ANF (Assegni Nucleo Familiari a confronto): modelli, importi e scadenza

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26 — Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

Chi può presentare la domanda per ricevere gli ANF (assegni nucleo familiare)? Una domanda che come ogni anno si ripropone a ridosso della fine del mese di Giugno.

Sono in tanti i cittadini italiani, che si pongono questa domanda. Chiariamo sin da subito che l’ANF viene erogato a tuti i lavoratori dipendenti, sia del settore pubblico, sia anche del settore privato.

Si deve anche precisare che da quest’anno, sono in arrivo nuovi modelli per la compilazione e per la presentazione della domanda di ANF 2018.

Come detto, possono farne richiesta tutti i lavoratori dipendenti. Attenzione, però a non confonderli con gli assegni familiari INPS per coltivatori diretti e autonomi.

Assegno-al-nucleo-familiare-

Come fare per richiedere l’assegno nucleo familiare?

Assegni Nucleo Familiare: importi 2018: come fare per richiederlo?

Da quest’anno, sono presenti nuovi modelli e nuovi moduli per la presentazione della domanda di assegno al nucleo familiare. Lo ha confermato l’INPS dopo che ha pubblicato le soglie di reddito per il diritto alla prestazione tra il primo luglio 2018 e il 30 giugno 2019.

Grazie al nuovo modello, che potreste scaricare direttamente dal sito dell’INPS, o presentare con procedura online, disponibile anche sul portale NoiPA, tutti i lavoratori dipendenti del pubblico impiego possono inoltrare la domanda per l’anno 2018.

Tutti i lavoratori dipendenti del settore privato, possono invece utilizzano il consueto modello ANF/DIP SR16.

Dati richiesti

All’interno del modello devono essere inseriti i seguenti dati:

  • Situazione dei dati anagrafici del richiedente;
  • situazione familiare:
    • celibe/nubile;
    • coniugati;
    • vedovi;
    • separati;
    • divorziati;
  • dati relativi al datore di lavoro o alla titolarità della pensione;
  • richiesta di attribuzione o di rideterminazione dell’importo;
  • composizione familiare;
  • reddito complessivo;
  • tipologia di reddito di ogni componente del nucleo familiare.

Chi può richiedere l’assegno nucleo familiare?

Possono presentare domanda per accedere alla prestazione, tutti i seguenti soggetti:

  • dipendenti in attività;
  • disoccupati;
  • lavoratori in cassa integrazione;
  • lavoratori in stato di mobilità;
  • lavoratori che sono assenti dal posto di lavoro per malattia o maternità;
  • soggetti in aspettativa, ma solo con riferimento a cariche pubbliche elettive e sindacali;
  • soggetti in congedo matrimoniale;
  • pensionati da lavoro dipendente;
  • soci di cooperative;
  • lavoratori assunti a tempo parziale.

Ci sono poi casi particolari, come ad esempio i lavoratori domestici o quelli iscritti alla gestione separata, che possono presentare la domanda direttamente all’INPS, via web oppure tramite patronati.

Allo stesso tempo, precisiamo che gli ANF vengono versati dal datore di lavoro come anticipo, per poi essere compensati. Possono anche o essere erogati dall’istituto di previdenza ai pensionati da lavoro dipendente.

Questi assegni, ricordiamo sono differenti dagli assegni familiari versati dall’INPS a coltivatori diretti e autonomi e che riguardano, appunto, le diverse tipologie di lavoratori:

  • coltivatori diretti;
  • pensionati;
  • gestioni speciali autonomi.

Gli assegni, infine, ricordiamo che sono calcolati per ogni familiare vivente a carico:

  • coniuge;
  • figli;
  • fratelli;
  • sorelle e nipoti;
  • ascendenti.

Per tutti i dettagli potete consultare direttamente il sito dell’INPS o anche rivolgervi al vostro patronato di fiducia.

>>Leggi anche: Assegni familiari 2018 tabella 2019 (ANF) INPS [Guida completa al calcolo ANF e alla presentazione domanda ]

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
24option
  • Licenza: CySEC
  • Segnali di trading
  • Deposito min: 250 €
Segnali di trading forniti da Trading Central Prova Gratis 24option opinioni
ETFinance
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova Gratis ETFinance opinioni
IG Markets
  • Licenza: CySEC-FCA
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova Gratis IG Markets opinioni
Dukascopy
  • Licenza: FKTK;
Conto Demo ECN gratuito - data feed completo Prova Gratis Dukascopy opinioni
IQ Option
  • Licenza: CySEC;
  • Opzioni Forex;
  • Deposito min: 10€.
Opzioni Forex - deposito minimo basso Prova Gratis IQ Option opinioni
Plus500
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti - Vasta scelta di CFD Prova Gratis Plus500 opinioni
IC Markets
  • Licenza: ASIC
  • Broker NO ESMA
  • Leva finanziaria alta
Broker NO ESMA - leva finanziaria alta Prova Gratis IC Markets opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central