Quantcast
Giovanni D’Antonio: il segreto per ripartire - BlogFinanza.com

Giovanni D’Antonio: il segreto per ripartire

Giovanni D’Antonio si sta guadagnando con il suo duro lavoro una posizione di rilievo negli ambienti del mondo dell’imprenditoria nascente. Un risultato che non arriva inaspettato, soprattutto per chi segue da vicino il dinamico mondo delle start-up italiane, che al contrario di quello che riportano i sempre più deprimenti organi di informazione nazionali, è attivo, e anche parecchio.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Giovanni D'Antonio

Basti guardare Miamo, guidata appunto dal giovane D’Antonio, che nel giro di pochissimo tempo è riuscita ad affermarsi su un mercato tradizionalmente ostico come quello della cosmesi, e che sfruttando i social network e le forme di pubblicità spontanea da parte di quei clienti che hanno sposato il prodotto, punta in alto, con la prospettiva di giungere a risultati ancora più apprezzabili.

Il segreto?

Forse proprio la sintesi che D’Antonio rappresenta: partenopeo di nascita, si è formato in Bocconi, e ha portato il suo cuore e e le sue idee, che sono poi le vere ricchezze di un imprenditore deciso ad affermarsi, a creare un marchio che fa scuola e che sarebbe un ottimo case-study per riuscire a capire da dove potrebbe ripartire l’Italia.

Di spazio ce n’è. Quello che serve per sfruttarlo però sono competenze, spirito imprenditoriale e voglia di rischiare che Giovanni D’Antonio ha ben mostrato nei settori imprenditoriali in cui è attivo (è AD di Imperial Yachts e di Miamo Physical Care) e che servirà d’esempio a tanti giovani che, nonostante il momento apparentemente sfavorevole, hanno deciso di mettersi in gioco lo stesso, rischiando capitali, competenze e reputazioni.

Reputazioni, si. Perché Giovanni D’Antonio non si è mai tirato indietro di fronte a nulla e, persino sulla rete, si è spinto fino a dove imprenditori del suo settore non avevano osato (guarda, ad esempio, la sua fan page su Facebook); il perché è facilmente comprensibile: sul web devi non solo essere presente, ma attivo e disponibile.

Se hai un marchio che fa tendenza devi farlo conoscere, è vero, ma la cosa più importante è metterti a disposizione della tua utenza, fornire informazioni e rispondere alle sue domande. Giovanni D’Antonio ha subito fiutato l’opportunità e… avrete sicuramente capito che da buon imprenditore non poteva lasciarsela scappare.

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.