NoiPa 2019: login, cedolino, cos’è e come si accede

In questa guida tratteremo del sistema NoiPA, del modo come fare per visualizzare e scaricare il cedolino inerente gli stipendi emessi dalle pubbliche amministrazioni spiegandovi tutta la procedura, dal login cedolino alla registrazione presso il portale.

In sostanza vi mostreremo una pratica guida su come funziona il sistema NoiPA e cosa rappresenta il portale on line della Pubblica Amministrazione.

procedura-registrazione-sistama-noipa-

Tratteremo tutti i punti, da come si accede a come è possibile visionare e scaricare documenti importanti per tutti i dipendenti pubblici tra cui il cedolino stipendio, modello CU (Certificazione Unica) e il modello 730.

Calendario stipendio NoiPa Gennaio 2019

In merito alle ultime notizie su NoiPa cedolino, analizzeremo brevemente il calendario 2019 inerente alle emissioni e alle date relative all’accredito dello stipendio previste per gennaio 2019.

Sulla base di quanto comunicato in data Lunedì 24 dicembre, il sistema NoiPa ha comunicato l’inserimento di una nuova funzionalità nel self service Detrazioni familiari a carico.

Il tutto potrebbe comportare un alleggerimento delle funzioni all’Agenzia delle Entrate che predispone la dichiarazione del Modello 730 precompilato in modo più accurato.

La nuova funzione consente in pratica l’inserimento dei dati del coniuge non a carico. NoiPa ha quindi informato che, a tale scopo, nella pagina di inserimento dei dati anagrafici del coniuge, sarà sufficiente inserire il codice scale, senza selezionare la voce A Carico”.

Premesso questo, passiamo ad analizzare le date ufficiali di visualizzazione dello stipendio del mese di Gennaio 2019 ed eventuale accredito dello stipendio.

Il calendario delle emissioni e delle date di accredito dello stipendio seguono solitamente le cadenze mensili. In questo caso si precisa che Venerdì 18 gennaio 2019 sarà il giorno dell’emissione speciale riguardante i compensi del personale Miur e del personale volontario dei Vigili del Fuoco.

Si deve attendere invece Mercoledì 23 gennaio 2019 per l’esigibilità dello stipendio.

Venerdì 25 gennaio 2019 sarà il giorno di esigibilità per il personale supplente breve e saltuario della scuola e dei Vigili del Fuoco.

NoiPa tredicesima Dicembre 2018

Per tutti i titolari di un contratto (insegnanti di ruolo e supplenti), l’esigibilità della tredicesima mensilità è il 14 dicembre. In pratica, tutti coloro che sono alle dipendenze della P.A. e quindi amministrati da NoiPa potranno riscuotere la tredicesima mensilità il giorno 14 dicembre. Nel caso specifico dei dipendenti della scuola, in questo mese, potranno ricevere (insieme al proprio stipendio anche la tredicesima)], la gratifica natalizia disposta dall’articolo 80 del CCNL.

Nel giorno 14 Dicembre 2018, la Banca d’Italia accrediterà sui singoli conti correnti l’importo spettante. Il cedolino invece è già stato caricato nell’area riservata della piattaforma NoiPa.

Tredicesima mensilità: a chi spetta?

Possono ricevere la tredicesima 2018, tutti i dipendenti del comparto Scuola, ovvero insegnanti con assunzione a tempo indeterminato o determinato (supplenti con contratto al 30 giugno o 31 agosto).

Nel caso in cui invece si tratta di personale supplente, questo riceverà i ratei spettanti dalla tredicesima in base ai mesi di lavoro effettivamente prestati. E’ considerato come mensilità solo il mese in cui si è lavorato per un minimo di 16 gg.

La gratifica natalizia non spetta invece a tutti i soggetti che sono in aspettativa dal lavoro o si trova in uno stato di assenza senza retribuzione.

Data esigibilità stipendio e tredicesima dicembre 2018

Tutti i pagamenti legati alla tredicesima mensilità dei lavoratori pubblici, sono regolati dal Decreto Legge n. 350 del 2001.E’ questo a stabilire la data di esigibilità della gratifica natalizia. Essa è per il 2018 stabilita tra il 14 e il 16 del mese in oggetto. Per certi versi è considerata anche in anticipo rispetto alla consueta data di accredito dello stipendio, invece, fissata per il giorno 23.

In particolar modo il d.l. stabilisce che la tredicesima mensilità deve essere pagata con lo stipendio di dicembre entro e non oltre queste date:

  • 14 dicembre per i docenti delle scuole materne ed elementari;
  • 15 dicembre per il personale amministrato dalle direzioni provinciali del Tesoro con ruoli di spesa fissa;
  • 16 dicembre per gli insegnanti supplenti e per i restanti dipendenti pubblici.

Attenzione:

Giorno 15 e giorno 16 Dicembre sono sabato e domenica. Eccezionalmente, nel 2018, la tredicesima mensilità sarà pagata nella stessa giornata per insegnanti di ruolo, supplenti e per il personale amministrativo.

Cambio IBAN – Postepay Evolution

Dal 1 ottobre 2018 per i possessori di Postepay Evolution, cambierà l’IBAN della carta. Lo ha comunicato anche Poste Italiane e per tanto, la Postepay rimarrà la stessa, ma il codice IBAN cambierà.

Chi riceve lo stipendio tramite accredito su Postepay Evolution, dovrà dunque procedere con la trasmissione ed il cambio dell’IBAN direttamente su piattaforma NoiPa.

NoiPa: stipendio Agosto e rimborso IRPEF 730 /2018

Quali sono le novità della dichiarazione dei redditi per il 2018?

Premesso che l’Agenzia delle Entrate ha reso noto di aver ricevuto ben 2.9 mln di modelli dichiarazione dei redditi precompilate. Essa afferma che ben oltre la metà di queste sono state accettate senza modifiche.

Quali sono allora le principali novità?

Tra le principali abbiamo le rette per gli asili nido, con 925 milioni i dati pre-caricati ed anche la nuova funzionalità di compilazione assistita per modifiche easy alle spese sanitarie.

Invece per quanto riguarda il personale della scuola, si deve sapere che i primi effetti della dichiarazione dei redditi sono stati presenti nella rata dello stipendio di luglio.

Non tutti però lo hanno ricevuto a Luglio. A seconda dei casi il lavoratore in busta paga potrà trovarsi dei Rimborsi o delle Trattenute IRPEF nel mese di agosto.

Molto importante in questo caso è considerare:

  • Rimborso Irpef: questo avviene quando dal computo totale delle imposte dovute dal lavoratore, risulta che egli è a credito per aver pagato più Irpef di quella dovuta.
  • Trattenute Irpef: si verificano in seguito al conguaglio del 730/2018 ed in questo caso, potresti risultare a debito in quanto hai pagato meno imposte di quelle dovute.

Sul sito NoiPA viene specificato anche quanto segue:

Il conguaglio fiscale risultante dai modelli 730/2018, non elaborati con l’emissione urgente, sarà applicato attraverso la prima emissione utile in base ai tempi di trasmissione dei dati al sistema NoiPA. A seguito di tale emissione sarà pubblicato un cedolino dedicato.”

Ecco che nel mese di agosto ci potranno essere dei soldi a rimborso o debito per chi non li ha ricevuti nel luglio 2018.

Si deve anche chiarire che il conguaglio irpef è AVVENUTO NEL MESE DI Luglio 2018 nei casi in cui l’importo da rimborsare era inferiore a 4000 €. Nel caso in cui invece è superiore, il conguaglio avviene dal mese di Agosto 2018.

Come procedere al pagamento IRPEF?

Per quanto riguarda il rimborso irpef, nel caso in cui parliamo di somme superiori ai 4000 euro si devono tenere distinte due situazioni: accettazione o meno del modello 730 precompilato 2018 senza modifiche.

Nel caso in cui si è a debito Irpef, c’è la possibilità per il contribuenti di pagare il saldo Irpef in rate mensili, e sempre in modo tale da non subire troppe penalizzazioni in merito allo stipendio.

Questo presuppone che è possibile pagare in rate. Per cui sullo stipendio di luglio ci sarà l’addebito della prima rata e in quella di Agiosto la seconda, ecc.

Date del conguaglio Noipa agosto 2018

Sulla base di quanto previsto dal decreto 350/2001, tutti i contribuenti avranno la disponibilità del cedolino Noipa entro il 23° Agosto.

Quindi il rimborso Irpef 2018 come anche il conguaglio Noipa sarà emesso entro il 23 agosto 2018.

Attenzione però alle eccezioni. Tutti gli insegnanti di scuole materne ed elementari avranno l’accredito il 18 agosto 2018. Solo il personale supplente, lo avranno il 26 agosto 2018.

Da notare anche che per queste categorie, i rimborsi avvengono alle suddette date. In linea di massima invece per i dipendenti pubblici il sistema NoiPA emetterà i cedolini con i rimborsi IRPEF il 23 agosto 2018.

NoiPa 2018 novità

Le maggiori novità in merito al sistema NoiPa riguarderanno la posizione contributiva e retribuzione virtuale, utile al fine di conteggiare il congedo parentale e l’aspettativa. Un sistema, che si va ad aggiungere a quelli già presenti all’interno del modulo Gestioni stipendi.

Questo nuovo strumenti consentirebbe di elaborare la corretta contribuzione inerente alle assenze dal servizio e che sono state coperte da contribuzione figurativa e sulla retribuzione virtuale, come ad esempio congedi parentali, aspettative per mandati amministrativi, posizioni fuori ruolo, ecc.

A partire dal messe di  Gennaio 2018 il sistema NoiPA automatizza dunque anche la gestione dell’intera posizione contributiva degli amministrati, arricchendosi della fattispecie previste dalla normativa vigente in tema di contribuzione figurativa e di retribuzione virtuale.

In sostanza la contribuzione figurativa prevede la copertura contributiva ai fini pensionistici a carico dell’Istituto Previdenziale INPS, mentre la contribuzione sulla retribuzione virtuale fa riferimento al Fondo Credito e contributi TFR/TFS, che sono a carico del datore di lavoro e del lavoratore. Questi devono versarli sull’intera retribuzione che il dipendente avrebbe percepito in costanza di servizio.

Le nuove funzioni presenti all’interno della sezione Gestione Stipendi permetterà di elaborare la corretta contribuzione relativa anche alle assenze dal servizio e che sono riconducibili non solo alla contribuzione figurativa ma anche alla retribuzione virtuale.

Tutti i dettagli in merito sono reperibili consultando la normativa di riferimento, di cui a titolo esemplificativo si citano il D. Lgs.16 settembre 1996, n. 564 con relative modifiche e integrazioni, e le circolari INPS numero 40/2016, 81/2015, 6/2014, 11/2013, 105/2012, 49/2000 e 13/2009.

Maggiori informazioni e dettagli sono accessibili in base alle nuove funzionalità direttamente sul portale NOiPA nella sezione messaggi operativi .

Aumenti di stipendio da Gennaio 2018

Si noti che il rinnovo del contratto, anche se ancora manca l’accordo per alcuni comparti, altro non farà che garantire un aumento di stipendio medio di 85€ lordi mensili per dipendente.

In breve si tratta di un aumento che prevede dai 67€ ai 103€ e sarà commisurato al reddito e al merito del dipendente pubblico.

Faranno eccezione solo le Forze dell’Ordine le quali si vedono accreditato un aumento di stipendio leggermente più alto.

Allo stesso tempo anche la Scuola si deve vedere un aumento del contratto con la firma del rinnovo.

Tutti gli aumenti saranno pagati a partire da marzo 2018.

Questo vuol dire che il nuovo contratto è valido per il triennio 2016-2018, e come tale l’amministrazione deve riconoscere a partire da questo mese, tutti gli arretrati.

Per quanto riguarda le mensilità di gennaio e febbraio 2018 l’aumento sarà uguale per tutti a quello riconosciuto a marzo.

Per le annualità 2016 e 2017 sarà invece leggermente + basso in quanto deve essere commisurato alle risorse che lo Stato ha stanziato in quegli anni.

Il risultato sarà dunque di un assegno una tantum di 450 euro medi e lordi per il quale non abbiamo ancora notizie sulla data di pagamento.

NoiPa 2019: cos’è?

Il sistema NoiPA meglio conosciuto come portale NoiPA, è dedicato esclusivamente a tutti i dipendenti della pubblica amministrazione suddivisi per categorie di utenti, quali:

  • Personale: ovvero lavoratori dipendenti pubblici;
  • Amministrazioni: coloro che hanno aderito a NoiPA e riguardano nel caso particolare:
    • amministrazioni statali;
    • enti pubblici;
    • scuole;
    • sanità;
    • enti locali;
  • Partner: collaboratori del sistema NoiPA:
    • Banca d’Italia;
    • Enti Creditori;
    • Istituti di previdenza;
    • CAF;
    • Professionisti, ecc.

NoiPA  rappresenta il sistema informativo realizzato dallo stato per la gestione di tutti i dati inerenti ai dipendenti di una pubblica amministrazione, dall’amministrazione al trattamento economico del personale centrale e periferico e che offre anche la possibilità di adempiere ai seguenti oneri:

  • elaborazione di tutti i dati giuridico/economico;
  • adempimenti in materia fiscale e previdenziale;
  • elaborazione e quadratura inerenti a presenze/assenze degli amministrati;
  • gestione dei dati elaborati;
  • produzione del cedolino mensile;
  • distribuzione della busta paga;
  • comunicazione delle informazioni connesse ai dati contenuti all’interno.

NoiPA 2019: a chi è rivolto

Al momento il sistema NoiPA è riconducibile a diverse categorie di soggetti ma che riguardano esclusivamente i soggetti dipendenti di una pubblica amministrazione:

  • tutto il personale dipendente che è amministrati dagli Enti gestiti dal sistema;
  • amministrazioni, che hanno aderito al sistema NoiPA sopra elencate;
  • partner che collaborano e interagiscono, in varia misura e per diversa ragione, con il sistema NoiPA.

Come funziona NoiPA?

Per richiedere l’accesso al servizio del portale NoiPa, gli utenti devono registrarsi e possedere una password. Requisito minimo è l’essere dipendente di un’amministrazione sopra detta. Di seguito vediamo la procedura di registrazione.

Ogni lavoratore che sia legato ad un’amministrazione pubblica, riceve periodicamente il proprio stipendio. Per visionare e scaricare la propria busta paga, bisogna accedere al portale online NoiPA attraverso la propria area riservata.

NoiPa cedolino: procedura per scaricare il documento

Per visualizzare, scaricare e stampare il proprio cedolino, basta seguire la procedura di seguito riportata:

  • munirsi di un computer e di una connessione internet;
  • collegarsi al portale NOIPA;
  • inserire la password ed accedere alla propria area;
  • seguire la procedura per ottenere:
    • riscossione dello stipendio PA;
    • modello 730;
    • modello CU;

NoiPa registrazione e login

Per registrarsi al sito occorre possedere 2 cedolini tra quelli dell’ultimo anno che potete richiedere direttamente all’ufficio di servizio presso l’ente a cui prestate il vostro servizio. Successivamente dovrete seguire la procedura di registrazione utile per tutti coloro che devono Accedere la prima volta.

Una volta posseduto il tutto, bisogna effettuare la registrazione e si deve essere in possesso di un documento di riconoscimento valido.

Supponiamo di essere un dipendente della Pubblica Amministrazione. Per poter accedere al cedolino sara necessario possedere i seguenti dati:

  • codice fiscale il quale è poi utilizzato come Username all’interno del sito, per poter accedere;
  • ID dei cedolini relativi alle ultime 3 mensilità.

Per coloro che hanno invece la Carta Nazionale dei servizi (C.N.S.), non è necessario munirsi dell’ID-Cedolino.

Come effettuare la registrazione NoiPA

Per poter effettuare la registrazione al portale NoiPA basta possedere 2 cedolini tra quelli relativi alle ultime 15 mensilità. Se invece se ne possiede solo 1 è sufficiente fornire un unico identificativo del cedolino.

Per accedere basta andare sulla pagina NoiPA e selezionare il link “Accedi all’area riservata”) oppure clicca qui https://noipa.mef.gov.it/

Non vi resta che cliccare su Primo accesso e inserire i seguenti dati:

  • Codice Fiscale;
  • Partita stipendiale nella Sezione Anagrafica del dipendente;

Successivamente inserite le vostre credenziali e selezionare il pulsante “Avanti” ed inserite gli identificativi (ID Cedolino) e al termine premere il pulsante “Avanti”.

Vi verrà chiesto di inserire:

  • Domanda per recuperare la password;
  • Risposta per recuperare la password.

Ricordiamo che la password di accesso al portale deve essere:

  • di almeno 8 caratteri;
  • contenere almeno 1 carattere numerico;
  • contenere almeno 1 carattere non alfanumerico (es. _ . + – @ );

Terminata questa procedura dovete inserire il vostro indirizzo e-mail, utilizzato poi dal sistema per inviarti la nuova password, nel caso la dimenticassi. Non vi resta che premere sul pulsante Conferma e il sistema vi invierà automaticamente alla vostra email un riepilogo delle informazioni inserite.

Annotate e custodite scrupolosamente le credenziali di accesso e le risposte alle domande segrete.

Ogni mese adesso potete consultare il vostro cedolino online anche prima del 23 del mese di scadenza.

NoiPA assistenza sulla registrazione

Dal 1 aprile 2014 però sono cambiate le procedure di registrazione al portale ed oggi è necessario riferire all’Amministrazione di appartenenza o alla segreteria scolastica il proprio indirizzo email, numero di cellulare, il quale provvederà poi all’inserimento diretto dei dati all’interno del Sistema.

Con questo metodo il sistema, invierà una e-mail con le credenziali di accesso al portale NoiPA attraverso cui è possibile poi accedere attraverso il PIN identificativo all’utilizzo dei  servizi. Per richiedere assistenza o informazioni è  possibile sempre consultare il sito web di NoiPA: https://noipa.mef.gov.it

Una volta ottenute le credenziali di accesso devono essere confermate attraverso la procedura descritta nell’email che avete ricevuto a seguito del primo accesso al portale.

Area riservata e validità password

La password per la compilazione dello stipendio sarà valida per un periodo di 90 giorni massimo al termine del quale deve essere modificata. il cedolino invece sarà disponibile on line per 13 mesi successivi a quello di riferimento, al contrario della certificazione unica CU e del 730 che rimangono in vigore per oltre 5 anni.

NoiPa 2019: area riservata

Il servizio NoiPA offre la possibilità a tutti i cittadini registrati di accedere al controllo anche di altri documenti utili che come abbiamo detto hanno una durata di tempo limitata per tanto bisogna stamparlo appena possibile e conservarla in caso la si vuole possedere.

All’interno dell’area riservata potete trovate 3 sezioni inerenti a diverse aree. Tra queste abbiamo:

  • Documenti disponibili, attraverso cui è possibile visionare:
    • Cedolino;
    • CUD;
    • 730;
    • area Self service;
  • Detrazioni familiari a carico;
  • Residenza Fiscale;
  • Modalità di riscossione;
  • 730 Web;
  • Modifica dati personali;
  • Modifica password.

Area messaggi

Questa sezione raccoglie sotto forma di elenco tutti i messaggi inviati all’utente distinti per tipologia come ad esempio:

  • notifiche all’amministrato;
  • avvisi urgenti;
  • messaggi in evidenza;
  • Strumenti di lavoro;
  • Agenda;
  • Adesione Enti.

NoiPA login area riservata cedolino

Per accedere in questa area è possibile effettuare il login direttamente dalla pagina: login area riservata, attraverso cui si apre un pop up di dialogo attraverso cui dovrete inserire codice fiscale e password, o autenticarsi tramite Accesso CNS.

A questo punto, scegliere dal menù la voce che vuole visualizzare, quindi cliccare su Documenti disponibili e poi  su Cedolino per visualizzarne i dettagli.

Per maggiori informazioni e per avere un riassunto di come funziona il sistema potete scaricare le seguenti guide:

NoiPa: come modificare i dati personali?

Attraverso il portale NoiPA, oltre a visionare il cedolino è anche possibile effettuare differenti operazioni come anche richiedere detrazioni per familiari a carico e tanto altro ancora. Per tanto vi consigliamo di visionare il potale al fine di prendere confidenza con i servizi offerti.

Per fare questo, però bisogna accedere inserendo i propri dati personali, per altro modificabili attraverso una procedura di sicurezza crittografata. Il sistema prevede, infatti, la possibilità di accedere a questi servizi attraverso l’uso di un PIN personale, identificativo, + la verifica dell’identità dell’utente tramite conferma del numero cellulare.

In questo modo, tutti gli utenti possono essere identificati non solo tramite PIN, ma anche tramite chiamata di sicurezza, per questo si deve comporre il proprio numero di cellulare che vi sarà indicato nel corso della procedura.

Attraverso il sistema di chiamate, il sistema NoiPA identificherà il numero del chiamante, confrontandolo con quello registrato sul profilo utente al fine di convalidare o meno l’esito dell’operazione di modifica dei dati. Ovviamente per fare questo, bisogna prima inserire i propri dati ed effettuare la registrazione sul portale inserendo il numero di cellulare.

A tal proposito ricordiamo che il sistema NoiPA ha messo a disposizione per tutti gli utenti un apposito vademecum in contemporanea con 2 manuali, al fine comprendere il funzionamento del sistema. I manuali sono suddivisi, uno per la Modifica dei dati personali, l’altro la funzione di modifica della Modalità di riscossione.

Numero verde NoiPA: truffa o assistenza?

Infine, precisiamo anche alcuni accorgimenti che devono essere tenuti presenti per evitare di incorrere in delle truffe. La principale truffa è sui numeri telefonici di assistenza a pagamento. Infatti, anche la riforma messa in campo dal ministro Madia è contestata da molte parti.

Se consideriamo ad esempio il momento in cui il sito è intasato o bloccato, quindi è in tilt, non è possibile accedere al’area riservata al fine di consultare il CEDOLINO o il proprio CU. Sarà per tanto impossibile scaricare anche la documentazione disponibile e i vari modelli presenti online.

In questo caso, è possibile chiedere supporto attraverso il contact center. Occhio però alla truffa sui numeri telefonici di assistenza a pagamento! Per alcune tipologie di richieste, infatti, è possibile contattare il numero verde 800 991 990, numero per altro disponibile dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.00 alle 18.00, raggiungibile esclusivamente da rete fissa.

Attenzione: l’unico numero adibito a rilasciare informazioni ufficiali, assistenza tecnica è il numero verde ufficiale, sopratutto se si tratta di dati personali come quelli riservati ai cedolini NoiPA (busta paga).

Abbiamo voluto fare questa premessa, in quanto oggi sono presenti degli sciacalli che sfruttano le debolezze del sistema e offrono assistenza a pagamento. A tal proposito, riportiamo una dichiarazione del DAG il cui afferma che:

Segnaliamo agli utenti NoiPA che è stata rilevata nella rete Internet la presenza di numeri di assistenza a pagamento. (es. numeri che iniziano con 899 xxx xxx). Si invita l’utente a non utilizzare tali numeri e ad accedere, per eventuali necessità di supporto, unicamente ai canali ufficiali NoiPA come:

  • form online: presente nella sezione assistenza del portale al fine di richieste di assistenza;
  • sezione FAQ, per consultare le risposte alle domande più frequenti;
  • numero verde gratuito, per contattare telefonicamente il call center NoiPA.

NoiPA: STIPENDI PA e SISTEMA SPT

Al fine poi di migliorare l’azione amministrativa e contenere la spesa ad essa connessa, la PA innova costantemente i suoi servizi implementando anche il sistema Service Personale Tesoro (SPT), messo a disposizione di tutte le Amministrazioni dello Stato.

Il SPT è infatti, un sistema informativo utile alla gestione economica del personale. A questi sono connessi tutti agli adempimenti previdenziali e fiscali che sono erogati come ad esempio Banca d’Italia, di Enti creditori Inps/ex Inpdap, Fondi di previdenza, Istituti finanziari, Patronati ecc. Grazie a questo sistema e alle tecnologie SPT, il MEF ha assicurato soluzioni e servizi di eccellenza, riconosciuti anche a livello europeo.

Pagamento supplenze brevi con NoiPA

Finalmente sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale le istruzioni per il pagamento delle supplenze brevi e saltuarie.  Queste avvengono tramite il meccanismo di NoiPA. Ma  come funzionano? Di seguito ve lo riveleremo.

Il 14 ottobre 2016, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM 31 agosto 2016 il quale prevede le modalità di pagamento inerenti alle somme spettanti per tutto il personale precario e che effettua delle supplente brevi e saltuarie. Purtroppo, il decreto interviene su un problema che ancora oggi non è risolto e riguarda i ritardi nei pagamenti delle supplenze brevi.

Cosa prevede il DPCM del 31 Agosto 2016

All’interno del DPCM sono definiti:

  • i termini per il trasferimento dei fondi alle strutture scolastiche;
  • i termini per il pagamento dei supplenti, che secondo quanto stabilito non dovrà e non potrà avvenire oltre l’ultimo giorno del mese successivo rispetto a quello in cui la supplenza è stata svolta.

Per tanto, per fare un esempio, se la supplenza viene svolta fino al 31 Maggio, il pagamento può avvenire massimo entro il 30 Giugno.

Pagamento supplenze brevi: la procedura

Di seguito vi indichiamo i passaggi che sono previsti all’interno del decreto;

  1. le scuole devono comunicare in modo tempestivo al SIDI, ovvero al portale centralizzato dei servizi scolastici, le necessità di personale supplente;
  2. devono stipulare dei contratti con i supplenti brevi o saltuari;
  3. registrare i contratti in maniera immediata su NoiPA;
  4. Nel momento in cui vengono acquisite ed accettati i contratti dal sistema NoiPA, le segreterie devono comunicare il rapporto di supplenza al SIDI con eventuali variazioni e rettifiche.

Tutte le autorizzazione al pagamento dello stipendio devono avvenire entro un massimo di 2 giorni lavorativi rispetto alla chiusura del contratto se questo avviene nel corso del mese, o entro il 1 giorno lavorativo del mese successivo, se il contratto si chiude alla fine del mese.

A questo punto, il MIUR riceve tutti i dati necessari per verificare le coperture finanziarie delle relative istituzioni scolastiche le quali poi quest’ultime autorizzano i pagamenti. Sarà poi il sistema NoiPA a predisporre il cedolino.

Anche se può sembrare alquanto complessa la procedura,il sistema è completamente automatico e dovrebbe effettivamente velocizzare i pagamenti di stipendio.

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Termini di ricerca:

  • noipa login
  • noipa cedolino
  • noipa
  • noipa area riservata
  • noipa login cedolino online
  • noipa cedolino login
  • noipa cedolino stipendio login
  • noipa cedolino accesso allarea riservata
  • noipa cedolino area riservata
  • noipa cedolino accesso all\area riservata

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com