NoiPA, cedolino febbraio 2018 novità ed adempimenti conguaglio IRPEF e aumenti stipendi

Ancora una volta si attende la pubblicazione del cedolino di febbraio 2018.

In questo mese, sono tante le novità che andremo ad analizzare all’interno del portale.

Infatti il mese di Febbraio, prevede di ritrovare all’interno del cedolino il conguaglio Irpef.

Per il mese di febbraio 2018, il cedolino NoiPa prevede anche l’arrivo dei nuovi aumenti di stipendio che sono per altro riconosciuti ai dipendenti pubblici.

Per tutti gli altri invece, potrebbero avere uno stipendio più ridotto a causa delle trattenute per opera del conguaglio fiscale.

Le competenze sul cedolino di febbraio sono ormai chiuse. Questo vuol dire che tutti gli importi dello stipendio di questo mese sono stati definiti.

Per tanto, il cedolino sarà pubblicato sul portale NoiPA a partire dai primi giorni della prossima settimana.

Per le date in cui saranno pagati gli stipendi, invece si deve attendere ancora, e non saranno emesse prima del 22.

Si ricorda anche che Febbraio è un mese molto importante da un punto di vista degli stipendi.

Infatti, questo mese prevede non solo il conguaglio Irpef con il quale si preannunciano cospicue trattenute sugli stipendi degli impiegati pubblici, ma anche un piccolo aumento che verrà prosciugato del tutto dal conguaglio.

NoiPa: sistema di autenticazione del portale

Si noti che per una piccola parte, queste trattenute saranno compensate dagli aumenti di stipendio riconosciuti con il rinnovo del contratto. A questo si potrebbe anche aggiungere il pagamento dell’assegno una tantum con gli arretrati per il 2016 e 2017.

Per tutti gli altri comparti bisognerà attendere marzo 2018 per veder beneficio dell’aumento.

Vi sono poi alcune categorie di lavoratori pubblici, come ad esempio gli insegnanti, che aspettano con ansia il cedolino NoiPA di febbraio 2018 al fine di comprendere se sono stati risolti alcuni errori presenti nello stipendio dello scorso mese.

Un esempio tra tutti potrebbe essere il mancato adeguamento degli scatti d’anzianità.

Ecco che noi ti abbiamo riportato di seguito un aggiornamento su cosa aspettarvi dal cedolino NoiPA di febbraio 2018.

>>Leggi ancheNoiPa 2018: login, cedolino, cos’è e come si accede

In pratica quelle che sono le novità in arrivo per questo secondo mese dell’anno.

In pratica all’interno del cedolino, ti aspetta:

  • Conguaglio
  • Aumenti stipendiali

Date per il pagamento degli stipendi

La nostra prima analisi si basa sulle date in cui i dipendenti pubblici riceveranno lo stipendio.

Le date sono sempre quelle indicate all’interno dell’allegato 1 del decreto legge 350/2001, il quale prevede:

  1. Giovedì 22 febbraio 2018: insegnanti scuole materne ed elementari;
  2. Venerdì 23 febbraio 2018: personale amministrativo delle direzioni provinciali del Tesoro con ruoli di spesa fissa e restante personale statale;
  3. Lunedì 26 gennaio 2018: personale insegnante supplente temporaneo.

Si noti anche che il sistema NoiPA ha annunciato un’emissione speciale per il mese di febbraio 2018 con la quale saranno pagati gli arretrati di stipendio per il personale docente con contratto a tempo determinato e per i volontari dei Vigili del Fuoco.

Qui si ricorda che la data dell’emissione speciale è venerdì 16 febbraio e per maggiori informazioni potete consultare il nostro articolo di riferimento.

Conguaglio di febbraio e trattenute sul cedolino NoiPA

Si noti invece in questo caso, che il passato anno, nel mese di febbraio, molti dipendenti pubblici hanno visto il loro stipendio ridursi di diverse centinaia di euro.

Lo abbiamo detto, che questo è a causa del conguaglio Irpef.

Questo è anche uno dei motivi per il quale la pubblicazione del cedolino NoiPa di febbraio 2018 è così attesa.

Qui si dovranno anche analizzare tutti gli elementi e gli effetti del conguaglio Irpef per quest’anno.

In base a quanto analizzato ed indicato da NoiPA, intendiamo con il termine “conguaglio fiscale” il calcolo definitivo delle imposte Irpef e delle addizionali che viene effettuato ogni termine dell’anno solare.

Attenzione a non fare confusione.

Il conguaglio riguarda l’anno solare 2017 ed avviene tenendo conto dei seguenti punti:

  • Ritenute d’acconto operate mensilmente;
  • Imposta effettivamente dovuta sull’ammontare complessivo degli emolumenti erogati.

Da questo calcolo poi, ne esce fuori un credito per il dipendente nel caso in cui l’imposta pagata sia superiore a quella effettivamente dovuta.

Ne consegue che il rimborso viene erogato nello stipendio di questo mese.

Nel caso contrario, invece, si potrebbe procedere con addebito nel caso in cui sorge un’imposta nei confronti dello stato.

Questo vuol dire che l’imposta pagata nello scorso anno è inferiore a quella dovuta.

In quest’ultimo caso ci sarà una trattenuta sullo stipendio di febbraio a titolo di compensazione dell’imposta.

Allo stesso tempo potrebbe succedere che alcuni dipendenti pubblici riceveranno più di quanto si aspettano, altri meno.

Ecco però il motivo di questo disguido.

A chi aumenta lo stipendio a febbraio 2018?

Si deve precisare che il rinnovo del contratto per il pubblico impiego non è ancora terminato.

Questo vuol dire che ci sono ancora dei comparti, la Scuola e la Sanità, 2 ta tanti, per i quali la firma sull’accordo tarda ad arrivare.

Questo vuol dire che tutti questi dipendenti, si vedranno aumentare lo stipendio dal mese prossimo a quello di firma del rinnovo.

Ad esempio, se la firma sul rinnovo arriverà in questo mese e in tempi celeri anche, già nel mese di marzo 2018 si potrebbe avere un aumento dello stipendio.

Diversamente si deve ancora attendere tempi migliori.

Si noti per altro che il comparto centrale della Pubblica Amministrazione, come ad esempio i dipendenti dei Ministeri, ma anche delle agenzie fiscali e degli enti pubblici non economici, potrebbero ricevere l’assegno con gli arretrati per il 2016-2017 già a febbraio 2018.

In questo caso, però gli aumenti di stipendio ci saranno solo dal mese prossimo.

Ricordiamo che l’assegno avrà un importo variabile dai 370€ ai 712€ lordi.

Novità anche in arrivo per le Forze dell’Ordine.

Per questi infatti, la firma sul rinnovo è arrivata solo 2 settimane fa.

Quindi l’assegno con gli arretrati dovrebbe essere pagato a febbraio.

Per avere conferma però, ti invitiamo ad attendere la pubblicazione del cedolino al fine di comprendere se la Ragioneria di Stato e NoiPA sono riusciti ad adempiere a tutte le procedure necessarie per far sì che ciò accada.

Recupero errori per gli scatti d’anzianità

Infine, si deve procedere anche al recupero degli errori.

NoiPA ha confermato che tramite il cedolino NoiPA di febbraio 2018 saranno risolti gli errori dello scorso mese inerenti a progressioni stipendiali automatiche con decorrenza gennaio 2018.

Nel mese di Gennaio 2018 si sono infatti verificati diversi errori che hanno portato il portale a non adeguare gli scatti d’anzianità.

Questo processo ha coinvolto ben 40mila dipendenti del comparto scuola i quali hanno ricevuto uno stipendio più basso di quello atteso.

E’ stato lo stesso sistema NoiPA, tramite una comunicazione inviata il 31 gennaio 2018 a ribadire che gli errori saranno recuperati questo mese, con il pagamento degli scatti d’anzianità nel cedolino di febbraio (compresi gli arretrati di gennaio 2018).

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Termini di ricerca:

  • aumento stipendio insegnanti 2018
  • cedolino febbraio 2018

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com