La lotta al cambiamento climatico conviene, anche alla finanza

Il cambiamento climatico è ormai un’evidenza incombente, e chi investe deve tenerne conto. Lo ha capito anche il mondo della finanza: agire subito e mettere in campo delle strategie per la mitigazione del surriscaldamento globale non è solo un dovere morale verso il pianeta, ma anche un’opportunità da non lasciarsi perdere sul piano strettamente economico.

Credits: giovanimpresa.coldiretti.it

Credits: giovanimpresa.coldiretti.it

Ridurre il surriscaldamento globale può infatti rivelarsi un vero e proprio affare: la pensano così per esempio gli analisti di BlackRock, che con i suoi 4300 miliardi di patrimonio è la più grande società di investimenti del mondo. In un documento ufficiale l’associazione ha voluto sottolineare che l’eccellenza nella sostenibilità ambientale «non è solo sinonimo di qualità operativa e gestionale, ma indica anche la capacità di reagire all’evoluzione dei trend di mercato».

Il portafoglio degli investitori va dunque indirizzato verso quei prodotti che si propongono come obiettivo principale o secondario il miglioramento dell’ambiente. In questo senso assumono un’importanza fondamentale tutte le iniziative volte a dimezzare i costi finali delle politiche climatiche, primi tra tutti quelli del settore energetico. In Italia un buon esempio è rappresentato dal progetto Futur-E di Enel, attraverso il quale la società sta mirando alla riqualificazione delle centrali elettriche dismesse, come per esempio quelle di Alessandria, Porto Tolle e Montalto di Castro.

La mitigazione dei cambiamenti climatici non è solo un affare italiano: ogni paese è chiamato a ripensare ai propri modelli di produzione.

Riscaldamento globale e crescita economica sono temi che si intrecciano in modo ancora più stretto nel caso dei paesi che stanno vivendo il proprio boom economico, come Indonesia, Malesia, Filippine, Thailandia e Vietnam. Nel Sud-Est Asiatico la recente industrializzazione ha portato a delle crescite record nelle emissioni di gas serra, con un aumento annuo del 5% nell’ultimo ventennio.

Correre ai ripari, per questi paesi, è dunque divenuto un obbligo verso sé stessi e verso il pianeta, ma non solo: stando infatti ai risultati di uno studio condotto dai ricercatori dell’Asian Development Bank, gli investimenti nella lotta contro il cambiamento climatico avrebbero un ritorno economico eccezionale, quantificabile in 11 dollari ogni 5 stanziati inizialmente. Per ora questi cinque paesi asiatici hanno deciso di destinare tra il 2,5% e il 3,5% del proprio PIL alle strategie nazionali di mitigazione del riscaldamento globale, una cifra che è pur sempre minore a quella usualmente utilizzata per incentivare le fonti fossili. La certezza, del resto, è solo una: nessuna delle spese attuali potrà mai essere esagerata, se confrontata con quella che potrebbe richiedere la gestione di una futura crisi climatica ed ambientale.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo