Mutui: utili consigli per una scelta corretta

Il mercato dei mutui continua ad essere in un momento particolarmente difficile sia per le finalità acquisto casa che per il comparto delle surroghe.

deficit

Le principali Banche sembrano restare alla finestra (anche se inizia ad intravedersi qualche segnale positivo grazie alle promozioni attualmente in corso di Cariparma, Bnl e Ubi) in attesa di rientrare in un mercato che le ha viste protagoniste fino a qualche anno fa.

Anche le famiglie valutano con particolare attenzione l’acquisto di immobile laddove sia necessario stipulare un contratto di mutuo perché le incertezze legate al mondo del lavoro continuano a persistere ed il timore di avere difficoltà nel rimborso della rata di mutuo è ancora alto.

In aggiunta, spesso, domanda e offerta non si incontrano perché i prezzi delle case pur essendo in calo sono ritenuti ancora troppo onerosi dagli acquirenti.

In merito alle condizioni commerciali applicate dalle banche è necessario prestare attenzione perché seppure gli spread applicati continuano ad essere parecchio distanti da quelli praticati qualche anno fa, sia l’ euribor che l’ irs (parametri che sommati allo spread determinano il TAN tasso annuo nominale) attualmente sono ai minimi storici e sul breve periodo non sono previsti particolari aumenti.

Tradotto in “tassi finiti”, per le durate a 25 anni i mutui variabili più vantaggiosi prevedono un tasso di poco superiore al 3% mentre, i migliori tassi fissi si attestano intorno al 5,30%.

Una differenza notevole che sta a significare, per un mutuo di € 150.000 rimborsabile in 25 anni un risparmio mensile di ca. € 150,00 salvo eventuali aumenti del tasso variabile nei prossimi anni. Quindi quale prodotto scegliere?

Per chi è più propenso al variabile ma mantiene qualche riserva, una strategia favorevole potrebbe essere quella di sottoscrivere un tasso variabile, in modo da ottimizzare i vantaggi di una rata più bassa, accantonando la somma risparmiata rispetto al tasso fisso in modo da utilizzarla per eventuali anticipate estinzioni parziali del capitale.

Per i mutuatari invece che sono disposti a pagare una rata più alta ma che non vogliono rinunciare alla tranquillità una valida proposta potrebbe essere un tasso fisso rinnovabile ogni due/cinque anni che molte banche riportano nella categoria dei tassi misti. Questo permette di legare lo spread ad un irs di breve durata magari 2 anni anziché a 25 anni, parametro sicuramente più favorevole perché calcolato su periodo di tempo “prevedibile”.

Per i mutui invece già in ammortamento, le surroghe o le rinegoziazioni, permettono di rivedere e modificare il tasso di interesse, il prodotto di mutuo e la durata.

E’ opportuno verificare con attenzione oltre che il nuovo tasso anche il vantaggio di ridurre la durata perché consentirebbe di ottenere un notevole risparmio di interessi.

Per scoprire il mutuo più adatto alle vostre esigenze economico patrimoniali e verificare senza impegno se ci sono i presupposti per ottenere il mutuo è consigliabile accedere ai principali comparatori di mutui on line presenti in rete in modo da avere un primo parere, del tutto gratuito, in merito alla condizioni commerciali applicabili e alla fattibilità del finanziamento.

Questo articolo è stato pubblicato da www.mutuisi.it uno dei principali siti di  comparazione di mutui on line.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo