicologia un buon analista non può prescindere da una conoscenza approfondita dei grafici. Questi ultimi possono rappresentare informazioni differenti e possono apparire in forme diverse tra di loro.

Nell’analisi grafica, particolare attenzione meritano i grafici in quanto rappresentano le dinamiche dei prezzi di un determinato strumento finanziario e in un determinato periodo.

Nell´analisi tecnica il tipo di grafico maggiormente utilizzato è sicuramente il grafico candelist, meglio conosciuto sotto il nome di grafico a candele giapponesi. Prima di passare ad una descrizione dettagliata del grafico a candele giapponesi vorrei però spendere qualche parole su altri due grafici, meno utilizzati dei grafici a candele ma che comunque potrebbero esservi utili in quanto possono agevolare la comprensione del grafico a candele giapponesi.

Il grafico dei prezzi viene rappresentato su di un piano cartesiano dove, sull’asse delle ascisse cioè quella verticale viene riportato il tempo, mentre su quella delle ordinate quella orizzontale, viene riportato il prezzo.

Data tale premessa, possiamo ancora dire che i grafici fanno riferimento a diversi periodi temporali siano essi frazioni di minuti, ore e giorni, se non anche settimane, mesi o addirittura anni indicando diverse grandezze di apertura o chiusura, di massimi e di minimi.

Sull’asse delle ascisse si ritrova uno spazio definito istogramma dei volume, il quale rappresenta la quantità di strumenti scambiati nel periodo in esame.

Nell’analisi grafica nello specifico e più in generale nell’analisi tecnica, sono utilizzate varie tipologie di grafico.

alcuni dei più comuni grafici sono:

Ma ci sono altre tipologie, più complesse:

Prima però di esaminarli uno ad uno, mi sembra doveroso aggiungere dei particolari non trascurabili, se si vuole fare trading con le opzioni binarie. e soprattutto per chi utilizza le strategie differenti di opzioni binarie.

Possiamo vedere che la maggior parte dei trader utilizza l’analisi tecnica per individuare dei punti di ingresso adatti per le proprie operazioni. fin qui niente di nuovo. Per fare questo però è indispensabile potersi affidare a dei buoni grafici. ed è  proprio questo il punto cruciale, in quanto molte piattaforme per opzioni binarie date dai diversi broker, sono utili solo per l’acquisto di opzioni.

L’impostazione dei grafici è molto approssimativa e spesso rappresenta solo un grafico lineare, definito in un arco temporale molto breve.

A questo punto mi sembra di capire bene che se per voi il trading è una faccenda seria, un grafico definito in queste condizioni non vi servirà per niente, poiché le informazioni che esso contiene non sono abbastanza dettagliate.

Quindi Quali sono le caratteristiche di un buon grafico?

Con quanto sopra detto, non voglio dire che vi servirà un grafico che contenga una miriade di informazioni o informazioni dettagliate nei minimi particolari, ma mi preme sottolineare che i migliori trader di successo presenti sul mercato, utilizzano pochissimi indicatori. Si avete capito bene. solo pochi indicatori. Penserete quindi che quello fin qui descritto sono solo chiacchiere, ma invece non è così, poiché questi estrapolano le informazioni più importanti direttamente dal grafico. i grafici ovviamente non possono che essere forniti dai broker, che come per il mercato forex, anche qui vi consigliamo di scegliere sempre e comunque i migliori broker di opzioni binarie. Quindi non è vero che i grafici sono tutti uguali, sarà il buon broker ad estrapolare tutte le informazioni che a lui interessano dai vari grafici dettagliati. E da qui che si riconoscono i migliori broker.

Il motivo di questa estrapolazione è molto semplice: poiché gli indicatori esprimono in forma grafica solo il passato, possono fornire una visione del futuro solo molto approssimativa. Così anche troppi indicatori in un grafico, possono creare a volte confusione, invece di aiuti.

Per tanto riteniamo importantissimi da tenere sempre presente i seguenti punti:

  • Buon programma grafico.

Con questo infatti dovreste sempre essere in grado di guardare abbastanza lontano nel passato, per progettare il futuro e individuare barriere rilevanti e raccogliere una soddisfacente visione di insieme. Nei grafici per opzioni binarie dei differenti broker questo arco temporale è troppo ristretto per trarre delle conclusioni attendibili.

  • I grafici di buona qualità indicano sempre dei diversi intervalli di tempo.

Questi vanno da pochi minuti ad un max. di un mese.

  • Mai impostare solo un comune grafico lineare.

Questo infatti non sarebbe molto utile ai fini dell’analisi tecnica. diversamente invece vengono utilizzati grafici a candela o a fasci, che spiegheremo brevemente.

Ma cosa sono i grafici a candela e i grafici a fasci?

Se si prendono in esame i grafici lineari possiamo vedere che molte informazioni riguardanti l’andamento dei prezzo vanno perse. Per questo i trader che si sono specializzati nell’analisi tecnica non li usano quasi per niente. Nella maggior parte utilizza grafici a fasci o a candela.

  • Un grafico a fasci è costituito da singoli fasci di linee verticali. Ognuna delle linea indica un preciso arco temporale.

Il grafico a linee è il grafico più semplice esistente; esso collega tramite una linea il prezzo di apertura e di chiusura di ogni periodo.

Per cui su un grafico giornaliero, ogni fascio verticale esprime l’andamento di un giorno. Su un grafico di 5 minuti, ogni fascio verticale esprime l’andamento di 5 minuti. queste piccole premesse sono da tener ben in mente per non confondersi.

abbiamo fatto cenno anche agli spazi temporali, ma cosa sono questi realmente?

Gli intervalli di tempo.

A questo punto del discorso, siamo arrivati agli intervalli di tempo a cui abbiamo appena accennato. Negli esempi forniti di seguito, l’intervallo proposto sopra era una volta di un’ora e un’altra di 5 minuti.

Con un buon programma di grafici dovrebbe essere possibile scegliere tra diversi intervalli di tempo.

intervalli di tempo

Torniamo un attimo ai grafici a fasci. Abbiamo già detto che ogni fascio rappresenta un arco temporale e l’estensione totale indica i relativi massimi e minimi di questo intervallo. Inoltre questo grafico da la possibilità di vedere aperture e chiusure degli andamenti all’interno dello stesso intervallo. intervalli di tempo 1

Per tanto utilizzare i grafici a candela o i grafici a fasci è una vostra scelta, potrete utilizzare quale è più conveniente per voi, poiché le informazioni fornite sono sempre le stesse. cambia solo il modo di proposta tra i due grafici, ma non cambia assolutamente il risultato. quindi sarà una vostra discrezione utilizzare quella che meglio preferite.

Per quanto riguarda il grafico a candele, una candela rossa indica che l’andamento ha chiuso con un valore inferiore a quello iniziale nell’intervallalo in questione; viceversa una candela verde indica la situazione contraria.grafico candelist

Principalmente oltre ai due tipi di grafici, viene utilizzato un altro grafico, quello a barre. Come detto prima, ciascuno di questi individua particolari situazioni e mette in risalto aspetti differenti dello stesso periodo.

Grazie a questo grafico, definito grafico a barre, riusciamo ad avere una visione generale dell’andamento del mercato;

Tale tipo di grafico è indicato per l’analisi di lunghi intervalli temporali.massimo e minimo di chiusura

Questo grafico viene utilizzato poiché è in grado di mostrare in modo chiaro i prezzi di apertura e di chiusura, di massimo e di minimo di ogni periodo. Ogni barra costituisce un intervallo temporale preso in considerazione ben preciso e nel caso in cui il grafico fosse annuale, ogni barra indicherà  i prezzi di apertura e di chiusura, di massimo e di minimo in relazione ad un intervallo di un anno. Qui di sotto riportiamo un esempio di grafico giornaliero. grafico giornaliero

Questo lo rende uno dei metodi di analisi preferiti per il trading on line.

Ricordiamo anche che senza rischio non c’è opportunità, ma il rischio calcolato determina i migliori risultati!

Di seguito, potrete trovare dei link su articoli specifici che vi potrebbero interessare sui seguenti argomenti:

Per chi studia i grafici, potrebbe essere anche interessato:

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
25€ senza deposito Licenza CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni Markets.com
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
20€ gratis coupon Licenza CySEC - CONSOB - BaFin Conto demo
Opinioni eToro
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20$ bonus Cash senza deposito Licenza CySEC - CONSOB - ASIC Conto demo
Opinioni XTrade
25 € senza deposito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Broker Bonus Licenza Fai Trading
100% CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
10.000 $ CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni IQ Option
100 % CySEC Conto demo
Opinioni BDSwiss
2500 $ CySEC - CIF Conto demo
Opinioni Top Option

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • cosa sono i grafici
  • i grafici
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com