Confindustria dice che siamo alla coda della recessione

L’economia italiana anche nell’ultimo trimenstre de 2012 ha fatto registrare ancora una volta un calo. Un recente Rapporto del Centro Studi di Confindustria, presentato a Roma prima di natale dal direttore Luca Paolazzi, tuttavia, sostiene che i primi segnali di ripresa dovrebbero arrivare solamente verso la fine del 2013.

Eppure l’economia italiana avrebbe tanta voglia di fare e di crescere. Quest’attuale fase di crisi e di contrazione economica sembrerebbe in fase di esaurimento.

Nel rapporto Scenari Economici n. 16, presentato durante il seminaro “Sulla ripresa la cappa dell’incertezza e della sfiducia. Nuova finanza alle imprese per superare la scarsità di credito”, si evidenzia che l’economia italiana risulta in calo per il sesto trimestre consecutivo. Il rapporto comunica che abbiamo avuto due contrazioni dell’economia dall’inizio della crisi, negli ultimi cinque anni. Questa contrazione è stata meno brutale rispetto alla prima ma sta durando molto di più. Questa contrazione dell’economia è caratterizzata dalla forte caduta della domanda interna. Eppure anche la contrazione della domanda del mercato è vista in via di esaurimento. Il Centro Studi di Confindustria prevede che questo andamento dovrebbe durare unicamente indicativamente fino a metà di quest’anno, con ritmi sempre più attenuati. Poi dall’anno prossimo si dovrebbe vedere una debolissima ripresa, che dovrebbe farsi più visibile verso la fine dell’anno.

Tutte le previsioni sulla fine della crisi ogni nuovo trimestre, spostano la fine del brutto periodo che stiamo vivendo più in avanti di un trimestre. Anche questa previsione non difetta, visto che prevede una fine più lunga di un trimestre, rispetto alla previsione, sempre del Centro Studi di Confindustria di settembre. La variazione del PIL nel 2012 è meno negativa di quanto ci si attendeva, -2,1 % invece del preventivato -2,4 %. Tuttavia nel 2013 dovrebbe essere più ampia del previsto -0,6 %, assestandosi al – 1,1 %.Nell’ultimo trimestre di quest’anno doremmo cominciare a vedere una voglia di ripresa, tanto che nel 2014 viene previsto un primo modesto recupero del +0,6 %.

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com