Canone Rai 2019: chi non paga? Novità ed Esenzioni anche per disabili

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Chi paga e chi non paga il Canone Rai 2019? Scoprilo grazie a questa guida all’interno del quale analizzeremo tutti i dettagli delle novità ma anche le possibili esenzioni.

Nello specifico partiremo dall’analizzare l’esenzione Canone Rai 2019 per tutti i disabili e per tutte le famiglie che hanno all’interno del proprio nucleo familiare degli invalidi e che sono a carico.

Vedremo anche quelle che sono le novità previste dalla Legge di Bilancio 2019.

canone rai esenzione disabili

Novità sull’esenzione del Canone Rai 2019 per disabili

Canone Rai 2019 esenzione per disabili

Canone-Rai esenzione

Canone-Rai esenzione

La prima novità del Canore Rai 2019 riguarda l’esenzione per disabili introdotta dalla Legge di Bilancio 2019. Questa novità dovrebbe prendere il via a partire dal 1° gennaio prossimo.

La proposta contenuta nella legge i stabilità prevede un emendamento che è stato presentato dal M5S in Commissione Bilancio del Senato; in pratica la novità consentirebbe a chi è disabile di non pagare il canone Rai 2019. La disabilità deve essere stata riconosciuta come grave secondo i parametri stabiliti dalla Legge 104. L’esenzione si estende anche alle loro famiglie.

Come presentare la richiesta di esenzione?

La domanda per l’esenzione, deve essere presentata tramite l’apposito modulo all’Agenzia delle Entrate e si andrebbe ad aggiungere a quelli già previsti dalla legge. Questi in pratica non saranno soggetti al pagamento del canone Rai 2019, il cui importo resterà invariato e pari a 90 euro anche per il 2019 e sarà addebitato secondo le procedure oggi in vigore, ovvero con addebito in bolletta elettrica per un periodo di 10 mesi.

Ad oggi, invece, non sono soggetti al pagamento del Canone Rai, gli anziani che detengono un reddito basso e gli invalidi civili ed anche tutti i soggetti che sono beneficiari di alcune agevolazioni.

Canone Rai 2019, esenzione disabili. Novità per chi non paga

Tra le novità non vengono segnalate quelle legate alla riduzione dell’importo e non sono previste neanche novità o modifiche in merito alle modalità di adempimento. La Legge di Bilancio 2019 prevede invece delle novità in merito agli esoneri dal pagamento dei 90 euro dovuti dai detentori di apparecchi televisivi.

L’emendamento è stato presentato da Granato e Gallicchio del M5S, il quale prevede i disabili tra i soggetti beneficiari dell’esenzione del canone Rai 2019.

Su questa novità, deve però ancora esprimersi la Commissione Bilancio del Senato, la quale norma dovrebbe prevedere se approvata, a partire dal 1° gennaio 2019, la possibilità per tutti i soggetti disabili di non pagano il canone Rai. Questi soggetti sono tali solo se possiedono una disabilità riconosciuta ai sensi della legge 104/92, art. 3 comma 3.

L’esonero è applicato anche ai titolari di abbonamento nel cui nucleo familiare è presente un soggetto fiscalmente a carico con disabilità grave.

Al fine di richiedere l’esenzione è obbligatorio inviare all’Agenzia delle Entrate il modulo di esonero dal pagamento del canone Rai 2019. A questo si deve aggiungere il verbale di riconoscimento della grave disabilità.

Se la modifica sarà approvata dal Parlamento, allora l’Agenzia delle Entrate deve aggiornare la modulistica attualmente a disposizione al fine di fare domanda di esonero.

Esenzione canone Rai 2019: casi di esonero

I soggetti che oggi non pagano la tassa sull’abbonamento TV, sono:

  • Anziani Over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro;
  • Invalidi civili degenti in un casa di riposo;
  • Militari delle Forze Armate Italiane:
    • Ospedali militari;
    • Case del soldato;
    • Sale convegno dei militari delle Forze armate;
    • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato;
  • Agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani;
  • Rivenditori e negozi in cui vengono riparate TV.

Attenzione, perché nel caso in cui si tratti di un membro appartenente alle Forze Armate e questo si trova in un appartamento privato, situato all’interno di una struttura militare, egli non è esonerato dal pagamento del canone.

Solo nei casi su previsti sarà possibile evitare l’addebito in bolletta del canone Rai e risparmiare dunque i 90 euro all’anno che saranno ripartiti poi in 10 rate.

L’addebito viene applicato a tutti coloro che detengono un televisore in casa o anche un dispositivo ritenuto idoneo alla ricezione.

Esenzione canone Rai 2019 anziani over 75 anni: limiti di reddito

Esenzione Canone Rai 2019 anziani over 75 anni

Come fare domanda di esenzione dal pagamento del Canoe Rai 2019?

Abbiamo detto che al momento gli esonerati sono tutti gli anziani di età pari o superiore a 75 anni i quali però hanno un reddito inferiore agli 8.000 euro.

Per presentare la domanda si deve presentare la dichiarazione sostitutiva utilizzando una delle seguenti modalità:

  • Presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate;
  • Spedirla con raccomandata, senza busta, al seguente indirizzo: “Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22, 10121 -Torino.”

La domanda di esonero per reddito da parte degli anziani deve essere presentata, munita di un valido documento di identità e secondo le seguenti scadenze:

  • 30 aprile per essere esonerati tutto l’anno;
  • 31 luglio per essere esonerati dal secondo semestre.

Non si deve invece presentare la domanda ogni anno nel caso in cui si continui ad aver diritto all’esonero. Se invece non sussistono più i requisiti, allora si sarà soggetti al pagamento della quota legata al canone.

I modelli da utilizzare per la domanda di esonero dal canone TV nel 2019 sono i seguenti:

>>Domanda esonero canone RAI over 75: scarica il modulo di dichiarazione sostitutiva ai fini dell’esenzione dal pagamento dei 90 euro di canone TV<<

>>Domanda rimborso canone RAI: Scarica il modulo di domanda per richiedere il rimborso del canone Rai in caso di errato addebito dei 90 euro in bolletta<<

Esenzione canone Rai 2019: domanda di non detenzione TV

Per diverse ragioni anche coloro che sono titolari di un televisione o di un altro apparecchio idonei a ricevere i programmi televisivi, sono esonerati dal pagamento dei 90 euro di canone Rai.

Possono richiedere l’esenzione del canone Rai 2019 presentando domanda e utilizzando il modulo di dichiarazione di non detenzione di apparecchio televisivo. Anche questo modello è posto a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate e della Rai.

Infine, possono disdire l’abbonamento alla TV e quindi non vedersi addebitare l’importo del canone Rai in bolletta, i contribuenti che, anche essendo titolari di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale, non hanno in casa nessun apparecchio televisivo. In questo caso si deve inoltrare il modulo di dichiarazione sostitutiva di non detenzione pubblicato nel 2018 e che dovrebbe essere valido anche per il 2019:

>>Modulo esenzione canone Rai: Scarica il modulo di dichiarazione di non detenzione TV da inviare all’Agenzia delle Entrate<<

Nel caso di non possesso di apparecchi televisivi bisognerà compilare il Quadro A del modello dell’Agenzia delle Entrate.

Scadenza e modalità di presentazione modulo esenzione canone Rai 2019

Esenzione Canone RAI 2019

Esenzione Canone RAI 2019;: modello e modalità di inoltro

Il modello di domanda al fine di richiedere l’esenzione canone Rai 2019 potrà essere presentato da tutti i cittadini entro il 31 gennaio 2019. Se non viene inoltrata la domanda entro questa data non potranno vedersi riconosciuto l’esonero legato al pagamento dell’abbonamento TV per tutto l’anno.

Sarà possibile presentare la dichiarazione di non detenzione della televisione anche successivamente; in caso di dichiarazione presentata dal 1° febbraio ed entro il 30 giugno dell’anno di riferimento, l’esonero avrà effetto dal semestre luglio-dicembre.

In pratica, le scadenze per presentare domanda di esenzione canone Rai 2019 sono le seguenti:

  • Fino al 31 gennaio 2019 esonera dal pagamento per l’intero anno 2019;
  • Dal 1° febbraio al 30 giugno 2019 esonera dal pagamento per il secondo semestre (luglio-dicembre 2019).

La dichiarazione sostitutiva (Quadro A) deve invece essere presentata ogni anno nel caso in cui si continua a sussistere la non detenzione dell’apparecchio tv.

Esenzione Canone Rai 2019: Come inviare domanda?

La domanda di esenzione dall’addebito del canone Rai 2019 in bolletta dovrà essere presentata esclusivamente dall’intestatario dell’utenza elettrica.

Il quadro A del modulo dell’Agenzia delle Entrate deve essere compilato in ogni sua parte e dovrà essere presentato online direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate o in alternativa potrà essere inviato tramite PEC all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

Nel caso in cui non fosse possibile inviare la domanda di esenzione in modalità telematica si potrà inviare il modulo tramite raccomandata all’indirizzo:

  • AGENZIA DELLE ENTRATE, UFFICIO DI TORINO 1, S.A.T. – SPORTELLO ABBONAMENTI TV – CASELLA POSTALE 22 – 10121 TORINO.

Esenzione canone Rai per chi attiva una nuova utenza elettrica

canone-tv-esenzione-imposte

Canone TV: esenzione imposte per nuove utenze

Nel caso in cui viene attivata una nuova utenza elettrica durante l’anno e nel caso di non possesso di apparecchio TV in casa, deve essere inoltrata la domanda di esenzione entro la fine del mese successivo a quello di attivazione della fornitura.

In questo caso il canone Rai, non verrà addebitato in bolletta. In caso contrario, sarà possibile presentare domanda di rimborso.

Esenzione canone Rai per la seconda casa

E’ possibile non paga il canone Rai sulla seconda casa, nel caso in cui all’interno del nucleo familiare è presente una fornitura elettrica in una seconda casa intestata ad un soggetto non diverso.

In pratica, i 90 euro legati al canone TV sono addebitati una sola volta per ciascun nucleo familiare. Nel caso in cui all’interno della stessa famiglia, due soggetti sono titolari di due bollette, devono presentare domanda di interruzione dell’addebito per non pagare doppiamente il canone.

Per far questo, basta seguire le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate in merito agli esempi di compilazione della dichiarazione sostitutiva. Per maggiori dettagli i lettori possono consultare la sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate dedicata al canone Rai.

>>Leggi anche:

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Plus500 Deposito: 100 €
Licenza: Licenza FCA-CySEC-ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Termini di ricerca:

  • esenzione dal pagamento del canone rai per rivenditori
  • riduzione canone rai per disabilita
  • sconti utenze per anziani legge 104 del 2019
  • canone rai 2019 seconda casa
  • canone rai esenzione invalidi civili
  • esenzione canone rai per famiglie con invalidi

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com