Quantcast
Krugman: "Cipro dovrebbe uscire dall'Euro" - BlogFinanza.com

Krugman: “Cipro dovrebbe uscire dall’Euro”

Paul Krugman, famoso economista americano, ha le idee chiare: “Cipro dovrebbe lasciare l’Euro. Subito”. E’ questo quanto scrive nel suo blog “The Conscience of a Liberal”. Ma perchè ciò dovrebbe avvenire?

? Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Auto

La ragione, secondo il noto economista, è “inequivocabile”: rimanere nell’euro implica necessariamente ulteriori periodi di depressione economica che potrebbero durare per anni interi, mentre “lasciando l’euro e permettendo alla nuova valuta di svalutarsi, il processo di ricostruzione sarebbe nettamente più veloce”.

L’economia cipriota, come scrive Krugman, si articola in tre elementi distinti: esportazioni, turismo e settore bancario. Dei tre l’ultimo è appena “scomparso” e, dando uno sguardo al profilo dei commerci esteri, ci si rende conto che anche questo si è danneggiato. Tutto ciò, quindi, potrebbe portare il Paese al collasso: il solo turismo potrebbe non bastare più. A questo punto, scrive Krugman “non mi sorprenderebbe vedere un crollo del 20% nel PIL”.

Cipro ha bisogno di un boom del turismo, più la rapida crescita di nuove esportazioni” diverse da quelle abituali, ad esempio del settore agricolo, ipotizza l’economista. L’unico modo per raggiungere questo fine è la svalutazione monetaria, che però può avvenire solamente lasciando l’Euro ed adottando una propria moneta.

“Il punto di Eichengreen, secondo cui solo l’ombra di un’uscita potrebbe causare la fuga di capitali e l’assalto degli sportelli in preda al panico, è ormai opinabile: le banche sono chiuse e il capitale è sotto controllo. Quindi, se fossi un dittatore, avrei già prolungato la chiusura delle banche per il tempo necessario a preparare una nuova moneta“.

“Sì, sembrano idee disperate e improvvisate. Ma la disperazione è appropriata!” Altrimenti stiamo parlando di misure di austerity del calibro di quelle imposte in Grecia, ma in un paese i cui fondamentali, a causa dell’implosione del sistema bancario offshore, sono anche peggio di quanto non siano mai stati quelli della Grecia“.

La mia supposizione è che nulla di tutto ciò accadrà, almeno non per il momento. La leadership cipriota avrà più timore dell’ignoto che rappresenterebbe l’uscita dall’Euro, piuttosto che dell’orrore ovvio che comporterà rimanere nell’unione monetaria. Ma, come ho detto, credo che uscire dall’euro sia la cosa più giusta da fare ora“.

Sull'autore

Luca M.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.