Indennità di disoccupazione europea: Sussidio per tutti proposto dal MEF

L’indennità di disoccupazione europea, al momento sembra essere un’ottima proposta prevista dal Mef, il quale dovrà discuterla durante il semestre di presidenza slovacca dell’Ue. Ma di cosa si tratta? Scopriamo insieme in questa guida.

disoccupazione-europea

Sarà discusso il prossimo semestre la possibilità di introdurre un fondo di solidarietà europeo a cui attingere in caso di disoccupazione. E’ questa al momento la proposta inoltrata al parlamento Europeo, il quale dovrà discuterne nel prossimo semestre. Si tratterebbe di un’indennità di disoccupazione europea che si dovrebbe attivare solo e soltanto nel momento in cui si vengono a verificare delle forti crisi economiche e non per tutti, ma solo per una determinata categoria di soggetti.

Stando a quanto annunciato, dovrebbero essere questi i punti su cui si discuterà. La proposta è stata avanzata dall’Italia, e studiata di concerto con il Mef, ministero economia e finanza, e che secondo indiscrezioni, dovrebbe essere discusso già nel prossimo semestre, sotto la guida dell’UE da parte della Slovacchia.

Indennità di disoccupazione Europea: cos’è?

Il progetto, inerente all’indennità di disoccupazione europea è stato già illustrato dal ministro Padoan per grosse linee alla maggior parte dei partner europei già nello scorso anno, e secondo cui, l’attuazione porterebbe ad un beneficio in termini e economici per tutti gli stati.

Il Mef ha anche spiegato che con questo strumento, l’Europa si doterebbe di un nuovo sistema (European Unemployment Benefit Scheme, Eubs) in grado di attenuare anche l’impatto economico a seguito dei forti shock economici sull’occupazione. Si eviterebbe per tanto , in questo modo che l’aumento della disoccupazione ciclica diventi strutturale.

L’Eubs così definita, non farebbe altro che rafforzare la governance dell’unione monetaria riducendo ancora di più l’incertezza delle prospettive future. Grazie a questo sistema, si conterrebbe l’onere di stabilizzazione dell’area Europea e che purtroppo oggi grava sulla politica monetaria.

Indennità di disoccupazione Europea: cosa prevede?

Nel dettaglio, la proposta dell’ Indennità di disoccupazione Europea, prevede:

  • durata minima dell’indennità: questo tipo di sussidio dovrebbe essere attuato solo e soltanto in caso shock negativi sufficientemente severi. Per tanto l’indennità è limitata nel tempo e nelle dimensioni,, tranne che non si verifichino le condizioni per un prolungamento delle misure in base alle convenzioni nazionali stabilite.
  • Ammissibilità della domanda: l’estensione e l’ammissibilità dell’indennità dipendono dalle leggi previste all’interno dello stato e sono diverse per ogni stato. In questo caso non vi sarà una misura comune per tutti gli stati. In sostanza, sarà previsto che l’indennità dovrebbe agire come assicurazione, la quale si evolve progressivamente in quanto innesca degli elementi di convergenza. Quindi l’indennità potrebbe durare 6-8 mesi, con un tasso di sostituzione di circa il 40-50 %.
  • Attuazione dell’indennità: per l’istituzione della domanda, si sarebbe già pensato all’affidamento di un’istituzione comune, quale ad esempio la Commissione europea, di comune accordo però con le autorità nazionali, le quali dovrebbero anche coinvolgere le parti sociali a livello nazionale e comunitario.
  • Le risorse: si prevede la possibilità di finanziare il tutto attraverso dei fondi attualmente spesi per i diversi sussidi nazionali e che convergerebbero parzialmente in un fondo comune europeo. Questo fondo dovrebbe prevedere una dotazione fissa, secondo delle misure correttive che agirebbero di volta in volta, al fine di evitare trasferimenti prolungati; altre risorse potrebbero anche arrivare dai fondi UE. Secondo quanto previsto nel piano proposto dall’Italia, tutti gli stati membri dovrebbero finanziare il piano di disoccupazione con una quota pari allo 0,5% del Pil nazionale, per un importo globale di circa 50 mld di euro annui.

Indennità di disoccupazione Europea: quanto costa all’Italia?

L’Italia potrebbe attingere al fondo per l’indennità di disoccupazione Europea, per un importo complessivo di circa 8-16 miliardi di euro.

L’Italia, sarebbe una tra le prime a poter attingere, in quanto, il fondo prevede la possibilità di ricevere questo sussidio per tutti quegli stati che vedono l’indice di occupazione calare in modo vertiginoso rispetto alla media europea.

Attraverso il finanziamento di questo sussidio, sarà possibile per tutti coloro che ne usufruiscono di non perdere il sostentamento in attesa di trovare anche una nuova occupazione.

Il sussidio ovviamente a cui si deve attingere non è a titolo gratuito, ma è abbastanza oneroso, perché oltre a partecipare al finanziamento del fondo con uno 0.5% del PIL nazionale,m si dovrebbe restituire anche quanto preso entro un termine massimo di 5 anni. Secondo poi le ultime statistiche rivelate da Eurostat, in Italia 1 disoccupato su 3 ha rinunciato a cercare un posto di lavoro. Dati per altro confermati anche come il peggiore dell’Europa.

Per tutti i relativi dettagli in merito non ci resta che attendere l’evolversi della situazione, ed attendere l’inizio del prossimo semestre Europeo.

Articoli che potrebbero interessare:

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Social Trading CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo