La Slovenia a rischio default: altro crollo in Europa

Solamente pochi mesi fa la Slovenia veniva annoverata tra gli stati modello dell’Unione Europea, ma ora deve affrontare una pesante e rischiosa situazione economica oltre che politica. Anche il piccolo stato vicino all’Italia, poi, potrebbe aver bisogno dell’aiuto di Bruxelles per risolvere i propri problemi e scongiurare il rischio default.

euro

La Slovenia è entrata nell’eurozona il 1° gennaio del 2007 e, per molti anni, è stata presa d’esempio. Ora, però, il conflitto all’interno dell’esecutivo di Lubiana sta mettendo a repentaglio il futuro del Paese. Una situazione che si è ulteriormente complicata in questi giorni, quando Gregor Virant, leader di Lista Civica, uno dei cinque membri della coalizione di governo, ha rotto l’alleanza con il premier Janez Jansa, dimettendosi e trascindandosi anche i due ministri di Giustizia e Finanze. Motivo di tale scelta? Le mancate dimissioni del premier di governo di centro-destra, dopo rivelazioni su presunte irregolarità finanziarie.

Venendo meno la maggioranza per governare, è necessario tornare alle urne. Una scelta poco saggia, secondo il premier, che “condurrebbe la Slovenia in un limbo per diversi mesi. E questa volta il Paese finirà in bancarotta”. Prima del voto, secondo Jansa, è necessario approvare un pacchetto di leggi anti crisi – la cui discussione in Parlamento è prevista a febbraio – per evitare di chiedere aiuti alla Ue.

A questo, poi, si aggiunge il flop delle banche del Paese: Nova Nova Ljubljanska Banka (NLB), controllata al 64% dallo Stato, con i suoi 2,1 miliardi di euro di debiti. In problemi seri vertono anche la Nova Kreditna banka Maribor (NKBM) e Abanza (600 milioni di euro di sofferenze ciascuna), anch’esse entrambe con lo Stato come azionista di maggioranza.

Solo qualche mese fa, con grande fatica, il governo Jansa era riuscito a far approvare la legge sulla costituzione di una bad bank in cui fare confluire i crediti non riscossi di questi istituti, per agevolarne la privatizzazione.

Ma con una maggioranza di governo così sofferente, difficile che l’iter legislativo verrà portato a termine, incidendo negativamente sui tassi di interesse – applicati ai bond sloveni denominati in dollari in scadenza nel 2022 – che da ieri sono cresciuti di 4 punti base, al 5,18%.

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com