Precompilato 2017: online la bozza del modello 730/2017

L’agenzia delle entrate ha fatto sapere che è online la il nuovo modello 730 precompilato 2017. In questo nostro approfondimento, tratteremo delle maggiori novità presenti nella bozza del nuovo Modello 730 con le relative istruzioni.

Ricordiamo sin da subito che il modello inerente alla dichiarazione dei redditi precompilata sarà disponibile dal 15 aprile 2017, con tante novità fiscali.

Le innovazioni nel modello 2017 sono tante, e tra queste ad esempio ricordiamo i lavoratori trasferitisi, l’elevazione a 750 euro del premio detraibile polizze a tutela dei disabili gravi (come previsto dalla Legge “Dopo di noi”) o anche i nuovi bonus e le detrazioni previste dalla Legge di Stabilità 2017.

modello 730-2017 precompialto

Modello 730/2017: novità del precompilato

Abbiamo già trattato in altri nostri approfondimenti del modello 730 precompilato e del modello unico PF 2017 precompilato. In questa guida, invece ci occuperemo di approfondire tutte le novità che sono presenti nel modello.

Il nuovo modello 730/2017 precompilato mantiene la caratteristica di contenere al suo interno già i dati inerenti a:

  • tassazione agevolata per premi di risultato;
  • regime fiscale per i lavoratori impatriati;
  • school bonus;
  • bonus mobili giovani coppie, ecc.

Queste le principali novità fiscali già contenute all’interno del modello 730/2017 pubblicato in bozze dall’Agenzia delle Entrate. Inoltre sono già online le istruzioni complete per la compilazione.

Il modello 730/2017 precompilato in versione ufficiale, sarà disponibile a partire dal 1° Aprile 2017 e riguarderà la dichiarazione dei redditi di tutti i lavoratori dipendenti e pensionati. 

Tutti i contribuenti, potranno per tanto, decidere o di accettare il presente modello, oppure di compilarlo nuovamente in forma cartacea, magari facendosi assistere da un patronato o da un CAF di propria fiducia.

Modello 730/2017 precompilato: scadenza

Tutti i modello 730/2017 a prescindere dal tipo utilizzato, devono essere presentati entro e non oltre il termine di scadenza ultimo fissato al 7 luglio.

Attenzione:

Molto importante è il termine di scadenza. La bozza delle istruzioni riportate dall’Agenzia dell’entrate, al momento riportano solo la scadenza del 7 luglio, ma in base anche a quanto previsto dal decreto fiscale (193/2016, articolo 7-quater, comma 46), a partire da quest’anno, è possibile presentare la dichiarazione fino al 23 luglio senza incappare in ritardi di scadenze.

Fate però attenzione al fatto che la scadenza è solo e soltanto per i CAF, i quali devono comunque presentare entro il 7 Luglio l’80% delle dichiarazioni, mentre il restante lo possono presentare entro il 23 Luglio.

Modello 730/2017 precompilato e premi di produttività

Per quanto riguarda i premi di produttività, ricordiamo che la tassazione agevolata è del 10% fino ad un massimo di 2.000 € o in alternativa 2.500 € ma solo per le aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori all’interno dell’organizzazione del lavoro.

Il tetto massimo di reddito all’anno è fissato in 50.000 € e i premi percepiti sotto forma di welfare aziendale non sono tassati.

Infine, ricordiamo che secondo quanto stabilito dalla legge di Stabilità 2017 vi è un ulteriore incremento del premio di produttività ma solo a partire dall’anno fiscale 2017, e per tanto questa novità sarà introdotta nella dichiarazione dei redditi del 2018.

Modello 730/2017 precompilato: Impatriati

Questa è una novità introdotta dal decreto internazionalizzazione del 2015, secondo quanto stabilito dall’articolo 16 del decreto legislativo 147/2015, e riguarda tutti i lavoratori che hanno svolto il proprio lavoro all’estero per un periodo di tempo di almeno 5 anni continuati.

Questi lavoratori, sono solo i lavoratori altamente qualificati che rientrano in Italia dopo 5 anni trascorsi all’estero. Attenzione, perché per usufruire dell’agevolazione devono rimanere a lavorare in Italia per almeno 2 anni. Solo in questo modo, potranno usufruire dell’agevolazione inerente alla riduzione dell’imponibile al 70% del reddito prodotto.

Modello 730/2017 precompilato: Agevolazioni fiscali 50% giovani coppie e bonus mobili

Novità previste per nuovo modello sono anche relative alle detrazione fiscali, pari al 50% e fino ad un massimo della spesa di 16.000 €.

La detrazione fiscale del 50% riguarda esclusivamente l’acquisto di mobili da parte di giovani coppie.

Ricordiamo che per usufruire del bonus, è requisito fondamentale che una delle due parti non abbia compiuto i 35 anni. Il bonus riguarda anche i soggetti conviventi da almeno 3 anni che hanno acquistato casa (prima casa) nel 2016.

Il bonus è valido fino ad un massimo di 10.000 € di detrazione da spalmare in 10 anni, a patto che i mobili e i grandi elettrodomestici acquistati (anche tramite finanziamento) siano destinati, all’immobile ristrutturato.

Detrazione del 65% in dieci anni anche per le spese sostenute per l’acquisto di dispositivi di controllo da remoto.

Per quanto riguarda le agevolazioni legate al bonus mobili, ricordiamo che fino al 31 dicembre 2017 è disponibile il prolungamento del bonus mobili.

Maggiori approfondimenti sono disponibili in: Bonus mobili – arredi per giovani coppie: tutte le date 2016-2017.

Modello 730/2017 precompilato: agevolazioni mutuo

Tutti coloro che detengono un mutuo inerente all’abitazione principale, possono detrarre gli interessi passivi, gli oneri accessori e le quote di rivalutazione pagate nel 2016.

Per tutti i mutui ipotecari destinati all’acquisto dell’abitazione principale, è possibile usufruire di una detrazione del 19% a prescindere dalla scadenza della rata.

Nel caso invece di sovvenzioni e contributi statali, la detrazione spetta solo sull’importo effettivamente a carico del contribuente.

Tutti gli altri mutui, inerenti all’acquisto di altri immobili devono essere indicati gli interessi e possono essere detratti il 19% (per recupero edilizio contratti nel 1997, per la costruzione dell’abitazione principale, per gli interessi per prestiti o mutui agrari).

Modello 730/2017 precompilato: agevolazioni canone di leasing

Detrazione fiscale del 19% sui canoni di leasing inerenti alla prima casa ma solo se i contribuenti hanno un reddito inferiore a 55.000 €.

Il tetto massimo del canone è pari a 8.000 € per tutti i soggetti che hanno un’età inferiore a 35 anni, mentre scende a 4.000€ per tutti coloro che hanno un’età superiore ai 35.

Attenzione:

Nel caso in cui durante tutto il 2016 è stato pagato il prezzo di riscatto, si deve tenere presente che questo non deve essere superiore a 20.000 € per soggetti con età inferiore a 35 anni (nel momento in cui si stipula il contratto), o 10.000 € per tutti i soggetti che hanno già compiuto i 35 anni.

Per quanto riguarda invece i premi per le assicurazioni che hanno come oggetto il rischio di morte, sale a 750 € l’importo massimo di detrazione al fine di tutelare il soggetto con disabilità grave (detrazione del 19%).

Deduzione al 20% invece per tutte le erogazioni liberali, le donazioni e altri atti a titolo gratuito, che non superano l’ammontare complessivo di 100.000 €, a favore anche di trust o fondi speciali che operano al’interno del settore beneficenza.

Detrazione al 65% per tutte le spese sostenute al fine di acquisto, installazione emessa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto di impianti di riscaldamento e climatizzazione.

Modello 730/2017 precompilato: come funziona?

Il funzionamento del modello 730/2017 precompilato lo abbiamo approfondito dettagliatamente in: Modello 730 precompilato 2017: NEWS e Aggiornamenti. Qui invece ci occuperemo solo di capirne il suo funzionamento, quali son i dati e le informazioni in possesso dell’Agenzia delle Entrate e come il contribuente può agire al fine di integrarli.

Per tutti gli approfondimenti consigliamo di seguire:

Crediti d’imposta

Per quanto riguarda il credito di imposta ricordiamo lo School bonus, per il quale è possibile ottenere un credito d’imposta pari al 65% per erogazioni liberali fino a 100.000 € euro in favore di istituti del sistema nazionale di istruzione, ripartito in tre quote di pari importo.

Modello 730/2017: detrazione del 50% dell’IVA per efficienza energetica

Riguarda solo i pagamenti avvenuti nel 2016 al fine di acquistare abitazioni con classe energetica certificata A e/o B. In questo caso la detrazione iva del 50% è valevole per 10 anni.

Clicca qui per scaricare la bozza del modello 730/2017 o le istruzioni per la compilazione

Leggi anche: Modello unico 2017 PF – precompilato – società- scadenza, differenza 730

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Social Trading CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Bonus speciali Central Bank of Ireland Conto demo
Opinioni AVATRADE
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Termini di ricerca:

  • 730 Precompilato 2017
  • 730 precompilato 2017 quando disponibile
  • precompilato 730 2017
  • 730 2017 precompilato
  • 730/2017 precompilato
  • agenzia entrate 730 precompilato 2017
  • precompilato 2017

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo