modello 730/2017 precompilato: online dal 2 maggio! Accesso possibile anche con credenziali NoiPA

In questa guida ti illustreremo tutte le novità inerenti la dichiarazione precompilata per il 2017 secondo quanto riportato dall’Agenzia delle entrate.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Per far questo ci aiuteremo anche del video tutorial rilasciato dall’Agenzia delle entrate e che potrai visionare di seguito. Grazie a questo video, infatti imparerai tutti i passaggi per accedere visualizzare e a partire dal prossimo 2 maggio, modificare e inviare il modello 730/2017.

730_precompilato-inps

Modello 730/2017 precompilato

Grazie a questo, imparerai le principali novità in merito alla nuova stagione dichiarativa. Potrai anche apprendere passo passo tutte le operazioni che devi effettuare al fine di poter accedere in maniera autonoma a:

  • l’area autenticata;
  • visualizzare le informazioni disponibili;
  • operare all’interno della dichiarazione.

Inoltre, ti spiegheremo come accedere alla piattaforma.

Per prima cosa devi ricordare che è possibile accedere con pin e password rilasciati dall?Agenzia, o in alternativa puoi anche accedere con le credenziali Inps, o anche con credenziali rilasciate dal portale NoiPa per i dipendenti pubblici.

Un altro sistema che puoi utilizzare è quello inerente alla Carta Nazionale dei Servizi o sistema Spid, che altro non è se non il nuovo Sistema Pubblico di Identità Digitale, il quale ti permette di utilizzare le stesse credenziali al fine aver accesso a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni e delle imprese aderenti.

Imparerai anche dalle risposte rilasciate a seguito di domande da parte dei cittadini a risolvere problemi come ad esempio: scadenze o anche altre novità disponibili sul sito di assistenza appositamente dedicato. Qui per altro sono anche elencati tutti gli altri canali di assistenza e che saranno potenziati al fine di rispondere alle tue richieste.

730 Precompilato Agenzia delle entrate: video tutorial

Novità modello 730/2017 precompilato

Modello-730-rimborsi crediti-debiti

Analizziamo di seguito tutte le novità che sono presenti nel modello 730/2017 precompilato. Infatti, il nuovo modello precompilato 2017 si arricchisce delle seguenti voci di spesa:

  1. veterinarie;
  2. per occhiali da vista;
  3. sostenute per l’acquisto di farmaci da banco, anche omeopatici;
  4. servizi sanitari erogati dalle parafarmacie;
  5. ecocardiogramma test per la glicemia, ecc.

Secondo quanto disposto da un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, che è stato pubblicato il 15 settembre 2016, viene data attuazione al Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 1° settembre 2016, allargando la platea dei soggetti tenuti a comunicare tramite il Sistema tessera sanitaria tutte le informazioni relative alle spese dei cittadini.

Sono inoltre state definite le regole al fine di utilizzare al meglio i dati in essa contenuti. Tra i nuovi soggetti chiamati a dialogare con il sistema per il 2017 abbiamo:

  1. psicologi;
  2. infermieri;
  3. radiologi;
  4. ottici;
  5. veterinari.

In questo modo prende sempre più forma il pacchetto di dati che dal 2017 tutti i cittadini potranno trovare pre-confezionati all’interno della dichiarazione.

Queste su elencate si associano a quelle già presenti dal’anno scorso. Queste fanno riferimento alle spese:

  1. sanitarie (al netto dei farmaci da banco);
  2. universitarie;
  3. funebri;
  4. inerenti a interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica;
  5. contributi per la previdenza complementare.

Scadenze modello 730/2017

Le altre date da tenere in considerazione sono:

  • 7 luglio, data di scadenza al fine di presentare la dichiarazione tramite un intermediario Caf o professionisti abilitati;
  • 23 luglio, termine per presentarla autonomamente utilizzando il modulo precompilato sul sito dell’Agenzia delle entrate.

Sulla base di quelle che sono state le dichiarazioni del 2016, anche per quest’anno i conguagli arriveranno nelle buste paga di luglio per i lavoratori, mentre per i pensionati nei cedolini di agosto o settembre.

Spese detraibili nel nuovo modello 730/2017 precompilato

modello 730 precompilato istruzioni per la dichiarazione dei redditi

modello 730 precompilato istruzioni per la dichiarazione dei redditi

Sappiamo bene che la dichiarazione precompilata 2017 è disponibile online a partire da martedì 18 aprile.

Ti abbiamo illustrato come accedere al sito dell’Agenzia delle entrate, con pin e password. Ti ricordiamo invece che per accedere alle modifiche si deve attendere il 2 Maggio prossimo, data a partire dalla quale puoi effettuare eventuali integrazioni e modifiche, o inviarla.

Spese sanitarie

Rientrano in questa categoria tutte le spese sanitarie, dai farmaci alle visite.

Per queste spese, i cittadini possono ottenere una detrazione pari al 19% delle spese sanitarie sostenute, per l’importo eccedente i 129,11 euro.

Nota bene: non c’è limite massimo di detraibilità.

Tra le altre spese che rientrano come sanitarie, abbiamo:

  • prestazioni rese da un medico generico;
  • spese per medicinali omeopatici;
  • acquisto di medicinali da banco o con ricetta (inclusi i prodotti omeopatici);
  • prestazioni specialistiche;
  • cure termali;
  • acquisto o affitto di dispositivi medici o attrezzature sanitarie.

Possono essere portati in detrazione anche gli altri farmaci da banco e di automedicazione acquistati presso farmacie, supermercati o anche tramite farmacie online. Puoi consultare l’elenco degli esercizi autorizzati è disponibile sul sito www.salute.gov.it.

Avvertenze:

Tutte le spese portate in detrazione, devono essere certificate da fattura o scontrino fiscale parlante, e deve contenere i seguenti dati:

  • importo;
  • natura;
  • quantità dei prodotti acquistati;
  • codice fiscale del destinatario.

Spese veterinarie

Rientrano anche le cure veterinarie inerenti gli animali domestici. Come per la precedente categoria, anche per questa è possibile usufruire di una detrazione del 19%, per un importo superiore a 129.11 e fino ad un massimo di 387,34 euro .

La detrazione spetta al soggetto che ha sostenuto la spesa, anche se non proprietario dell’animale.
possono essere detratte anche le spese per animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva.

Nota bene:

Non rientrano in questo caso, le spese sostenute per la cura di animali:

  • destinati all’allevamento:
  • alla riproduzione;
  • al consumo alimentare;
  • qualunque specie allevati o detenuti per fini e scopi inerenti le attività commerciali o agricole.

Spese per asilo nido e Istruzione

In questa categoria, rientrano tutte le spese sostenute dai genitori per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido.

Anche in quest caso, la detrazione è pari al 19%.

Nota bene:

Secondo quanto specificato dall’Agenzia delle entrate, sono considerati asili nido, tutte le strutture dedicate alla formazione dei bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni.

Possono essere portate in detrazione anche spese sostenute per l’istruzione non universitaria. In questo caso si parla di scuole statali e scuole paritarie private, come:

  • scuole materne;
  • elementari;
  • scuole medie;
  • istituti superiori.

Possono essere portate in detrazione anche le spese sostenute per la frequenza di Conservatori di musica e istituti musicali pareggiati.

Novità 2017

Possono essere portate in detrazione anche le spese sostenute per mense e gite scolastiche. Per queste però devono essere conservate ricevute e quietanze di pagamento con gli importi sostenuti.

Rette universitarie e affitti per gli studenti fuori sede.

Diverso è il caso per le rette universitarie e gli affitti per studenti fuori sede. Anche in questo caso, parliamo di detrazione del 19% per le spese universitarie.

Sono inclusi in questa categoria le seguenti spese per corsi:

  • universitari;
  • di specializzazione;
  • di perfezionamento;
  • master universitari;
  • corsi di dottorato di ricerca.

Al fine di agevolare poi gli studenti fuori sede, devi tenere a mente che il fisco ha riconosciuto una detrazione per le spese sostenute per l’affitto. In questo caso dall’imposta lorda si deve detrarre un importo, pari al 19 % dei seguenti canoni:

  • contratti di locazione stipulati o rinnovati;
  • canoni relativi ai contratti di ospitalità;
  • atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio come:
    • università;
    • collegi universitari legalmente riconosciuti;
    • enti senza fine di lucro;
    • cooperative;

Nota bene che in questo caso, l’importo non deve deve superare i 2.633 euro.

Rientrano anche gli affitti versati dagli studenti iscritti a un corso di laurea presso un’università di uno Stato dell’Unione europea.

Attività sportive per i ragazzi

Infine possono essere portate in detrazione e quindi ottenere un’agevolazione, tutte le spese sostenute dalle famiglie, per i ragazzi che hanno un’età compresa tra i 5 e i 18 anni e che svolgono un’attività sportiva dilettantistica.

La detrazione, anche in questo caso è pari al 19%, per l’iscrizione annuale e abbonamento ad:

  • associazioni sportive;
  • palestre;
  • piscine;
  • altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.
  • L’importo massimo detraibile è il 19% di 210 euro.

Maggiori approfondimenti sono disponibili su:

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • 100% Azioni – 0 Commissioni
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC / MiFID II
  • A.C. Milan PARTNER
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

X
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.