Riunione della BCE: estensione del Qe fino alla fine del 2017. Acquisti ridotti a 60 miliardi mensili per 1 anno con il Tapering

Dopo la riunione della BCE la decisione è stata chiara! estensione del Qe fino alla fine del 2017, con acquisti ridotti a 60 miliardi. Questo in sostanza quanto emerso dal presidente della BCE Mario Draghi, il quale in base anche a quanto confermato dal Consiglio direttivo della Bce, ha deciso di confermare il Qe, il programma di acquisto di titoli pubblici e privati dell’Eurozona, fino a tutto il 2017. La prima tranche prevede l’acquisto di questi titoli fino a marzo 2017.

Successivamente è prevista anche la possibilità di una seconda tranche per un volume massimo di 80 miliardi al mese, per il periodo aprile – dicembre 2017 con un volume ridotto di 60 miliardi al mese.

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

Infine, il consiglio, precisa che gli acquisti continueranno per importo pari a 60 miliardi al mese, dall’Aprile 2017, a Dicembre 2017. nulla vieta una eventuale proroga anche per il 2018 po comunque fino a quando il Consiglio direttivo non vedrà un aggiustamento sostenibile in merito all’inflazione. Al momento il tasso di inflazione è pari a poco meno del 2% per rendimenti a medio termine.

BCE mario draghi

Presidente della BCE Mario Draghi


Quali le decisione della BCE?

Seguendo le linee guida diramate dal presidente, possiamo dire che la situazione economica dell’eurozona sembra stabile, ma se dovesse avvenire un peggioramento o nel caso in cui le condizioni finanziarie dovessero peggiorare, allora, si potrebbe pensare ad un nuovo aggiustamento del percorso d’inflazione.

In sostanza si procederebbe all’acquisto netto di titoli, attuati insieme al reinvestimento del capitale da quelli già acquistati e in scadenza.

Bce, pronta estensione Qe: Occhi puntati sull’Italia

A seguto delle decisioni prese, Mario Draghi ha tenuto una sua conferenza stampa in cui ha espressamente dichiarato che le misure prese oggi dal board della Bce prevede un programma di acquisti di titoli esteso alle obbligazioni sovrane. In questo caso però, la vita residua scende da 2 a 1 anno.

All’acquisto di queste obbligazioni corrisponde la possibilità di acquistare titoli che abbiano un tasso inferiore al tasso dei depositi.

Queste sono tutte misure adottate a seguito di un potenziamento di fato dell’operatività del quantitative easing come strumento di stimolo per tutti gli investimenti nell’economia reale.

Mario Draghi, procede ancora affermano che la BCE resterà sul mercato a lungo, e ha smentito tutte le voci in merito ad un possibile tapering, ossia riduzione del piano di quantitative easing da parte della banca centrale.

La Bce rallenta il Qe, ma non è un pre – tapering

Anche se la BCE rallenta il Qe questo non vuol dire che si parla di tapering. Lo ha deciso a seguito dell’analisi del quadro economico dell’Eurozona, la quale ha registrato pressioni inflazionistiche anche se moderate.

Una possibile ripresa economica che si è rafforzata nel 4° trimestre del 2016.

Secondo i dati in suo possesso, la BCE pone delle previsioni di crescita, che sono stimate intorno all’1,7% nel 2017 e dell’1,6% per il 2018 e 2019. E’ anche confermata la scomparsa in merito al rischio di deflazione nell’Eurozona.

Per Draghi, priorità assoluta sono le riforme strutturali in tutti i paesi europei ed in particolare per gli investimenti infrastrutture, settore per altro cruciale per lo sviluppo economico.

BCE ed il ruolo della politica internazionale

Purtroppo il 2017 non si presenta come uno dei migliori anni per la stabilità politica. In particolare per l’italia, il 2017, si presenta con un calendario ricco di eventi politici che potrebbero comportare l’instabilità economica e quindi è fonte di incertezza.

Nella maggior parte dei paesi vi è bisogno di un ricambio generalizzato, di riforme strutturali. Questo sembra essere uno dei migliori mdi per riportare la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro. Anche l’Italia non deve essere di meno.

Nel caso specifico dell’Italia, i mercati hanno reagito molto bene, e si sono rivelati molto resilienti. Cosa ben diversa invece da quelle che sono state le elezioni in Gran Bretagna con la Brexit e con l’elezione del presidente degli Stati Uniti, dove i mercati hanno subito un leggero e constante calo.

Weidmann contrario all’estensione del Qe ?

Jens Weidmann, presidente della Bundesbank, ssi dice fortemente contrario alla decisione della Banca Centrale Europea di estendere il programma di quantitative easing fino alla fine di Dicembre 2017.

Secondo fonti ufficiali nazionali tedesche, si prevede che Weidmann ha espresso di disappunti sull’estensione del programma. A differenza invece di quanto affermato da Mario Draghi, il quale ha confermato l’ampio consenso al consiglio direttivo della Banca Centrale Europea,

Bce allunga il quantitative easing di 9 mesi e inizia il tapering: spread Btp/Bund stabile

In sostanza quinto fin qui detto lo possiamo riassumere con quanto segue:

  • La Banca Centrale Europea ha esteso il programma di acquisto di bond fino a fine 2017;
  • la spesa da sostenere diminuirà a partire dal mese di Aprile 2017;
  • estensione del QE di 9 mesi;
  • Riduzione degli acquisti a € 60 miliardi ad aprile.
  • maturità dei titoli acquistabili dalla Banca centrale è stata ridotta da 2 anni a 1 anno;
  • La BCE potrà acquistare ma solo in casi stremi di necessità bond con rendimento inferiore al tasso sui depositi al -0,4%.

Questo in definitiva quanto previsto dalla BCE in merito alla situazione attuale. Per tutti gli approfondimenti di natura economica e finanziaria, potete consultare la nostra sezione di Economia e finanza

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Plus500
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti - Vasta scelta di CFD Prova Gratis Plus500 opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
IC Markets
  • Licenza: ASIC
  • Broker NO ESMA
  • Leva finanziaria alta
Broker NO ESMA - leva finanziaria alta Prova Gratis IC Markets opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Turbo24, i primi certificati turbo quotati H24 al mondo, barrier, vanilla options e CFD...

Scopri di più
X
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74/89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Plus 500

Reagisci alla volatilità dei mercati

 

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

 

Non perdere la tua prossima opportunità:

• Negozia sui mercati con spread stretti
• Ottieni il controllo impostando avvisi sui prezzi e strumenti di gestione dei rischi
• Senza commissioni
• Fai trading di CFD su Azioni, Indici, Forex e Criptovalute

 

Acquisisci il controllo

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:
• Stop Limit / Stop Loss / Trailing Stop
• Stop garantito
• Notifiche push e via email GRATUITE sugli eventi di mercato
• Allarmi sui movimenti di prezzo, % di cambio e opinioni dei trader