Quantcast
Canada: un'economia che funziona - BlogFinanza.com

Canada: un’economia che funziona

In un momento di recessione come questa, c’è anche qualche stato al mondo dove si riesce a trovare lavoro abbastanza facilmente e dove la vita è molto buona e positiva. Stiamo parlando del Canada che, recentemente, ha creato moltissimi posti di lavoro, riducendo al minimo il tasso di disoccupazione e, soprattutto, adottando un programma in grado di favorire gli investimenti.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

IMU

Aprire un’azienda: i costi sono decisamente più bassi rispetto a quanto avviene in Italia e, questo, ha incentivato la nascita di start-up che sono riuscite a definire un proprio business, anche grazie ad un sistema fiscale flessibile e non rigido come da noi. Tutto questo ha portato l’economia a crescere ed ha generato un miglior benessere sociale.

Investimenti stranieri: benvenuti assolutamente. Il Canada ha investito soprattutto nell’agricoltura e gli investimenti in questo ambito sono ben accetti e favoriti anche grazie ad un programma di riduzione dei dazi doganali sulle importazioni, i quali hanno contribuito ad aumentare l’occupazione del Paese.

Economia stabile: secondo un’indagine di Global Financial Magazine e riportata da Wired nel 2013, il Canada risulta essere l’economia più stabile del mondo. Sistema bancario solido, regolamentazione finanziaria molto interessante e, ovviamente, investimenti decisamente sicuri.

Le professioni più ricercate: è evidente che in un contesto di questo tipo i disoccupati europei guardino con attenzione il paese nord-americano. Oggi le professionalità più richieste sono ingegneri, specialisti del settore edile, medici e avvocati, con un’espansione prevista nei settori dei trasporti, del turismo e dell’industria energetica. E le buone notizie non finiscono qui, visto che la maggior parte dei contratti è a tempo indeterminato.

Il visto: conoscere lingua inglese ed eventualmente quella francese è fondamentale. Il visto, comunque, è molto facile ottenerlo visto che dal 1° gennaio 2013 il Paese ha cambiato rotta semplificando, e di molto, la pratica per ottenere il visto soprattutto per chi cerca e trova lavoro o per i giovani imprenditori.

Insomma, il Canada si propone come perfetto esempio di quanto la crescita possa essere incrementata attraverso la creazione di posti di lavoro e le misure di agevolazione che interessano il mercato. Sarebbe bello, un giorno, poter scrivere la stessa cosa dell’Italia.

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.