Lavoro occasionale 2017: rottamati i voucher e introdotto PrestO

In questa guida ci occuperemo di trattare di un argomento molto importante a tutti i lavoratori: la rottamazione dei voucher lavoro.

Vedremo come mai questi sono stati sostituiti e perché sono stati sostituiti dal nuovo contratto semplificato PrestO.

In sostanza per tutti coloro che sono oggetto di contratto di lavoro occasionale 2017 non si parlerà più di voucher lavoro ma di PrestO, il nuovo contratto semplificato che prende il posto dei voucher Inps.

Ma procediamo con ordine e cerchiamo di capire:

  • cos’è PrestO;
  • come funziona PrestO;
  • regole e limiti di retribuzione per lavoratori e datori di lavoro.
Voucher lavoro prestO

Novità PrestO – nuovi voucher lavoro 2017

Lavoro occasionale 2017: come funziona PrestO? Retribuzione, limiti e regole

Molto spesso sentiamo parlare di lavoro occasionale.

Per la stagione estiva, ormai alle porte, è d’obbligo parlare di questo argomento al fine di comprendere quali sono gli adempimenti a cui è soggetto sia il datore di lavoro, sia anche il lavoratore.

In pratica, partiamo dal comprendere cos’è e come funziona il nuovo contratto semplificato PrestO.

Ormai noi italiani siamo abituati a sentir parlare di lavoro, in positivo e in negativo, ma siamo anche abituati a continue riforme.

Una di queste riguarda proprio i voucher lavoro, che sono stati rottamati completamente e ial suo posto vi è PrestO, il contratto di lavoro (novità) introdotta dalla Manovra 2017 al fine di retribuire i lavori a carattere occasionale.

In breve lo possiamo definire come l’erede dei voucher Inps che insieme al Libretto Famiglia (per la retribuzione del lavoro domestico) rappresentano la vera novità 2017 in materia di lavoro.

Novità 2017 lavoro occasionale

Perle novità non riguardano solo i datori di lavoro ma anche i lavoratori che sono impegnati in prestazioni di lavoro occasionale per il 2017.

Il nuovo contratto PrestO introduce infatti delle regole e delle novità ben precise, con la possibilità di retribuire le prestazioni di lavoro occasionale all’interno delle aziende.

Attenzione:

Questo strumento è molto simile ai voucher Inps ormai rottamati.

Sulla base di questo, oggi molto intendono il nuovo sistema PrestitO come la similitudine del nuovo contratto di lavoro occasionale e i buoni lavoro Inps. Molti utilizzano il termine nuovi voucher per indicare questa particolare tipologia di contratto.

A differenza però dei vecchi voucher., vi sono delle novità abbastanza importanti che si devono prendere in considerazione.

Infatti, la nuova modalità di retribuzione del lavoro occasionale prevede:

  • Regole;
  • limiti;
  • adempimenti diversi.

Queste novità riguardano principalmente i datori di lavoro.

Infatti, PrestO potrà essere utilizzato solo e soltanto da alcune aziende, ovvero da quelle che rispettano determinati requisiti.

Nota anche che i nuovi voucher avranno un costo maggiore per le aziende.

Questo vuol dire anche che non potranno più essere acquistati e riscossi presso ricevitorie, tabacchi e banche.

Per quanto riguarda i datori di lavoro, questi devono obbligatoriamente:

  1. trasmettere all’Inps tutti i dati del prestatore;
  2. il luogo e l’orario di lavoro;

Su quest’ultimo punto, però sono previsti degli aggiornamenti.

Il nuovo orario di lavoro contemplato nel contratto di lavoro occasionale 2017 prevede limiti ben precisi alla quale si aggiunge per il lavoratore il diritto al riposo:

  • giornaliero;

Proseguendo con la lettura di questa guida, potrai trovare ulteriori approfondimenti in merito a cos’è e come funziona ma soprattutto chi tra datori di lavoro e lavoratori potrà far uso del nuovo contratto semplificato.

Lavoro occasionale 2017: come funziona PrestO?

Abbiamo detto che PrestO è l’erede dei voucher Inps.

PrestO è l’acronimo di prestazione occasionale ed oggi rappresenta la novità introdotta dal Governo Gentiloni, con un emendamento alla Manovra di Bilancio 2017 inerente alla retribuzione del lavoro occasionale.

In breve, PrestO altro non è che un contratto di lavoro occasionale semplificato.

Questo dal momento della sua entrata in vigore e a seguito della predisposizione della procedura Inps per l’esecuzione degli adempimenti da parte del datore di lavoro, permetterà ai lavoratori che effettuano prestazioni di lavoro occasionale di poter essere retribuiti attraverso uno strumento molto simile ai voucher.

Questo è stato introdotto con il fine di regolamentare il lavoro occasionale e di non consentire l’abuso dei nuovi voucher.

Infatti, stando a quanto previsto da PrestO vi sono nuove regole e limiti per i datori di lavoro.

Questi potranno utilizzare il nuovo contratto semplificato solo se:

  • titolari di aziende con un massimo di 5 dipendenti assunti a tempo indeterminato;
  • limiti di retribuzione annua determinati in:
    • 5000 € all’anno per lavoratore ;
    • 2500 da singolo committente.

Sarà l’INPS a procedere alla retribuzione del lavoratore con un assegno mensile o con bonifico direttamente accreditato tramite servizio telematico, mettendo fine all’odiosa pratica della “compravendita di lavoro” presso tabacchi e ricevitorie.

Con questo nuovo sistema, potranno essere retribuiti per il 25% in più, arrivando ad un massimo di 6.250 euro all’anno le seguenti categorie di lavoratori:

  • titolari di pensione a prescindere che si tratti di pensione di vecchiaia o di invalidità;
  • ragazzi che possiedono un’età inferiore ai 25 anni e che sono impegnati in percorsi di studio;
  • soggetti disoccupati;
  • percettori di reddito inerente inclusione o altre prestazioni di sostegno al reddito.

Lavoro occasionale 2017: retribuzione e orario per il lavoratore

Per quanto riguarda il lavoro occasionale 2017, questo sarà retribuito con voucher telematici che avranno un importo netto pari a 9 €/ora.

La novità riguarda i contribuiti INPS ed INAIL che saranno a carico del datore di lavoro.

Il costo complessivo non è più di 10 € ma di 12 e al lordo dei contributi così suddivisi:

  • 2,97 euro di contributi Inps;
  • 0.31 centesimi di contributi assicurativi Inail.

Per quanto riguarda il lavoratore, si deve ricordare che questo non potrà svolgere con il nuovo contratto PrestO più di 4 ore di lavoro consecutive al giorno e avrà diritto a riposi giornalieri e settimanali.

Ricordiamo anche che la retribuzione del lavoro occasionale sarà corrisposta per il 2017 dall’INPS,il quale provvedere al pagamento dello stipendio dei voucher telematici entro il 15 del mese successivo a quello inerente il lavoro prestato.

Come detto l’accredito avviene su conto corrente bancario o postale.

Avvertenze:

  1. La retribuzione giornaliera non potrà essere inferiore ai 36 €;
  2. PrestO potrà essere attivato soltanto per lavori di orario pari o superiore alle 4 ore giornaliere;
  3. i nuovi voucher telematici si attiveranno in modalità telematica;
  4. il mancato rispetto delle disposizioni di legge costerà pesanti sanzioni.

Lavoro occasionale 2017: adempimenti per il datore di lavoro

Il datore di lavoro si vede costretto al rispetto di determinati limiti di retribuzione annua, con regole e diritti del lavoratore ben precisi.

Al fine di utilizzare i nuovi voucher per il lavoro occasionale sono previsti degli adempimenti a carico delle aziende, le quali si vedranno impegnate nel comunicare all’INPS in modalità telematica o tramite contact center almeno un’ora prima della presa di servizio del lavoratore i seguenti dati:

  • dati anagrafici e identificativi del lavoratore;
  • luogo di svolgimento della prestazione;
  • oggetto della prestazione;
  • data e ora di inizio e fine della prestazione occasionale;
  • compenso pattuito.

Per tutti i datori di lavoro sono previste delle sanzione in caso di non rispetto delle regole, per un importo compreso tra i 500 ai 2.500 euro, inerenti alla violazione degli obblighi di comunicazione.

Solo nel caso in cui invece venisse superato il tetto di retribuzione annua o l’orario massimo di lavoro occasionale consentito (280 ore) il lavoratore dovrà essere assunto con l’obbligo di contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato.

Articoli correlati:

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
Social Trading CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • voucher 2017 novità
  • lavoro occasionale 2017
  • collaborazione occasionale 2017
  • contratto di lavoro occasionale 2017
  • lavoro occasionale e novità
  • prestO voucher
  • novità voucher 2017
  • contratto di collaborazione occasionale e adempimenti 2017
  • contratto di collaborazione occasionale 2017
  • inps bonus 2017

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo