TASI 2017: Scadenza – Modello F24 – Codice tributo 3958 – Istruzioni

In questa guida affonderemo un tema che come ogni anno in questo periodo torna a pesare nesulle tasche degli Italiani: TASI 2017.

Approfondiremo in modo particolare:

  • il metodo per calcolarla;
  • le istruzioni per non commettere errori,
  • alcuni esempi numerici e pratici;
  • vedremo come compilare il modello F24.

Tasi-2017

Tasi 2017

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Calcolo TASI 2017: istruzioni ed esempio numerico

Quante volte vi sarete chiesto come effettuare il calcolo della TASI 2017?

Ma prima di procedere con questa spiegazione, non possiamo non fare un appunto su quello che oggi rappresenta realmente la TASI.

La TASI 2017 altro non la tassa sui servizi indivisibili.

Questa tassa, venne introdotta dalla Legge di Stabilità 2014 nell’ambito della IUC, l’Imposta Unica Comunale, che secondo quella che era la allora idea del Governo Letta avrebbe dovuto sostituire ed accorpare in un’unica imposta tutte le forme di tassazione sulle abitazioni degli italiani.

Ma tutto questo ancora oggi è rimasto solo su carta.

Ma cos’è la TASI e come fare per il calcolarla?

LA TASI, non è altro che l’acronimo di tassa sui servizi indivisibili.

Questa dal 2016 non è più dovuta per la prima casa, tranne che questa non appartenga alla categoria delle case di lusso.

Premesso questo, passiamo adesso a vedere come procedere per calcolare la Tasi 2017 di seguito.

TASI 2017: Istruzioni e compilazione

tasi-editabile

Come effettuare il calcolo della Tasi 2017?

Per fare questo dobbiamo per prima cosa, prestare particolare attenzione ed annotare i seguenti elementi di seguito riportati. Questi saranno necessari per calcolare la Tassa sui servizi indivisibili.

Essi sono:

  1. codice catastale del Comune in cui è ubicato l’immobile;
  2. categoria/tipologia immobile;
  3. rendita catastale non rivalutata;
  4. percentuale di possesso;
  5. mesi di possesso nell’anno;
  6. aliquota TASI;
  7. nel caso degli immobili storici occorre avere lo stato di agibilità.

Nota bene:

L’aliquota base della TASI 2017 è l’1 x 1000.

Tuttavia, ciascun Comune ha la facoltà di:

  1. azzerare completamente l’aliquota per la TASI;
  2. alzarla, ma prestando attenzione affinché la somma finale di IMU e TASI non superi il 10,6 x 1000.

A questo punto, se hai tutti questi dati in mano, puoi procedere con il calcolo.

Al fine di valutare l’esattezza della compilazione e del calcolo, puoi consultare direttamente il tuo CAF di fiducia, il quale sarà bel lieto di aiutarti in questo.

A questo punto, se hai tutti i dati puoi procedere con il calcolo della TASI 2017.

TASI 2017: calcolo

Per calcolare la TASI 2017 devi applicare la seguente formula:

rendita catastale x 1,05 (rivalutazione 5%) x coefficiente catastale x aliquota

TASI 2017: esempio numerico e calcolo

Al fine di comprendere meglio il calcolo della TASI 2017, facciamo un esempio pratico.

Supponiamo di dover calcolare la TASI 2017 per il signor PINKO PALLINO .

Si immagini che questo sia titolare di un immobile adibito a seconda casa (in quanto abbiamo detto che per la prima casa non è dovuta).

Questo immobile, appartenga alla categoria catastale A/3 e che possiede una rendita catastale di 600,00 euro.

Supponiamo (per comodità di calcolo e semplificazione) che il Signor PINKO PALLINO non abbia diritto ad alcuna detrazione.

Il calcolo della TASI dovrà essere calcolata nel seguente modo:

  • rivalutazione del 5% della rendita catastale = 600 x 5% = 630,00 €;
  • applicazione del coefficiente catastale = 630,00 x 160 = 100.800;
  • applicazione aliquota base TASI 2017 = (100.800 x 1) / 1.000 = 100,80 euro.

A questo punto non ci resta che controllare se sia titolare al 100% o al 50%.

Nel caso sia titolare al 100% dell’immobile, il Signor PINKO PALLINO dovrà versare la TASI 2017 per un importo di 100,80 €.

In questo caso può optare per pagare tutto in un’unica soluzione o se invece vuole suddividere il costo in 2 rate.

Scadenza TASI 2017

Nel caso si opti per il pagamento frazionato si devono tenere presenti le seguenti date di scadenza:

  • acconto prima rata Tasi 2017: 16 giugno;
  • saldo seconda rata: 16 dicembre.

Questi sono i termini ultimi di presentazione del pagamento TASI 2017.

TASI 2017: tabella coefficiente catastale

Si deve anche tenere presente che in merito al coefficiente catastale è possibile consultare la tabella di seguito riportata.

Questo ti faciliterà di molto il lavoro.

Tasi 2017

Tasi 2017: coefficienti catastali


TASI 2017: codice tributo 3958 e seguenti: guida completa

A questo punto, una volta che abbiamo analizzato come calcolare la TASI per il 2017 e quali sono i termini ultimi di pagamento, non ci resta che vedere come compilare il modello F24 al fine di procedere al versamento.

La Tassa sui servizi indivisibili, ricordiamo a tutti i contribuenti che deve essere pagata tramite modello F24.

In questo caso, devi prestare particolare attenzione alla corretta compilazione del modello e alla corretta indicazione del codice tributo da utilizzare.

Non vi è un codice univoco TASI 2017, ma vi sono diversi codici tributo da utilizzare. Questo dipende molto dal tipo di immobile per cui si richiede il pagamento dell’imposta.

Al momento i codice tributo che si devono utilizzare per i pagamento della TASI variano dal 3958 al 3963.

Questo cambia in base a:

  • tipo di immobile considerato;
  • tipo di pagamento da effettuare:
    • imposta;
    • interessi.

Di seguito analizziamo dunque quelle che sono le istruzioni su come:

  1. pagare la TASI;
  2. quale codice tributo utilizzare;
  3. come compilare il modello F24.

TASI 2017: Guida ai codici tributo – 3958 – 3959 – 3960 – 3961 – 3962 – 3963

Al fine di procedere con l’inserimento corretto del codice tributo TASI nel modello F24 da pagare, i contribuenti possono prendere in considerazione la tabella di seguito riportata:

Tasi 2017-codcie tributo

Come potete notare, o codici tributo da utilizzare per il pagamento della TASI variano a seconda di due fattori fondamentali:

  1. tipo di immobile su cui si paga la TASI ed in questo caso si deve tenere presente che il codice tributo 3958 è quello universalmente più utilizzato poiché utilizzato al fine del pagamento dell’imposta inerente le abitazioni principali;
  2. tipo di pagamento, e quindi considerare se  si tratta di pagamento di imposta nei termini oppure delle maggiorazioni per interessi e sanzioni sul ravvedimento.Solo iq quest’ultimo caso, si deve utilizzare il codice tributo 3962 al fine di indicare gli interessi.E’ possibile anche utilizzare il codice tributo 3963 per le sanzioni.

TASI 2017: codice tributo 3958 abitazione principale e compilazione del modello F24

Al fine di procedere correttamente alla compilazione del modello F24 per il pagamento della TASI sulle abitazioni, basta seguire le indicazioni di seguito riportate.

Per prima cosa, si deve considerare che al fine di pagare correttamente la TASI sull’abitazione principale, occorre utilizzare il codice tributo 3958.

Ora, il modello F24 deve essere compilato in base all’immagine di seguito riportata.

Tasi 2017-codcie tributo-modello-F24

Tasi 2017: compilazione del modello F24

Al fine di effettuare la corretta compilazione, ti consigliamo di utilizzare la seguente tabella con le istruzioni riportate. Questo ti permette di compilazione correttamente il modello F24 e quindi assolvere al pagamento della TASI sulle abitazioni principali con codice tributo 3958:

Tasi 2017-codcie tributo-

TASI2017: riforma legge di Stabilità 2016

Tutte le indicazioni che fin qui ti abbiamo elencate sono poi riportate in ordine ai codici tributo 3958 e seguenti all’interno della legge di stabilità 2016.

Questa infatti ha determinato la riforma in materia di TASI.

Nota bene:

A partire dal 1° gennaio 2016 tutte le abitazioni principali sono esenti dal pagamento della TASI e IMU ad eccezione solo delle case di lusso, ovvero quelle abitazioni che rientranti nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Articoli che potrebbero essere di tuo interesse:

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
Markets.com
  • Trading CFD con Marketsx
  • Metatrader 4 e 5;
  • Negoziazione di azioni con Marketsi
Ampia scelta di asset e piattaforme Prova Gratis Markets.com opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Termini di ricerca:

  • codice tributo tasi 2017

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Investimenti

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di  trading >>

Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP.

Unisciti alla rivoluzione del social trading di AvaTrade >>

Copia automaticamente gli investimenti dei trader piu’ esperti con  DupliTrade.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Su ogni nuovo account AvaTrade verrà accreditato $100.000 in un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.