La Slovenia a rischio default: altro crollo in Europa

Valoreazioni

Vuoi un conto trading demo con 50.000€ gratis per fare pratica?In più anche segnali di Trading Gratis.Clicca qui

Solamente pochi mesi fa la Slovenia veniva annoverata tra gli stati modello dell’Unione Europea, ma ora deve affrontare una pesante e rischiosa situazione economica oltre che politica. Anche il piccolo stato vicino all’Italia, poi, potrebbe aver bisogno dell’aiuto di Bruxelles per risolvere i propri problemi e scongiurare il rischio default.

euro

La Slovenia è entrata nell’eurozona il 1° gennaio del 2007 e, per molti anni, è stata presa d’esempio. Ora, però, il conflitto all’interno dell’esecutivo di Lubiana sta mettendo a repentaglio il futuro del Paese. Una situazione che si è ulteriormente complicata in questi giorni, quando Gregor Virant, leader di Lista Civica, uno dei cinque membri della coalizione di governo, ha rotto l’alleanza con il premier Janez Jansa, dimettendosi e trascindandosi anche i due ministri di Giustizia e Finanze. Motivo di tale scelta? Le mancate dimissioni del premier di governo di centro-destra, dopo rivelazioni su presunte irregolarità finanziarie.

Venendo meno la maggioranza per governare, è necessario tornare alle urne. Una scelta poco saggia, secondo il premier, che “condurrebbe la Slovenia in un limbo per diversi mesi. E questa volta il Paese finirà in bancarotta”. Prima del voto, secondo Jansa, è necessario approvare un pacchetto di leggi anti crisi – la cui discussione in Parlamento è prevista a febbraio – per evitare di chiedere aiuti alla Ue.

A questo, poi, si aggiunge il flop delle banche del Paese: Nova Nova Ljubljanska Banka (NLB), controllata al 64% dallo Stato, con i suoi 2,1 miliardi di euro di debiti. In problemi seri vertono anche la Nova Kreditna banka Maribor (NKBM) e Abanza (600 milioni di euro di sofferenze ciascuna), anch’esse entrambe con lo Stato come azionista di maggioranza.

Solo qualche mese fa, con grande fatica, il governo Jansa era riuscito a far approvare la legge sulla costituzione di una bad bank in cui fare confluire i crediti non riscossi di questi istituti, per agevolarne la privatizzazione.

Ma con una maggioranza di governo così sofferente, difficile che l’iter legislativo verrà portato a termine, incidendo negativamente sui tassi di interesse – applicati ai bond sloveni denominati in dollari in scadenza nel 2022 – che da ieri sono cresciuti di 4 punti base, al 5,18%.

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com