Equitalia Addio : Arrivo Equientrate nel 2017

Era già nell’aria da diverso tempo la fine di Equitalia, ma è solo di poche ore fa la notizia dell’addio definitivo di Equitalia. Al suo posto arriva Equientrate. Qual’è la differenza? 

Al momento l’unico vantaggio che si può riscontrare per i contribuenti, in questi momenti di incertezza e di passaggio delle consegne tra i diversi istituti, è la possibilità di ottenere una prescrizione delle cartelle. Non ci resta dunque che incrociare le dita. Ma sarà vero questo? di seguito cercheremo di comprendere meglio cosa sta succedendo.

equitalia-stop-equientrate

Equitalia: addio al 31 Dicembre 2016

L’addio definitivo ad Equitalia, avverrà con l’inizio del nuovo anno. Equitalia entro la fine dell’anno dovrebbe sparire definitivamente ed il suo posto verrebbe riassorbito all’interno dell’Agenzia delle Entrate. Sarà questa tramite un dipartimento interno a riscuoterà i crediti sia per conto dell’Agenzia delle Entrate, sia anche per INPS, INALI, ecc.

Equientrate: al via dal 01 Gennaio 2017

Si chiamerà Equientrate, la nuova agenzia di riscossione dei tributi che prende il posto di Equitalia, ed il nome rispecchia perfettamente la composizione del nuovo organismo. Infatti essa nasce dalla fusione e dall’incorporazione di Equitalia all’Agenzia delle Entrate.

Per la regolamentazione ì, non ci resta che attendere la nuova legge di stabilità 2017. Novità importanti anche per la legge di stabilità 2017, si trasforma in legge di bilancio. Cambia il nome ma non la sostanza.

Equitalia VS Equientrate

Una nota teoria recita: cambi l’orchestra ma non cambia la musica. Anche in questo caso è uguale. Cambia il nome, l’amministrazione, ma il ruolo non cambia. Infatti, Equitalia non muore definitivamente, ma sarà incorporata all’interno dell’Agenzia dell’entrate comprese le funzioni, i metodi e i suoi crediti. Per il contribuente non cambia assolutamente niente.

Al momento non è però dato sapere quanto tempo, ci vorrà per il passaggio delle consegne; purtroppo per le casse dello stato e per fortuna per i cittadini, come sempre accade, con questi passaggi, sarà necessario parecchio tempo prima che prenda piede il tutto comprese le attività di riscossione vere e proprie. Infatti a causa dell’incertezza che da sempre, purtroppo, caratterizza la nostra pubblica amministrazione per ogni riforma che viene approvata, potrebbe comportare la prescrizione per ben più di un credito. almeno una volta tanto la lentezza burocratica gioca a vantaggio dei cittadini. Ma a chi giova questa lentezza burocratica? Al cittadino che non paga la cartella, o al debito pubblico che aumentando graverà nuovamente su tutti i cittadini?

Gli italiani potrebbero avvantaggiarsi dell’incapacità di Equientrate di affrontare il cambiamento alla quale si aggiungono anche i termini di prescrizione.

Al momento, i tecnici stanno anche valutando un’altra proposta, che prevede, un’altra soluzione, ovvero quella di dividere le competenze di Equitalia tra le Entrate e il Ministero dell’Economia. In questo modo si potrebbe eliminare definitivamente l’aggio, lasciando in vita solo gli interessi legali.

Equientrate come procedere alla fusione?

Secondo quanto è emerso, Equitalia, funziona bene solo per la capacità di riscossione! Non va bene invece per i costi elevati della stessa attività. Secondo questa fusione, si dovrebbero salvare capre e cavoli, con una riduzione dei costi del 30% facendo fare a una struttura dello stato l’attività.

Al momento però resta aperto il problema inerente la gestione ed il passaggio di consegne anche dei dei dipendenti di Equitalia che al momento si aggirano introno alle 8.000 unità. Inoltre, essendo che Equitalia è un ente privato, la sua fusione all’interno dell’Agenzia delle Entrate, all’interno di un ente pubblico richiederebbe secondo quanto imposto dalla Costituzione un pubblico concorso, mentre al momento essi essi sono stati assunti con chiamata diretta e sottoposti a contrattazione nazionale rientrando sotto il profilo dei Banchieri. E’ forse anche questo uno dei motivi perché si spinge tanto per la riforma della costituzione? 

Rimani aggiornato su tutti i principali temi economici, seguendo la nostra sezione economia e finanza

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Termini di ricerca:

  • equientrate

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com