EBA, e stress test 2016 banche: cosa sono?

In questa guida ci occuperemo di capire cos’è l’EBA,  e cosa rappresenta lo stress test delle Banche. 

eba-

Cos’è l’EBA -European Banking Authority

Prima di procedere con gli argomenti, possiamo definire l’EBA  (European Banking Authority) come l’Autorità Bancaria Europea che ha il compito di vigilare sul settore bancario a livello internazionale; la sua sede è a Londra. L’EBA ha sostituito il CEBS (Committee of European Banking Supervisors), istituito nell’ormai lontano 2001 al fine di adeguare la vigilanza finanziaria a quelle che sarebbero state le realtà a seguito della creazione dell’euro.

L’Autorità Bancaria Europea, è stata creata nel 2011, a seguito della crisi finanziaria del 2007 in collaborazione con la European Securities and Markets Authority (ESMA) ( con sede a Parigi) e alla European Insurance and Occupational Pensions Authority (EIOPA). Questa collaborazione ha permesso di costituire un sistema europeo di vigilanza finanziaria, l’European System of Financial Supervisors (ESFS), con sede a Francoforte.

Come si compone L’EBA

L’EBA è composta da differenti organi:

  • consiglio delle autorità di vigilanza (board of supervisors), che è anche organo decisionale;
  • consiglio di amministrazione, il cui compito è quello di svolgere la funzione di supporto al consiglio con compiti di programmazione dei lavori e di adozione del bilancio;
  • presidente il cui compito è quello di preparare i lavori del consiglio e ne presiede le riunioni;
  • direttore esecutivo il cui compito è di responsabilità inerente all’esecuzione del programma di lavoro annuale.

EBA: compiti da svolgere

L’attività dell’EBA si concentra sull’analisi dei singoli intermediari creditizi, rimandando gli aspetti macro-prudenziali attinenti alle interrelazioni tra settore creditizio ed economia complessiva alle competenze dell’European Systemic Risk Board, ESRB.

I principali compiti dell’EBA sono principalmente:

  • promuovere la vigilanza bancaria comune all’interno dell’U.E;
  • favorire l’applicazione uniforme delle stesse regole per tutti gli Stati membri;
  • condurre analisi di rischio inerenti al sistema bancario europeo (stress test);
  • verificarne la solidità e l’adeguatezza dei requisiti patrimoniali.

Al fine di promuovere questi compiti, l’EBA riunisce e coordina tutte le autorità di vigilanza nazionali all’interno dei Paesi membri dell’Unione Europea. Alla presidenza dell’EBA, da subito, è stato designato l’italiano A. Enria.

Come abbiamo visto, uno dei compiti principali dell’EBA è quello di effettuare lo stress-test sugli istituti di credito appartenenti all’Eurozona, al fine di aumentare la trasparenza nel sistema finanziario europeo. In particolare deve indicare e dare un voto, una pagella, anche alle 5 banche italiane più importanti:

  • Unicredit;
  • Intesa Sanpaolo;
  • MPS;
  • UBI Banca;
  • Banco Popolare.

Qual’è il ruolo dell’ European Banking Authority?

Il ruolo promotore dell’EBA è quello di annullare le decisioni delle authority, da parte delle banche nazionali se non riescono a regolare correttamente le loro filiali; in questo modo si viene a configurare con il ruolo dell’arbitrato al fine di regolamentare gli istituti di credito dell’Eurozona al fine di migliorare la concorrenza tra di loro, garantendo anche che tutti gli istituti di credito rispettino standard elevati dei canoni economici dell’ Unione Europea.

Per svolgere le sue funzioni, l’EBA ha a disposizione diversi mezzi al fine di monitorare lo stato di salute del settore bancario. come ad esempio il transparency exercise, ovvero uno strumento di controllo che si applica sulle banche dell’Unione Europea, con lo scopo di renderlo il settore bancario sempre più sicuro ed efficiente. Questo si basa su 3 principi:

  1. requisiti patrimoniali;
  2. controllo delle autorità di vigilanza;
  3. disciplina di mercato e trasparenza.

Inoltre sulla base del regolamento, l’EBA può:

  • elabora proposte di norme in materia di regolamentazione e di attuazione di standard tecnici comuni;
  • svolge indagini su specifiche questioni;
  • adotta raccomandazioni nei confronti delle Autorità nazionali;
  • assume decisioni con efficacia diretta anche in merito ai singoli istituti finanziari;
  • svolgere un ruolo di coordinamento delle Autorità nazionali, in situazioni di emergenza;
  • in caso di divergenza tra singole Autorità nazionali ha il potere di:
    • prestare assistenza al fine di risolvere tale contrasto;
    • facilitare il raggiungimento di un accordo;
    • imporre l’adozione di specifiche misure;
    • astensione da qualsiasi attività;
  • nel caso in cui le autorità non si conformino alla decisione dell’EBA, questa può adottare provvedimenti direttamente vincolanti nei confronti dei singoli intermediari finanziari.

Come funziona il Transparency exercise ?

Il Transparency exercise è un parametro che viene preso in esame insieme a tutte le informazioni inerenti le banche appartenenti all’Unione Europea che l’EBA pubblica giornalmente e che analizza:

  • composizione del capitale;
  • attività ponderate al rischio, secondo una ripartizione basata su classe patrimoniale e paese della controparte;
  • esposizione al rischio del credito;
  • esposizioni al debito sovrano suddiviso per ogni paese;
  • Loan to Value ovvero il rapporto tra la somma richiesta per un mutuo e il valore dell’immobile a garanzia;
  • aggiustamenti di prezzi e previsioni;
  • rischio di mercato ed esposizioni di cartolarizzazione.

EBA ed EMA: rapporto dopo la Brexit

L’EMA è l’authority europea a sorvegliare dei farmaci. Insieme all’EMA costituiscono le 2 authority principali europee. Al momento le loro sedi sono a Londra, ma con l’uscita della Gran Bretagna fuori dall’Europa, la loro sede deve essere spostata altrove ed il Governo sta cercando di portarle in Italia, cercando una sede nella città di Milano.

Che cos’è l’EMA

L’Ema rappresenta l’agenzia europea per i medicinali, che valuta e monitora i farmaci in circolazione in tutta l’Unione, decidendo per prima quelli che devono essere commerciati all’interno dell’UE anche sulla base di alcuni criteri basilari, come è appunto il sistema anti-cancerogeno. L’EMa è capitanata da Guido Rasi ed il suo potere è ampio e pieno di responsabilità.

Infatti se un’azienda farmaceutica, decide e richiede di vendere un nuovo farmaco appena sviluppato, LEMA può richiedere la replica dei test effettuati, rivedere i target terapeutici, o anche fare nuove analisi, ritardando in questo caso l’immissione sul mercato del medicinale.

Stress test banche 2016: cos’è  e come funziono?

Gli stress test delle banche servono a misurare la solidità degli Istituti di Credito; più precisamente misurano il grado di resistenza di una banca nel caso si venisse a verificare una crisi, una forte recessione o se ci sono turbolenze di mercato. Maggiore è la solidità delle banche maggiore è il grado di superamento dello stress. In alternativa, possiamo definire gli stress test come dei veri e propri test, con esami in merito alle 51 banche europee  al fine di fornire garanzie agli investitori e mantenere alta la fiducia sul futuro di una banca.

Il loro compito è di testarne la solidità, la resistenza a situazioni e periodi di crisi

Come funziona lo stress test

L’EBA ipotizza degli scenari di crisi, e verifica gli effetti sui capitali di ciascuna banca. In questo modo, i dati ipotizzati, e prodotti non fanno altro che formare il quadro completo attuale della banca, ovvero se è solida o se no. Tutti i risultati ottenuti dallo stress test, saranno poi sottoposti al vaglio della Banca Centrale Europea, la quale poi effettua un ulteriore esame SREP (Supervisory review and evaluation process) e nel caso richiede che vengano effettuate delle correzioni per le banche che dovessero presentare dei punti deboli.

Stress test 2016: quali le peggiori in europa?

Tra le banche che hanno risposto nel peggiore dei modi abbiamo:

  • Monte dei Paschi di Siena;
  • Raiffeisen in Austria;
  • Banco Popular in Spagna;
  • 2 delle principali banche irlandesi.

Godono invece di buona salute le seguenti banche:

  • Deutsche Bank;
  • Commerzbank,

Stress test 2016: risultati in Italia

Al momento su 5 Banche che hanno effettuato il test, sono MPS ha dato esito negativo. Tra le migliori abbiamo:

  • Banco Popolare che passa il suo indice da 13,15% al 9,05% con un calo di 410 punti;
  • Intesa Sanpaolo che passa da 12,98% al 10,24%, con un – 274 punti base;
  • Unicredit che soffre maggiormente con un passaggio dal 10,59% al 7,12% perdendo oltre 340 punti base;
  • UBI Banca che passa dal 12,08% all’8,85% con un calo di -323 punti base.

Questi 4 Istituti, al momento anche se in calo dimostrano una maggiore solidità a detta anche della Banca d’Italia, che in una nota diffusa dopo la pubblicazione degli esiti degli stress test Eba. Negativamente hanno influenzato, infatti, il consistente prestito che logora il bilancio del 2015 a causa della non contabilizzazione di tutti gli interessi a relativi.

Non si può considerare, infatti, ai fini della formazione del margine di interesse, produttivo di interessi, sia il finanziamento che fa capo al debitore insolvente, sia quello riconducibile ad eventuali inadempienze.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Fibo Group
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

  • maria

    Molto interessante

    Tutti parlano di chantelle Sig. ra gomez sul forum.

    quotidiani e su facebook, un creditore particolare che io anche

    Abbiamo deciso di andare da lei. Inizialmente non ho creduto per un momento

    ma la mia curiosità mia Spinta provato. Finalmente ero in grado di ottenere questo

    prestito che ha fatto sono ora patrono della mia azienda.

    Questa signora è eccezionale, onesta e seria. Ho avuto il mio prestito di

    € 22,800 entro 72 ore una volta che le procedure sono state completate. Quindi

    Si prega di contattarla se avete bisogno di un prestito

    con una persona onesta e seria. Ecco la sua e-mail: chantellegomez0@gmail.com

Termini di ricerca:

  • vigilanza europea eba
  • stress test EBA

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com