Quantcast
Socialing: come parlare ai consumatori - BlogFinanza.com

Socialing: come parlare ai consumatori

Stop al marketing aggressivo e millantatore. Per conquistare i consumatori, nel 2013, ci vuole di più e ben altro. La crisi ha modificato le priorità d’acquisto e le aziende si devono adeguare, appoggiando di più i loro clienti durante la fase di consumo e spingendo le persone a rivalutare tempi, stili, prodotti e modi di fare.

? Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE? Investimenti a partire da 10 € ? Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

? Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE? Investimenti a partire da 10 € ? Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

divorzio

Insomma: sobrietà, responsabilità, etica e desiderio di compartecipare alla nascita di nuove abitudini d’acquisto a livello globale. Una recente indagine di GfK Eurisko mostra che il 34,3% degli italiani mette al centro dei loro acquisti criteri etici, sociali ed ambientali.

Il 47,4% degli intervistati, invece, negli ultimi 12 mesi ha preferito lasciare sugli scaffali prodotti di aziende che hanno dimostrato poco rispetto per l’ambiente o per i diritti dei lavoratori.

Sono questi segnali chiari che le aziende non possono più permettersi di trascurare. Come rispondere? Semplice, con il socialing. Si tratta di un neologismo che coniuga responsabilità sociale d’impresa (Csr) e marketing e che punta ad avere un nuovo rapporto con il consumatore. L’azienda che opera con socialing mette al centro la reputazione, la trasparenza, l’attenzione al prezzo e l’autenticità.

Cosa dovrebbero quindi fare per far sì che l’approccio socialing sia una risposta concreta al cambiamento e non solo un manifesto teorico di un nuovo modello economico-culturale? Ridefinire le proprie strategie, cercando di assecondare i bisogni del consumatore e non più di trainarli dove vogliono loro.

Se prima l’azienda, al fine di dominare il mercato, voleva dominare anche i consumatori, adesso deve scendere dalla cattedra e guardare orizzontalmente al proprio target. Il consumatore prima di tutto. Consumatore inteso come cittadino e come soggetto di diritti. Non più come un qualcosa da influenzare e da conquistare a tutti i costi per avere più quota di mercato.

Come dimostra il recente European Socialing Forum svoltosi a maggio a Milano, la riscrittura di un modello economico che pensa anche alle tematiche ambientali, alla distanza tra paesi più e meno sviluppati, all’individuo e alle reti sociali, ha bisogno non solo di approcci sul campo ma anche della condivisione di principi fondamentali.

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.