Decreto del Fare: bonus per studenti

Il governo Letta sabato scorso ha approvato il “decreto del fare”. In questo documento è stato previsto, tra gli altri, anche il bonus mobilità per gli studenti. Si tratta di un’ottima iniziativa rispetto all’altro bonus di cui si sta discutendo in questo periodo, ossia il bonus maturità. Ma di cosa si tratta? Vediamolo assieme.

500 euro

Il bonus mobilità è, di fatto, un sostegno alla mobilità interregionale per tutti quegli studenti universitari meritevoli.

Il budget che il Governo ha stanziato è di 19 milioni di euro e viene ripartito tra quegli studenti che, nell’anno accademico 2013-14, avranno ottenuto ottimi risultati e che vorranno sostenere corsi di laurea triennale o magistrale presso le università italiane, statali e non, ad esclusione di quelle telematiche ed in città diverse da quella di residenza.

Il fondo sarà ripartito tra le Regioni erogatrici delle risorse. Il bonus mobilità non è l’unica novità introdotta dal Decreto del fare in ambito universitario. Tra le altre:

– sblocco del turn over per università ed enti di ricerca al 50% dal 2014, quando si libereranno 1500 posti per gli ordinari e 1500 per nuovi ricercatori;

– flessibilità per il sistema di finanziamento delle università e semplificazione di quello di attribuzione delle risorse mediante l’unificazione in un unico fondo delle risorse da destinare al finanziamento ordinario delle università (FFO), alla programmazione triennale del sistema, agli assegni di ricerca e ai dottorati;

– interventi straordinari a favore della ricerca, tramite la concessione di contributi alla spesa, nel limite del 50% della quota relativa alla contribuzione a fondo perduto, disponibili sul Fondo per la ricerca applicata (FAR). Tra gli interventi da finanziare: lo sviluppo di start up innovative e di spin off universitari, la valorizzazione di progetti di social innovation per giovani under 30, il potenziamento del rapporto tra il mondo della ricerca pubblica e le imprese, il potenziamento infrastrutturale delle università e degli enti pubblici di ricerca.

Migliori Piattaforme di Trading Online

[migliori-broker count='6' broker='forex' hidetitle='true']
[migliori-broker count='6' broker='opzioni' hidetitle='true']

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com